SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Ciccio Graziani a Centro Suono Sport: ”Non ci esaltiamo troppo con Fonseca, manteniamo gli equilibri. I risultati stanno andando bene e l’allenatore ci sta mettendo del suo. Domani sera è un test importantissimo con una squadra di valore. Alla fine del girone d’andata potremmo fare un piccolo bilancio. Ilicic e Gomez possono fare la differenza. Mi aspettavo che questa squadra facesse i risultati, il mercato mi era piaciuto. Fin dai primi giorni ho visto un uomo concreto che si è preso le sue responsabilità. Rimprovero a Fonseca di parlare ancora troppo poco italiano. Credo che dentro Trigoria parli in italiano. Questo è il vero Dzeko, quello dell’anno scorso era un Dzeko camuffato. Se Kalinic avrà un po’ di spazio potrà fare anche una decina di gol. Possono anche giocare insieme. Zaniolo è un talento che regalerà soddisfazioni però il salto che ha fatto è stato triplo. Ora bisogna preservarlo e non dargli troppe responsabilità. Con Smalling non rischia nulla Fonseca perché avrà visto come ha lavorato”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Coniai anni fa un mantra a favore di Di Francesco, ‘in Eusebio we trust’, ora parte il nuovo motto “nel lusitano noi crediamo”. Fonseca è sicuramente l’elemento catalizzatore della Roma, capace di lavorare a 360 gradi sulla testa, sulle gambe e sulle qualità di un gruppo che oggi, forse, può farci coltivare qualche sogno sportivo in più rispetto al contentino del quarto posto. Apprezzabile il fatto che si sia reso conto subito delle difficoltà che avrebbe incontrato nel calcio italiano e che abbia adattato le sue idee al nostro campionato. Fonseca non era la prima scelta della Roma e di nessuno tra osservatori e tifosi, ma ci stiamo legando a questo professionista, perchè stiamo vedendo una squadra che si impegna, che getta sempre il cuore oltre l’ostacolo e che sta rispecchiando le attese del tifoso romanista sul piano dell’identità e dell’appartenenza, elementi che erano stati dispersi nella scorsa stagione”.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “Apprezzo sempre di più la comunicazione di Fonseca: è un allenatore che non dà mai adito a generare particolari polemiche, che non strumentalizza le conferenze per lanciare segnali a terzi e che riserva sicuramente le considerazioni più importanti al gruppo nello spogliatoio. Fonseca e Petrachi credo e spero stiano lavorando nella quotidianità per creare un nuovo modo di affrontare l’attività sportiva, con maggiore serietà e maggiore senso d’appartenenza. La gara con l’Atalanta sarà difficilissima, un avversario che la Roma soffre maledettamente da anni soprattutto all’Olimpico. Mi aspetto una Roma gagliarda, che sfrutti anche un favore ambientale e quel pizzico di euforia in più che sicuramente la vittoria di Bologna ha trasmesso nella tifoseria”.

Stefano Carina a Radio Radio Pomeriggio: “Fonseca è molto intelligente, ha già capito cosa la gente vuole sentirsi dire. Mi interessa di più vedere la sua squadra in campo. Anche se la Roma non avesse vinto, a me a Bologna i giallorossi erano piaciuti, sono stati padroni del campo. Mi sembrava una squadra con il pallino del gioco. Il vero esame però è domani, perché affronta una squadra costruita per mettere in difficoltà. Sono curioso di vedere Smalling. Domani capiremo qualcosa di più sulla Roma di Fonseca. Penso Zaniolo giocherà”.

