PUGLIESE: “La Roma punta su Luca Pellegrini”, D’UBALDO: “Buone notizie sul rientro in campo di De Rossi”

12

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo: “Plzen è stato uno spartiacque per Luca Pellegrini. Ha sbagliato qualcosa, ora stanno cercando di metterlo in carreggiata ma la Roma ci ha puntato. Può succedere di mandarlo 6 mesi in prestito, ma non lo perdi”.

Giovanni Parisi a Centro Suono Sport:Mi aspetto di vedere di più Karsdorp in campo. Va fatto un lavoro sulla testa dell’olandese”.

Jonathan Calò a Centro Suono Sport: “Da quanto ci giunge Karsdorp è un giocatore completamente demotivato. Essendo stato pagato 18 milioni di euro, ad oggi è invendibile e con l’ingaggio che percepisce non c’è neanche la possibilità di mandarlo in prestito. Nelle poche apparizioni in maglia giallorossa mi è sembrato un giocatore ordinario, non ho visto cose folgoranti. Giocate folgoranti, invece, le abbiamo viste da Zaniolo”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Dell’Entella può dar fastidio la totale spensieratezza e le squadre che riescono ad essere serene in campo hanno una miglior qualità di gioco. Può succedere che loro segnino un gol, a quel punto ti cominci a innervosire… La Roma ha sbagliato talmente tanto nella prima parte di stagione che non voglio pensare che abbia un approccio negativo. Con una promessa di 4 milioni di euro a stagione, potrebbe esserci il sì di Herrera”.

Stefano Agresti a Radio Radio: “La Roma ha questa gestione societaria, non mi sembra ci sia la volontà di fare uno sforzo per aiutare la squadra. Se poi tutti, compreso De Rossi, tornano a giocare ai loro livelli, le cose possono essere differenti. Ma così si prende un bel rischio”.

Roberto Renga a Radio RadioMancini mi piace molto, ma non stiamo parlando di Aldair. È un buon giocatore e alla fine costerà un sacco di soldi. Secondo me la Roma prenderà Kabak, ha un buon fisico e la faccia cattiva”.

Furio Focolari a Radio Radio: ”Zaniolo, Pellegrini e Cristante sono più forti di Nzonzi. Ora si deve lavorare per farli coesistere. Investimento sbagliato di Nzonzi? Pazienza, ma i tre italiani sono bei giocatori. Herrera? Quando c’è l’interesse di altri grandi club europei è difficile arrivare a dama. Il messicano è un grande giocatore, ma non serve alla Roma. Mancini dell’Atalanta? Attenzione, tanti giocatori che vanno via da Bergamo poi non si confermano altrove”. 

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Il centrocampo tutto italiano della Roma mi piace molto, e poi Nzonzi ha giocato sempre, ma come ha giocato? Non mi sembra uno insostituibile”.

Franco Melli a Radio RadioSul centrocampo italiano della Roma devi lavorare sull’imprevedibilità. Zaniolo, Pellegrini e Cristante sono forti ma devono ribadirlo attraverso la continuità. Zaniolo deve dimostrare ancora tanto, non vorrei che lo caricassero troppo di responsabilità. Lui deve essere il fiore all’occhiello. Herrera sarebbe uno in più, Mancini dell’Atalanta? Magari la Roma lo prendesse, ma accanto a Manolas non al posto del greco, altrimenti saremmo di nuovo di fronte alla tela di Penelope. Se arriva quarto ed elimina il Porto io credo che Di Francesco meriti di restare sulla panchina della Roma”.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “La Coppa Italia, a Trigoria, è un obiettivo importante. Contro l’Entella giocheranno a centrocampo Cristante, Zaniolo e Pellegrini, mentre ribadisco le buone notizie per il rientro in campo di De Rossi, si sta lavorando in vista della trasferta a Bergamo. Da parte dell’entourage di Zaniolo non ci sarà la pressione per includere la clausola nel rinnovo del contratto. A giugno la Roma può giocarsi le sue carte per arrivare a Herrera e Vigorelli, agente di Zaniolo, ha la procura in Italia per il messicano e questo potrebbe agevolare la trattativa. A gennaio la Roma farà forse solo un’operazione, ma low cost per un centrocampista in più che è la priorità di Di Francesco. Il difensore centrale arriverà solo se parte Marcano. Per giugno su tutti Mancini e Bennacer”.


Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

12 Commenti

  1. Ma come il grande Monchi on aveva fatto firmare appena due sere fa Herrera?
    E qui come mai che questi illustri giornalisti non lo sanno?
    Il bello che c’erano anche giovincelli tifosi, che ci avevano pure creduto che Herrera era tutto fatto,a giugno stava a Roma.
    Aspetta e spara.

      • Per me invece a rallentare il gioco è fra i più forti al mondo. In pochi hanno la sua abilità nel far riposizionare gli avversari quando gli passa il pallone fra i piedi. Poi credo abbia qualcosa come la più alta percentuale di retropassaggi in europa quindi di che parliamo.
        Se la notte non dormi, prova a metterti gli highlights di nzonzi su youtube: funziona meglio di un discorso di mattarella.,..

  2. Ma per piacere lo sanno anche I sassi che Cristante, Zaniolo e Pellegrini insieme e’ impossibile e per fortuna che abbiamo Nzonzi, che non e’ per ora adatto al calcio italiano ma ci serve come il pane, la mia preoccupazione e’ che uno dei 3 se lo vendono facile facile e penso Pellegrini, l’errore e’ non comprare nessuno ora ma per motivi diversi Fazio e De Rossi vanno messi in competizione con nuovi giocatori forti

  3. Zaniolo, Pellegrini e Cristante sono più forti di Nzonzi? Magari, ci metterei mille firme… Peccato che il francese giochi nella nazionale campione del mondo e che a dirlo sia uno come Focolari cacciato dalla RAI e che fa fatica a cnhe a commentare una partita a bocce. Poi che a denigrare Nzonzi siano pure la massa di sfigati, ebeti e lazialotti che scrivono qui dentro conta meno che zero…

    • tu invece caro giuliano CACCOLA in quanto a imbecillagine non hai da imparare niente da nessuno,potresti insegnare a tutti,battendoci con l’esperienza,come direbbe O.Wilde

      • Hai perfettamente ragione questo è uno sferzante senso della ironia zero, che scrive solo per offendere pesantemente altri utenti, invece dici bene te, se c’è uno che è proprio Di tufo è lui.

    • Pure Amelia stava nella nazionale campione del mondo, come Selvaggi e Grosso che fece pure un gol… solo che era una pippa.
      Nzonzi e’ una pippa che passa la palla solo dietro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here