PALLOTTA EURNOVA STADIO – Continua la telenovela stadio di Tor di Valle, ma a questo punto, forse, si potrebbe quasi intravedere una fievole luce in fondo al tunnel. Dopo la miriade di problemi, cambi di rotta e di amministrazioni, che hanno rallentato fino all’inverosimile la realizzazione dell’impianto sportivo.

PREZZO – Sembrerebbe che Pallotta sia ormai pronto a rilevare gli asset della società Eurnova, prima guidata da Luca Parnasi, relativi al progetto stadio e comprendenti anche della proprietà dei terreni. Il prezzo che sarebbe stato fissato, secondo Il Tempo, si dovrebbe aggirare tra i 90 e i 110 milioni di euro. A brevissimo ci dovrebbe essere la firma di un pre-accordo, per poi attendere l’approvazione finale da parte del consiglio comunale per la seconda e definitiva firma.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

15 Commenti

  1. Ancora con questa chimera dello stadio che se ci sarà se ne parla nel 2022 e nel frattempo sprofondiamo in bassa classifica, poi per reinvestire dovremo aspettare che vendono l’ultimo ufficio o appartamento.
    Amerikan cialtrons…

  2. La squadra la fai con i soldi, ma lo stadio da solo non bastera’, ma tutto ‘sto merchandising oggi quanto produce?…e pensate che chi andra’ allo stadio ogni domenica comprera’ una maglietta? (magari pure blu 🤣).
    Lo stadio forse potra’ aiutare ma non per i risultati sportivi li oltre che i soldi servono competenza e serieta’, altrimenti andranno allo stadio i soliti 20000. Poi ognuno e’ libero di credere alle favolette che raccontano.
    Luca ha ragione li non ci sara’ solo stadio ma una serie di colate di cemento atte a garantire cio’ che davvero interessa Pallotto e cioe’ la madre delle plusvalenze.
    Il calcio e’ altra cosa.

    • il calcio è business. Non un’altra cosa, Non più.
      Aspetta che parta anche la SuperChampions … il calcio di una volta non esiste più.
      Prima lo capite, prima ci state meno male.
      Indipendetemente da Pallotta, Monchi o chi pare a voi.
      Io capisco che Roma (città) è rimasta ai tempi della pietra … ma sveglia ragazzi !!!
      Il mondo va avanti….

      • Non mi pare di negare quello che dici, ma vorrei capire il nesso tra quartiere=vittorie.
        Certo che Roma e’ strana questo perche’ viene permesso questo ricatto avallato da tutti specialmente dall’informazione ergo: o faccio lo stadio o vendo i migliori ogni anno per le spese di gestione.
        State bene cosi’.

        • quartiere = stadio.
          stadio = aumento degli introiti
          aumento delle introiti = meno necessità di fare plusvalenze
          meno plusvalenze = più possibilità di vincere qualcosa

          Bada bene .. non parli di sicurezza di vincere .. ma aumento le mie possibilità. Come a Poker …

  3. Nel bel mezzo dell´ipotetica remota fanstascientifica costruzione del nuovo impianto della Roma forse per il 2025 2026 e l´attuale situazione societaria e sportiva…cé tanta mediocrita´e anonimato…….il nulla piu´assoluto…

  4. Ma l’alternativa qual’è? Continuare a giocare alla’olimpico andare allo stadio e poi di corsa a casa x VEDERE la partita? O è più normale che la capitale continui a non avere uno stadio x il calcio o le migliorie indotte dalla costruzione dello stadio fanno schifo a qualcuno visto che da soli non riusciamo nemmeno a chiudere 2 buche sull’asfalto?

      • Quindi l’onestà intellettuale è solo dei tifosi che scrivono quello che pensano, quello che la dirigenza sta dicendo da anni, ovvero che tutto parte dallo stadio, che purtroppo ancora non gli fanno fare, è disonestà. La logica usata è inaccettabile, proprio perchè non c’è logica. Sarei d’accordo se fossimo a questo punto con lo stadio fatto.

  5. Rassegnatevi regà ….lo stadio si farà e noi tifosi della Roma siamo contenti.

    Gli altri allegramente pacatamente e serenamente si attaccassero al ciufolo.

    piuttosto andate a contestare i millemila centri commerciali con quartieri annessi che affollano le periferie e non.

    Li c’è davvero bisogno del vostro genuino e spontaneo ambientalismo.

    E ricordatevi sempre del ciufolo di cui otello elconde e luca sono grandissimi amanti.

  6. Qui non e’ in discussione l’utilita’ o meno di fare un quartiere, ma il legame e il ricatto annesso con la competitivita’ della Roma.
    Questo e’ inaccettabile, ma leggo che per voi si, contenti voi contenti tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here