Nando Orsi a Radio Radio Pomeriggio: “C’è da aspettare una Roma di verifica. Le cose sono migliorate grazie ai risultati, ma adesso c’è un test importante, uno scontro diretto per il quarto posto. L’Atalanta all’inizio ebbe difficoltà anche l’anno scorso. La Roma ha gravi assenze: Under, Perotti, Mancini, Zappacosta. La Roma è un’ottima squadra, deve registrare la difesa. L’Atalanta testerà la fase difensiva giallorossa. Roma Atalanta è uno scontro importante quanto Inter Lazio”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Contro l’Atalanta mi aspetto una Roma ancora prudente. Non mi aspetto i terzini alti, per capirci. Fonseca sta crescendo partita dopo partita, spero che questa stagione somigli alla prima di Garcia, magari con un trofeo. Il problema degli ultimi anni degli allenatori è stato il secondo anno, il primo è la luna di miele per tutti. Fonseca viene dal calcio di periferia, per lui la Roma è la porta per entrare nel calcio che conta, ma è un tecnico molto ambizioso, se il prossimo anno gli smontano la squadra potrebbe anche farsi sentire”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Fonseca nelle ultime due di campionato si è dimostrato un allenatore capace anche di adattarsi all’avversario, e questo è un bene. Fonseca sta crescendo in maniera molto veloce. Non mi aspetto un turn over contro l’Atalanta, al massimo cambierà 2-3 uomini non di più. Quest’anno la Roma deve entrare in Champions, se poi arrivasse un titolo tanto meglio. Fonseca è un allenatore ambizioso, se il prossimo anno non gli riscattassero Mkhitaryan o gli vendessero Zaniolo, Fonseca si arrabbierebbe, giustamente. L’ho detto ad inizio anno e lo ripeto adesso: forza Fonseca, anche perché non sarà messo nelle migliori condizioni per fare bene. Gli allenatori che sono andati via da Roma negli ultimi anni poi non hanno fatto bene neanche altrove, questo va detto”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo:  “Leggiamoci i numeri degli allenatori che si sono seduti sulla panchina della Roma dopo Capello, la media è uno all’anno. Non mi fido, e non di Fonseca, che secondo me ha dei meriti innegabili. Ma ora eccoci di nuovo qua, a dover esaltare dove abita, cosa mangia…purtroppo è un problema di mentalità che non cambierà mai. Ognuno racconta quello che ritiene più importante. Fonseca è stato bravo a intervenire sugli errori commessi all’inizio. Diciamo la verità, fa riflettere il fatto che lui fosse la quarta scelta. Mihajlovic era un’idea forte di Petrachi che lo aveva avuto a Torino, poi l’ambiente ha influito sulla scelta. L’Atalanta ha tante carte per mettere la Roma in difficoltà, spero nella carica dell’Olimpico”.

Ubaldo Righetti Tele Radio Stereo: “Secondo me Fonseca ha fiducia in Juan Jesus nonostante la partita con il Genoa, ci può contare perché lui ha dimostrato di essere uno che sa reagire. Non sono preoccupato, ci deve essere un lavoro di squadra in difesa, però se mette Smalling dall’inizio senza essere al 100% a rischiare è proprio il brasiliano”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Qualcosa dopo il derby si è acceso, ci sono stati dei piccoli accorgimenti che hanno portato a questa Roma qui. Ora la squadra lascia poco spazio dietro, tiene sempre un terzino accanto ai due centrali, alza l’altro terzino al livello dell’attaccante a formare un tridente con l’altro esterno d’attacco, e poi c’è questa linea centrale di quattro giocatori che è formata dai due centrocampisti, il trequartista e uno delle due ali che viene incontro. Si vede totalmente la Roma di Fonseca, perchè nessuna squadra attacca così in Italia…”

Furio Focolari a Radio Radio MattinoL’Atalanta sul piano del gioco fino ad ora mi ha deluso, ma è comunque una partita difficile. L’azione decisiva a Bologna è partita con una furbata eccezionale di Juan Jesus su un’azione avversaria”.

Roberto Renga a Radio Radio MattinoL’aspetto positivo della partita di Bologna è che la Roma ci ha creduto e per quello ha ottenuto i 3 punti, non è stata fortuna. Veretout poteva cadere al primo tentativo di fallo, invece ha insistito ed ha propiziato il gol. Un pronostico con l’Atalanta? Secondo me vince la Roma”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio MattinoMi aspetto una Roma più brillante di Bologna, l’Atalanta subisce molto rispetto all’anno scorso. La squadra di Mihajlovic ha isolato Dzeko, che ha fatto quello che ha potuto, poco. Ha tirato in porta al 90’, ma poco altro. Dovrebbe essere partita da over, una partita da prendere con le molle. Ma la Roma ha trovato le varianti, può girare i giocatori anche dietro: Spinazzola l’ho visto bene ed è in forma, mi aspetto una conferma del gioco”.

Franco Melli a Radio Radio MattinoFonseca fa diventare migliori anche i peggiori ed è una grande virtù. Alla lunga la Roma ha meritato di vincere ma va detto che è stata anche fortunata”.

Nando Orsi a Radio Radio MattinoRoma più viva e più vispa col Bologna. Solo una squadra con esperienza pensa di poter fare un’azione da gol al 94’. Fonseca mi sembra una persona riflessiva che cerca l’adattamento migliore a questo campionato, secondo me sta lavorando discretamente. Per ora è tutto anche al di sopra delle previsioni: con l’Atalanta è una prova del nove, le prime due in casa con Genoa e Lazio sono state disastrose”.

