romanews-roma-jordan-veretout-edin-dzeko-rigore-sassuolo
Foto Getty

EDITORIALE –  Notte fonda per la Roma. Al Mapei Stadium il Sassuolo vince 4-2 e impone un duro stop alla corsa Champions della squadra di Fonseca che sbanda dopo pochi minuti. Strapazzata da Caputo e Djuricic per trenta minuti con il centrocampo e la difesa in bambola, la reazione dei giallorossi non c’è. Dalle parti di Dzeko, Under e Kluivert tutto tace. La Roma si sveglia troppo tardi, prima con il numero 9 bosniaco che in una serata disastrosa raggiunge i 100 gol con la maglia giallorossa, e poi con il rigore trasformato da Veretout. Se poi diventa ingenuo anche Pellegrini che lascia la squadra con un uomo in meno nel momento migliore, quando sembrava possibile credere nell’impresa di agguantare il pareggio, capisci che la serata non può che andare in un certo modo.

I PROBLEMI – La Roma con il piglio diverso del secondo tempo non è bastata. Tanti i problemi ravvisati in terra emiliana a cominciare dal posizionamento di Veretout e Cristante, troppo distanti per riuscire a far filtro. Nascono così le ampie praterie lasciate a Caputo e compagni. Non solo il centrocampo da rivedere, anche la tenuta della difesa ha destato molte perplessità con Mancini autore della sua prova più brutta da quando è alla Roma. Sono sette i gol subiti in trasferta da Pau Lopez e compagni prima della serata storta del Mapei Stadium, difficilmente pronosticabile il poker incassato prima del fischio d’inizio. Non è esente da colpe il reparto avanzato, inerme per 45 minuti nelle figure di Dzeko, Kluivert e Under. Il bosniaco tira fuori dal cilindro il suo 100esimo sigillo giallorosso, ma serve solo a salvare la faccia di una Roma troppo brutta per essere vera.

METAMORFOSI – Cosa è successo alla squadra strappa applausi del derby di una settimana fa? E soprattutto dove è finita la Roma efficace e divertente del 2019? Dall’inizio del nuovo anno, la formazione di Fonseca  ha raccolto solo 4 punti in 5 partite, ha salutato la Coppa Italia sconfitta dalla Juventus, ha perso Zaniolo per infortunio e Florenzi per volontà del giocatore di trovare maggiore spazio. Dal mercato sono arrivate solo giovani promesse. E’ una Roma che si ridimensiona? Riuscirà alla fine in queste condizioni a conquistare il quarto posto?

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email

9 Commenti

  1. Con diawara il centrocampo aveva trovato filtro e una quadratura. Cristante disastroso lentissimo lascia delle praterie. Folle pensare di giocare con santon titolare tutto il girone ritorno. Inoltre la squadra non regge kluivert e under contemporaneamente, incostanti e immaturi. Secondo me l’unico rimedio è rimettere mancinina centrocampo al posto dell’inutile cristante e magari alzare spinazzola con kolarov dietro

  2. Commentare cosa ???? V E R G O G N A T E V I !!!!! Pellegrini per diventare leader devi possedere grandi doti PROFESSIONALITA’, UMILTA’ E SERIETA’ ……. ” C’E’ SOLO UN CAPITANO !!! ” tutto il resto e’ noia, e questa sera ce ne siamo accorti ……..

  3. Ma no, è esilarante: “dov’è finita la Roma efficace e (udite, udite) divertente del 2019?” si chiede l’autrice del pezzo…Roba che a vedere le prestazioni insulse di questa combriccola di scappati di casa mal allenati e preparati ormai mi viene voglia di buttare la tv dalla finestra (una rondine; derby, non fa primavera chiaramente).

  4. Basta ogni anno la stessa storia ! Ore speriamo nella EUL ….. credo comunque che per il 4 posto siamo superiori a Atalanta e Lazio

    • meglio giocarcela con bologna e fiorentina (il torino è superiore a noi, l’ha dimostrato all’olimpico, ed il napoli pure) per una salvezza tranquilla, altro che CL

  5. Kluivert, Under, Cristante e Pellegrini sono stati troppo sopravalutati, e ieri si è visto che non possono essere titolari inamovibili, i terzini sono croce e delizia e non danno affidamento e continuita per tutte le partite.
    1) Alternare come sistema di gioco il 4-2-3-1 con il 3-5-2 gia provato in un paio di partite.
    2) Mirante titolare fisso, mi dispiace per Pau Lopez per l’Europeo, per la cifra che la Roma lo ha pagato, ma un portiere bravo con i piedi non ci serve, meglio un portiere che mantiene sempre la posizione, forte sulle uscite, e che para qualche rigore che puo portarti qualche punto in piu in classifica.

Comments are closed.