SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO –  La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Formazione obbligata, si poteva pensare alla difesa a 4, ma ora non è possibile. L’aspetto che mi preoccupa è la difesa, c’è un giocatore adattato, uno appena rientrato. Milik? Non mi fa impazzire. Se devo pensare ad un erede di Dzeko Milik non mi convince. Meglio Belotti, se potessi prenderei Vlahovic. La Roma ha fatto tanto per arrivare qui, bisogna riconoscere a Fonseca il merito di averla portata fino a qui”

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma ha una grande responsabilità, rappresentare l’Italia in Europa. Mi è piaciuta la manifestazione dei tifosi, speriamo possa caricare la squadra. Mi è piaciuto vedere l’emozione dei calciatori, si è visto che erano molto emozionati. ”

Ilario di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio: “Potrebbe essere un tema, la società che si è opposta alla superlega, la Roma, e quella che invece aveva aderito. In questo momento per la Roma è o tutto o niente. Io sono convinto che Fonseca ha qualche altra cosa in mano per il futuro”

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “Penso che sia un discorso tecnico. Vediamo che succede, il ricordo con il Barcellona dà coraggio e ti fa vedere che nel calcio succedono cose strane. Nessuno avrebbe immaginato la qualificazione della Roma quella volta. C’è sempre questa via d’uscita. Manchester passa al 70%”

Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “Cristante braccetto di destra mi preoccupa. La difesa è un po’ preoccupante.”

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio: “Solskjaer non aveva offeso nessuno, intendeva dire che non conosceva le caratteristiche tecniche magari”

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Coltivo speranza, ho percezioni normali, ma senza illusioni. Non considero la Roma una squadra che parte battuta. La Roma in Europa è sempre stata sufficiente o più. E il Manchester, anche se ha grandi giocatori, non mi ha mai impressionato particolarmente. Contro il Milan non ha fatto nulla di eccezionale. Quindi c’è spazio per le speranze. La presenza dei tifosi oggi non passerà invano, avrà qualche effetto. Comunque vada a finire, la gente credo voglia vedere una squadra che si gioca le sue chance fino all’ultimo, facendo il possibile. Se dovesse uscire, nessuno ti crocifigge. Ma il tifoso vuole vedere il giocatore che dà tutto. E penso che esista la possibilità che questa squadra domani abbia un sussulto”

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “LA Roma parte sfavorita, però può accadere qualcosa di inaspettato. Non sono del tutto demoralizzato. Quando vedi i tifosi è trascinante. Dobbiamo parlare razionalmente, la Roma secondo la razionalità non dovrebbe presentarsi quasi, ma poi bisogna andare oltre la razionalità. Spero che i giocatori prendano qualcosa dai tifosi. Non mi aspetto novità di formazione”

Marione a Centro Suono Sport: “Forza Roma, comunque la squadra ce l’abbiamo… L’Europa League è la nostra Champions League. Se dovessimo vincere si festeggia. La Roma è una squadra scarsa, ha avuto un presidente assolutamente riprovevole. Non vinciamo da 13 anni, e non avrei mai creduto che saremmo potuti arrivare in semifinale visto quanto siamo scarsi. E ora che ci arrivo, dovrei dire che l’Europa League non vale niente? L’Europa League è la nostra Champions, punto. Ma se eravamo in finale di Coppa Italia, che dicevamo, che era un porta ombrelli? No, sarebbe stata la gloriosa Coppa Italia… Sarri? Per una Roma non miliardaria va bene, perchè insegna calcio. Allegri è meno divertente ma più vincente, perché quando arriva lui arrivano anche giocatori importanti”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Mattino: “Ma ten Hag alla Roma in un progetto giovani non sarebbe molto meglio di Sarri? A me sembra l’allenatore migliore per questo tipo di progetto”.

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “Allegri alla Juve? Fino a 20 giorni fa mi avevano detto che era impossibile, ma se ci fosse un cambiamento radicale nella dirigenza bianconera le cose potrebbero cambiare”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Aspettiamo la formazione ufficiale, la Roma può giocarsela con un po’ di energia e protagonisti. Va tenuto conto che è una partita andata e ritorno. Con l’Ajax pur soffrendo ha fatto una vittoria e un pareggio. Bisogna vedere anche come stanno alcuni giocatori, tipo Smalling e Diawara”

Mario Mattioli a Radio Radio Mattino: “Nasce malissimo questa partita per l’instabilità di cui si vuole accreditare l’allenatore. Lui è li per fare poche partite e poi andrà via. Tutto questo arriva nello spogliatoio e in piccola parte può condizionare il match. Si arriva nelle peggiori condizioni. Se la formazione è quella che noi pensiamo le chance ci sono per la Roma.”

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “Dipende tutto dallo United. Se gioca come con il Milan è giocabile. La Roma non sta bene, non credo a prestazioni miracolose dopo partite così brutte. La formazione della Roma deve essere quella. Mkhitaryan non sembra in condizione fisica eccezionale, risente forse dell’infortunio. Deve essere una squadra che deve aspettare e ripartire. Bisogna avere un punteggio che permette un ritorno giocabile. Metterei Carles Perez titolare.”

Francesco Di Giovambattista a Radio Radio Mattino: “Lo United ha tantissime possibilità in avanti. Può effettuare tantissime rotazioni e quindi non sarà facile capire chi giocherà come punta. La decisione verrà presa anche in base alle condizioni di Fernandes e Pogba e la situazione complessiva del centrocampo. Quello dei Red Devils è uno spogliatoio bello caldo.”

Print Friendly, PDF & Email

14 Commenti

  1. Certo che portatori de sfiga.Ok saranno più forti ma stanno in lite fra di loro e hanno un allenatore scarso più del nostro.Se ci snobbano possiamo fare male mi aspetto tanto da tutti e il milan dimostra che non sono il Real madrid si possono battere.

  2. Bene,oggi giornata di Romanismo. La nostra volontà l’abbiamo espressa a Trigoria. Adesso i FACTA. OSA,LOTTA E VINCI…..AVANTI A.S. ROMA!
    P.S. al bontempone laziale che non sa nemmeno perchè scriviamo “avanti” ….senza parole.

  3. Per tenere testa allo United basterà aggressività per 90 minuti e non regalargli gol come troppo spesso facciamo, che se li guadagnino i gol gli avversari invece di ricevere regali per nostre distrazioni, togli questo e ci scappa il risultato buono, daimò, vittoria o pareggio con gol, magari 2-2 se proprio dev’essere pareggio

Comments are closed.