Print Friendly, PDF & Email

41 Commenti

  1. Un appello sia a chi contesta sia (e soprattutto) a chi ha iniziato a combattere i contestatori abbassandosi allo stesso livello: basta con sta guerra tra gialli e rossi, siamo tutti tifosi romanisti (non credo più né all’ipotesi di complotto né alla presunta origine sbiadita) e sprechiamo una marea di energia per litigare tra noi. E’ una cosa stupida.

    Cerchiamo di elevarci al di la delle varie divergenze (che sono spesso più “politiche” che altro) e torniamo a parlare di calcio e di 11 ragazzi che difendono i nostri colori.

    Forza Roma!

  2. @serao: attendo ancora risposta sul tuo giudizio sugli episodi di cui non parli, e a cui non hai risposto, quelli che mandano all’aria la tua teoria di Roma aiutata a Bologna. ps: attendo anche di capire perchè un laziale vada a leggere con tale assiduità un sito romanista, ma a ciascuno il suo hobby. pps: i tuoi colleghi di tifo che fanno i cori contro la mamma di zaniolo sono persone miserrime, riferisciglielo, io non ho di queste frequentazioni

  3. Ieri abbiamo assistito allo sfogatoio dei paggetti, evidentemente frustrati da mesi.
    I paggetti pensano che sia tutto legato ai risultati, in parte hanno ragione del resto per vincere un trofeo bisogna vincere le partite.
    Quello che perdono di vista invece sono i buffoncelli che ancora oggi stanno dentro la Roma e che malgrado lo scandaloso rigore e arbitraggio di Bologna stanno zitti.
    Peccato un’occasione persa per ricostruire un minimo di credibilità.
    La Roma quest’anno deve vincere.(punto)
    fino a quel giorno…..pallotto vattene tutta la vita

    • Continuare con questa litania voi contro tutti è veramente puerili. primo non siete i veri tifosi della Roma secondo se non reggi il confronto creati un tuo blog insieme ai tuoi amici e vi parlate fra voi terzo chi mi dice che i veri paggetti siete voi al servizio di un ben noto chiamiamolo imprenditore di Roma? la Roma quest’anno deve vincere punto? sognare è bello pure io vorrei andare a letto con Naomi ma è un sogno…..allora dite che la Roma deve vincere la Europa League? l’ultima squadra italiana che l’ha vinta ? L’Inter 20 anni fa…….ultimo scudetto vinto 19 anni fa…..ora invece di sognare si realista…..sono sicuro che qualora dovesse vincere la Roma mercoledì troverete altri bizantinismi per sminuire il tutto…..non li anticipo perché sono scaramtico….se poi la Roma perdesse….strombazzerete tutto il vostro malumore dicendo avevamo ragione noi….tanto come la giri la giri a oi non vi sta bene nulla
      PS non sono paggetto di nessuno ma ragiono e per ora la Roma è un cantiere l’allenatore si è dimostrato scaltro e malleabile

  4. allora, con un account (PV) chiede lo scudetto dopo aver detto, per un’estate intera, che la campagna acquisti era da salvezza risicata, e l’allenatore un brocco. con l’altro (plusvalenza) ci ricorda che i buffoncelli non hanno protestato per l’arbitraggio e che la Roma deve vincere (come fa di solito, aggiungo io, noi la tifiamo la Roma per il palmares, no?). comunque l’ambiente va destabilizzato. le partite vinte sono contro signori nessuno o con buona dose di fortuna (come ci ha spiegato ieri: arbitraggo inguardabile, ma Roma fortunata), le altre so scoppole subite pure se si è pareggiato (pareggi utili per la salvezza a suo dire), ed oggi cambia tattica destabilizzatoria, dato che i risultati non lo confortano, e chiede lo scudetto, nonostante i punti racimolatti qua e la con tanta buonasorte e niente più. oh, magnifico sole, al mondo non vedrai cosa maggior di Roma. e ipocrisia di pensiero tale

    • Scusa ma pallotto che ce l’ha a fare la Roma?….non glielo ha detto il dottore.
      Allora vedi che vieni ai ragionamenti che facciamo?….questi indegni tengono la Roma in mano solo per il quartiere.(punto)
      Se a te fa piacere puoi anche dirlo ma non ti prendere in giro da solo, 10 anni di prese per il culo possono bastare.

  5. Fin’ora abbiamo appurato che Fonseca schiera una squadra di base 4-2-3-1 e in effetti difensivamente siamo stati sempre schierati cosi, con il trequartista centrale spesso (contro le difese a quattro) al livello della punta nella prima pressione sui difensori avversari .

