RASSEGNA STAMPA AS ROMA – Sul registro degli indagati della Procura di Roma spuntano nomi nuovi. Come riportato su Il Messaggero (M. Carta, S. Menara), anche Lanzalone e Serini sarebbero indagati per concorso in corruzione e traffico di influenze. I due si sarebbero scambiati numerosi “favori” a partire dall’incarico del commercialista a  Livorno, dove era stato lodato per aver salvato l’ azienda dei rifiuti, fino ad arrivare alle recenti vicende riguardanti lo stadio della Roma. Entrambi sono così riusciti ad avere un ruolo fondamentale nelle nomine in Campidoglio, come ha confermato la sindaca Raggi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here