SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Piero Torri a Teleradiostereo: “Contro la Sampdoria io farei giocare Florenzi alto, con Spinazzola come terzino destro”.

Federico Nisii a Teleradiostereo: “Non credo che l’assenza in panchina di Fonseca contro la Samp possa cambiare più di tanto. Il portoghese non mi sembra uno di quegli allenatori che spostano l’esito delle partite con la loro presenza a bordo campo, come Conte per esempio. Recuperare a stretto giro di posta Perotti, Under e Mkhitaryan sarebbe davvero una grande cosa”.

Checco Oddo Casano: “La Roma a Genova inizia un altro tour de force, che spero Fonseca possa affrontare con qualche risorsa in più, soprattutto in attacco. Dopo aver letto le parole del chirurgo che ha operato Dzeko, mi sembrerebbe un azzardo mandarlo in campo con la Samp se ancora non è al 100%. Sarebbe giusto dare fiducia a Kalinic”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “In genere è complicato vincere a Genova, figuriamoci con Claudio Ranieri in panchina, che sicuramente sarà in grado di galvanizzare una Sampdoria partita finora malissimo. Sarà una gara difficile, si sbaglia a sottovalutarla, soprattutto perché c’è il rischio di non avere a disposizione Edin Dzeko, che al momento vale da solo il 30% della Roma allenata da Fonseca”.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio: “Ranieri è un grande allenatore, ha fatto la storia del calcio con il Leicester. La Roma invece ha tante assenze, possiamo dire che domenica andrà in campo quasi con la squadra B. Per questo non mi meraviglierei se la Sampdoria riuscisse a strappare un pareggio alla fine”.

Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “Ci sono 3/4 categorie di differenza tra la Roma e la Sampdoria, quindi i giallorossi devono essere considerati i favoriti. Poi però ci sono delle difficoltà evidenti, come la presenza di un nuovo allenatore come Ranieri, che non sbaglia mai all’esordio”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Siccome i campi non erano proprio perfetti, qualche giocatore si è lamentato, Petrachi li ha fatti rifare e ha levato tutti gli alibi. Ogni volta è colpa di qualcuno. Vediamo se sarà questa la soluzione. Ma se Cigarini entra così su Diawara… La foto di Under? Si sta guardando solo un dettaglio di questa iniziativa. Under non voleva dare alcun valore alla maglia della Roma in quel momento. Mi sembra esagerato. Io vorrei che si scandalizzasse per quello che sta accadendo lì non perché ha la maglietta della Roma. Tante volte si è troppo severi nei confronti di chi sta nella Roma e troppo benevoli per chi non c’è più: ad esempio c’è amore più per Ranieri che per Under in questo momento. E’ un meccanismo che non riesco a digerire. La Sampdoria si è un po’ indebolita ma non è una squadra che può stare in fondo alla classifica. Quagliarella ha un anno in più e ha perso un po’ di smalto ma è proprio un discorso di squadra. Con la Samp mi sembra impossibile che Fonseca possa tornare in panchina, forse otterrà uno sconto di una giornata”.

Roberto Renga a Radio Radio Mattino: “Voglio vedere come sta Kalinic: è da tempo che si allena e ci deve dimostrare che la sua presenza è più solida e concreta di quella di Schick. Voglio che la Roma ci mostri continuità, ci faccia vedere che squadra è: contro la Samp è un’occasione da non perdere, devi andare lì e vincere in maniera netta per farci vedere chi sei”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Nella Roma sono curioso chi scenderà in campo. Giocherà contro una squadra molto più scarsa di ieri: Dzeko è il giocatore più importante della Roma insieme a Kolarov, ma di gran lunga. Allora la Roma, che rimane favoritissima, affronterà comunque una partita con incognite e problematiche”.