    E’ nella fase offensiva che abbiamo visto qualche cambiamento. Inizialmente (Genoa) avevamo i due terzini larghi e altissimi, i tre trequartisti (di cui i due esterni molto accentrati) a venire indietro incontro al pallone, e un box di quattro giocatori (2 difensori centrali e 2 mediani) a gestire il palleggio in attesa di una verticalizzazione o di una palla servita in ampiezza sui terzini. Si era visto anche uno dei due mediani mettersi in mezzo ai due difensori centrali in fase di possesso nella nostra metà campo, togliendo quindi un giocatore dalla linea mediana che (credo) non venisse adeguatamente compensato dai movimenti indietro dei trequartisti (specialmente in caso di ripiegamento immediato per palla persa).

    La nuova soluzione di fatto toglie un terzino dalla fascia lasciandolo in linea con i difensori centrali in fase di prima impostazione, terzino che poi sale in linea con i due mediani quando la palla supera la metà campo. Questo ha ovviamente reso migliore il palleggio in costruzione e più efficace la copertura. Per fare ciò Fonseca ha spostato uno dei due trequartisti laterali largo sulla fascia al posto del terzino e ha sistemato gli altri due trequartisti sui due lati della punta.

    Il punto è che Fonseca non ama i trequartisti esterni che giocano larghi sulla fascia, ciò nonostante in squadra se ne è trovati almeno tre abituati a farlo ma due (Perotti e Under) sono out per infortunio e l’altro (Kluivert) le ha praticamente giocate tutte (regalando panchine a Mhkitaryan e Zaniolo) e da quel che leggo non è uscito al top da Bologna.

    Arriviamo quindi all’Atalanta, partita in cui dubito seriamente che Fonseca rinuncerà al terzino arretrato. Mi chiedo quindi, se Kluivert come penso riposerà, che si inventerà Fonseca? Mhkitaryan esterno non credo, Zaniolo ancora ancora ma è un po’ sprecato? o Forse no? L’unica alternativa è un Florenzi alto a sinistra (e quindi di nuovo panca per Mhkitaryan).

    Personalmente spero si arrivi a un qualcosa di meno prevedibile: il giochetto del terzino che non sale è un’idea funzionale ma lo sarebbe di più se non ci fosse un solo terzino pre-determinato e si riuscisse ad applicare la cosa in qualche modo alternando la disposizione a seconda del lato del campo dove si sposta la palla.

    Forza Roma!

    • si chiama analisi tattica, pare che a sto sport serva, per giunta è precisa e puntuale. se leggi il Romanista di oggi c’è quella della partita col Bologna. magari te mpari qualcosa e eviti alcune baggianate che scrivi

    • disamina molto acuta. Secondo me continuerà con Zaniolo esterno. so che è “sprecato” ma anche che spostare Florenzi non sembra (almeno fino ad oggi) nelle intenzioni del mister. POi magari ci sorprende eh.
      Inoltre non credo tenga in panca Niccolò dall’inizio per due partite di fila, ma questa è più una sensazione.

      Daje Vale’, FORZA ROMA!!

      PS:
      pe sto babbione qua sotto de PV manco ce spreco litanie.

  6. domani all’olimpico di Roma finisce come il gatto con il topo…. (il sorcio è gasperino il carbonaro…..)
    pure in austria succederà così…
    pure a lecce, povere cime di rapa……..
    povero cagliari all’olimpico…. (scusaci Radja)
    conte è il grande bluff e presto lo vedremo (non domani però, perchè domani si svelerà l’altro grande bluff di formello…………….)

  7. Io la penso come te. Mi stupisco, leggendo anche gli altri , che ancora ci sia una sacca di ragionatori che non capiscano che qui a Roma non siamo gente alloccona…e lo siamo da sempre. La Roma è amoR, e chi mette contro questo amoR ci vedrà sempre dall’altra parte a difesa . Anche io voglio il tuo “sogno”.

    • Anche io la penso come voi. Bisogna difendere la As Roma tutta e cioè dirigenza tecnici e giocatori dall’oscuro nemico che in questi 90 anni ci ha derubato dei nostri sogni.
      Solo così potremo sperare di raggiungere quegli orizzonti di gloria imperitura che Roma merita anche per il solo fatto di esistere. Trionfare tra le proprie mura come nelle lontane lande ostile dove il nemico ci attende per fieramente pugnare.
      E infatti vi dico, voi che di pugnette siete conoscitori, estimatori, cultori e finanche fini utilizzatori, che siano esse mentali o reali, andate e pugnate e se necessario soccombete, ma vi prego indietro NON TORNATE !!!

