SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio: “Schick sempre stato un talento, le sue qualità tecniche nessuno le mette in discussione”

Sandro Sabatini a Radio Radio Pomeriggio: “Sicuro che Schick non fosse uno su cui insistere un po’ di più? Magari non alla Roma, ma nel campionato italiano. Alla Samp ha fatto vedere cose pazzesche”

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Alcune cessioni sono auspicabili, rappresentano un peso economico. L’importante è che rimangano i Mancini, i Veretout, Pellegrini, Zaniolo… i più importanti. Aspettiamo a giudicare la campagna acquisti della Roma. Ho sentito nomi che non sono adatti, secondo me. Ad esempio, Belotti non penso possa essere l’alternativa a Dzeko, insieme a lui invece sono d’accordo. Non credo che Roma o Lazio faranno grandi colpi.”

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “Con gli Europei ora tutto quello che si dice sul mercato lascia il tempo che trova, è tutto fermo. Lo stesso Mourinho quando parla non parla della Roma, ma parla dell’Europeo. È stato annunciato più di un mese fa, non sappiamo i programmi, e neppure se andrà in ritiro o no. Mi sembra tutto troppo fermo. Non c’è un programma, Pinto è appena tornato dalle vacanze, si deve mettere in moto un po’ tutto il sistema. Dzeko? E’ l’ultimo anno di contratto, penso voglia strappare ancora un anno di contratto.”

Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “Al di là dei tre gol, si è visto un gioco nell’Italia. Dal punto di vista estetico in questa prima fase l’Italia ha fatto vedere il gioco più bello. Poi Belgio, Olanda e Inghilterra. La Roma deve prendere chi crede, indipendentemente dagli Europei. Prima di dare via Dzeko ci penserei molto bene.”

Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio: “Non credo ci saranno cessioni eccellenti, si parla di esuberi come Kluivert, Under ed altri. Secondo me Belotti arriva solo se parte Dzeko, altrimenti la Roma si è concentrerà su un profilo più giovane da affiancare. Mourinho è abituato a poco turnover. Ed è abituato a schierare squadre competitive in tutte le competizioni”

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “Fino ad ora bene l’Italia e il Belgio, e anche l’Olanda.  Non è facile vendere gli esuberi. Se la Roma non riesce a piazzare Florenzi, che gioca nel PSG e che gioca in Nazionale, gli altri è difficile piazzarli. A me risulta che non è previsto che torni a Roma. In ogni caso è tutto bloccato. Credo che la Roma abbia rapidamente individuato i punti da rinforzare e forse anche i giocatori, ma è tutto bloccato, perché tutti prima vogliono vendere. Ma tutti vogliono vendere, per questo nessuno ci riesce”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Daka? La Roma lo segue da un po’, ma deve sbrigarsi. Ha ereditato la maglia di Haaland, che è chiaramente più forte. Però ha fatto tanti gol. È un ragazzo. Se prendi un giovane così insieme a Dzeko è più sensato rispetto a Belotti. Sono interessato ad Aké, ma non mi è dispiaciuta nemmeno l’Ucraina. La trattativa di Xhaka non è rallentata, anzi. Credo che mercoledì prenderà le misure dell’Olimpico. Non mi fa impazzire l’idea di un europeo itinerante. Fino ad ora l’Italia è la squadra che mi ha convinto di più. Kjaer dall’altro giorno per me è nella Hall of Fame della Roma, ha fatto una gran cosa”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Xhaka fuoriclasse? Nutro perplessità. Ma se si dice che la Roma ha bisogno di un centrocampista per completare la rosa, l’acquisto ci sta. È importante non farne la punta di diamante del mercato. Euro2020? Il format non mi convince, la prima fase non serve a molto, si attendono direttamente le fasi ad eliminazione diretta. A me non è dispiaciuta l’Italia all’esordio”

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Da quello che so, ci sarebbe stata un’accelerazione per Rui Patricio, anche se il condizionale è d’obbligo. C’è stato qualche riscontro in più, soprattutto sul fatto che si sta approfondendo il discorso con il Wolverhampton. Questo però non significa che il giocatore arriverà di sicuro alla Roma”.

Marione a Centro Suono Sport: “Di Eriksen dispiace a tutti, un ragazzino di 29 anni che rischia la vita è una cosa bruttissima. Sabitzer? Non l’ho visto giocare ieri. Xhaka lo hanno bocciato tutti con la Svizzera, io invece no. Finalmente vedo un centrocampista per la Roma. E’ lento, quello è vero, ma ha un’intelligenza tattica superiore. Non ha mai perso una palla, e poi ha fatto un paio di bei lanci. Non sarà il più forte del mondo, questo è sicuro, ma di certo è più forte dei centrocampisti che abbiamo”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “La scelta se tenere Dzeko o meno non è semplice. O prendi un grande centravanti e ce ne sono pochi in giro oppure gli affianchi uno giovane. Ma non so quanto Dzeko abbia ancora da dare. Abbassare il monte stipendi migliorando la squadra è l’obiettivo un po’ di tutti, ma raggiungerlo non è semplice”.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

16 Commenti

  1. Ieri sera c’era la tv accesa in un ristorante e trasmettevano Olanda-Ucraina…..bhè immeritata la vittoria dell’Olanda, il VAR è una sòla conclamata. La farsa di questi Europei è ancor più scandalosa. Tra 20 giorni o poco più iniia il ritiro della Roma…..acquisti ancora zero….si sono fusi i pc di Pinto?

    • sarà che il calciomercato inizia il 01 luglio per gli annunci ufficiali ?
      Per cui questo è sempre il mese delle 500000 trattative con 1 milione di giocatori accostati ad ogni squadra esistente ?

    • Scusa perché guardi le partite degli europei? Siamo passati da “non dobbiamo guardarli” a guardarli di soppiatto in un pub? E io che ti avevo dato retta e avevo chiuso tutto: tv, computer, radio, telefono, avevo oscurato e insonorizzato le finestre per non cadere in tentazione…

  2. Alla Roma serve un regista, e su questo non ci piove. Magari anche bravo a tirare le punizioni. Xhaka non ha di certo brillato contro il Galles (è stato valutato tra i peggiori in campo) ma se lo ha veramente scelto il Mister dobbiamo fidarci.

  3. Domanda per gli espertoni del sito: come mai Kluivert e Karsdrop non sono stati convocati dall’Olanda se sono così forti?

    • Il discorso è molto semplice: o compri 3/4 giocatori di alto livello e riduci il gap con chi ti ha preceduto nettamente quest’anno (e lo vedremo a breve) o resti come stai/compri gente di seconda o terza fascia e ti ritrovi sesto/settimo anche il prossimo anno.

Comments are closed.