Franco Melli a Radio Radio Mattino: “La Roma con la Sampdoria è favoritissima, almeno ad un controllo apparente della partita. Purtroppo è rimaneggiata e senza Dzeko: senza di lui la squadra è al 70%”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “La novità Riccardi in questo momento mi sento di escluderla. Non è mai entrato nelle rotazioni, sarà apparso in qualche convocazione quest’anno, e quindi credo che non sia nei pensieri di Fonseca. In questo momento credo ci siano più possibilità per Zaniolo e Florenzi all’occorrenza. Se non ricordo male in amichevole quest’estate Florenzi è stato provato come centrocampista centrale. Le prossime partite della Roma non saranno contro avversari di secondo livello: non si potrà permettere troppe sperimentazioni. Stadio? E’ giusto essere ottimisti”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “La Roma affronta due squadre che hanno cambiato l’allenatore: questa è un’incognita importante. Non so Ranieri cosa può fare in una settimana in una squadra disastrata, ma la squadra di Fonseca dovrà stare attenta perché appena si cambia il tecnico c’è sempre un po’ di spinta positiva”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “La Roma deve dare un qualcosa al suo campionato che fino a questo momento è anonimo, senza acuti. Anche per i giallorossi sono finiti i bonus e bisogna iniziare a fare qualcosa di importante. La partita con la Samp è un test importante: si deve vincere, al di là del cambio dell’allenatore”.

Print Friendly, PDF & Email

8 Commenti

  1. Contro la Samp la Roma deve ricominciare a vincere. Vero che ci sono infortuni importanti ma vero anche che rientreranno giocatori importanti, chi verrà messo in campo dovrà dimostrare di meritarsi l’ingaggio percepito.
    Sinceramente non so se Kalinic potrà sostituire degnamente Dzeko, ho sempre avuto forti dubbi sul suo arrivo, forse si poteva far arrivare un profilo diverso, ed in questo caso proverei uno schieramento diverso in attacco, anche inserendo u “falso nueve” tipo Zaniolo o Kluivert come punta, considerando che Florenzi può essere spostato in avanti. A centrocampo credo che giocheranno Cristante e Veretout mediani e Pastore trequartista. Per chi pensa e scrive in merito a Riccardi gli rispondo che non riesce ancora a far fare il salto di qualità alla squadra primavera, figuriamoci se possa già fare la serie A.
    FORZA ROMA
    Forza Roma.

  2. E’ pur vero che avendo preso Kalinic come sostituto di Dzeko debba giocare lui, però io una prova nel piazzare Kluijvert falso nove, con Zaniolo a supporto, non lo vedrei male. Certo è pericoloso fare un esperimento del genere in una gara contro una squadra ultima in classifica e con un nuovo tecnico, però…
    Su Riccardi si è detto tutto e il suo contrario. A mercato aperto SEMBRAVA dovesse essere venduto, (o dato in prestito), e c’è stata una sollevazione popolare! Per me se ha giocato Antonucci qualche spezzone di partita lo può fare anche Riccardi.
    Forza ROMA!

  3. Riccardi è un gran bel giovane (altro che non riesce a fare il saloto nella primavera), tant’è che la squadra che lo voleva era la juve. Bisogna avere il coraggio di lanciarlo.

  4. Riccardi meglio che vada a fare un po di gavetta altrove come fece Florenzi e Pellegrini, a Roma rischiamo di bruciarlo, a volte la tecnica non basta, per chi ha giocato qualche partita sa benissimo che conta la personalità a certi livelli.

  5. Se i giocatori non vengono presi in considerazione da più allenatori un motivo ci sarà, vedi Ucan, Coric ecc cambiavano le panchine ma loro sempre nell’anonimato, poi si è visto il loro rendimento anche in altri contesti, Riccardi andiamoci cauti. Con la Samp bisogna vincere in modo convincente, punto un euro su un gol di Kalinic

  6. Alcuni giornalisti romani sempre pronti a caricare tensione attorno la squadra giallorossa. Adesso anche la Sampdoria di Ranieri è più forte dei giallorossi. Anziché sostenere e fare critica distruttiva qui si distrugge e si crea tensione sempre.

  7. Oggi odia Totti, Ranieri e Manolas, ieri odiava Nainggolan, Salah e Alisson. Tra un anno l’ottavo di Cenerentola odierà Under e Zaniolo. Come te sbagli. La vergogna questa sconosciuta. Venduta per un piatto di lenticchie finte.

  8. Ranieri metterà in campo una squadra piena di difensori ed un solo attaccante….farà un mega catenaccio questa sarà la difficoltà maggiore occorrerà tanta pazienza e sfruttare le palle ferme queste partite si vincono con le punizioni o i calci di angolo serve, come si dice in gergo, una vittoria sporca….

Comments are closed.