    • Ah a Roma non ci sono allocconi? Guarda che il primo sei tu che abbocchi alle stronzate di uno che di mestiere fa l’impiegato della contestazione conto terzi: Uno che dopo un’estate passata a criticare in toto la campagna acquisti della AS Roma, definendola da squadra da metà classifica, appena ha intuito segnali positivi dal campo, ha cambiato subito registro parlando di sogni scudetto, di 3 punti ad ogni giornata e di vittoria obbligatoria in Europa League.
      Michele Cesiri, Alloccone Tessera N° 000001. Avanti il prossimo.

  8. da domani sera vi sarà tutto più chiaro, “cari” multitroll formellesi……
    perchè è il tuo destino già ampiamente segnato, “caro” fallito multitroll tifoso della lazzie, continua pure ad insultare la mamma di zaniolo poi vedrete chi vi purgherà dal prossimo derby….. perchè così finirà il vostro destino….. il vostro destino finale è nella patria della porchetta…. esattamente sul ponte……..

    Forza Roma, Sempre Forza Roma, Solo e Soltanto Forza Roma
    Daje Roma dajeeeeeeeeeee!!!!!!

  9. lamentarsi pubblicamente degli arbitri è controproducente, per cui, anche se a caldo il tifoso vorrebbe che la società si facesse sentire, forse è opportuno che si faccia sentire nelle sedi e con le modalità opportune.
    La Roma quest’anno deve vincere? che cosa?
    I tifosi della Roma sognano sempre lo scudetto, ma sanno perfettamente che non è un traguardo raggiungibile a breve.
    L’Europa League? a primavera ci sono squadre di altri paesi che corrono sempre il triplo delle italiane e con le eliminate dalla CL diventa un obbiettivo proibitivo; certo, due anni fa siamo arrivati quasi in finale di CL, quindi sognare non costa nulla.
    La coppa Italia? certo, magari! ma abbiamo la Juve ai quarti, credo ancora a Torino, perché da quando non ci sono più le teste di serie in base alla classifica del campionato, “qualcuno” fa in modo che la roma capiti praticamente sempre contro la juve ai quarti, mentre la lazio sempre dall’altra parte, per avere la strada spianata verso la finale (si sa che tutte le altre, ad eccezione della juve, puntano ad un posto in CL penalizzando i turni di coppa, mentre la lazio rinuncia sempre a fare una squadra forte per puntare alla coppa italia, è la strategia perdente/vincente di Lotito).

    forza Roma sempre

  10. Ecco lo puntuale anche oggi “sor nessuno” che pretende come fosse il padrone della società Roma e possessore della verità assoluta di noi tifosi. Soltanto pensare minimamente che potesse essere veramente un tifoso della nostra Roma c’è da rabbrividire e sentire vergogna. Colui che parla come un libro strappato solo menzogne senza capo e senza coda eccolo riconoscetelo ma non fatevi ingannare. Sempre e comunque FORZA ROMA. Lotito resisti.

  11. La società ha operato bene quest’estate, nei limiti delle proprie possibilità! cosa non accaduta con l’ex DS, che se ne è andato e ha lasciato i danni a roma. Il fatturato non permette di portare Campioni a Roma, noi dovremmo batterci e farci sentire per lo stadio!

  12. Si si parlà è sempre facile . Infatti sete boni solo a quello.
    Com’è che dicevi ieri ciaone se vedemo a primavera ?
    AHAHAHAHAHA e tutta roma che contesta sempre sempre il quartiere ndo stà ? Nelle tue fantasie di bimbo ?
    E ricordate FORZA ROMA e LAZIO MERDA

  13. Tutti i tifosi vogliono vincere, mentre voi contestatori pretendete di vincere con una squadra che ritenete da metà classifica. La contraddizione è talmente palese che è incomprensibile come non ci arriviate da soli.
    Ma io una spiegazione ce l’ho: voi appartenete a quella categoria di tifosi che non sono sopravvissuti alla finale del 26 maggio contro i cugini e il ricordo di quell’evento vi fa talmente inca**are da aver perso lumi della ragione. A noi tifosi navigati quella finale brucia un po’ ma è niente in confronto ai rigori col liverpool nell’84, al lecce dell’86 all’Inter del 90 ecc.
    Liberatevi dalla schiavitù di lotito e tornate a tifare roma, a sognare senza pretendere.
    Sempre forza Roma

Comments are closed.