SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Fonseca normalizzerà la trattativa di Spinazzola. Friedkin? Credo che la prossima settimana può essere importante per l’avanzamento dei lavori ma per il closing se ne parla per i primi di febbraio. Spinazzola è quello che ne esce peggio da questa trattativa. L’impegno economico per l’ex Juve era notevole e l’Inter ha deciso di sfilarsi. Non sono stati corretti, non mi è piaciuto come si sono comportati. Shaqiri è il nome più forte ora per la Roma. Se si vuole continuare a competere per i primi posti non si può abbassare il monte ingaggi”.

Furio Focolari a Radio Radio: “E’ una farsa anche perché a rimetterci sono i due giocatori, non si gioca sulla pelle delle persone. L’Inter e la Roma hanno sbagliato, bisogna fare le cose con un certo ordine, non si può trattare le persone come carro da bestiame. I motivi tecnici li ho capiti, anche perché i dirigenti cercavano delle situazioni nello scambio che potessero favorire una squadra piuttosto che un’altra. A Conte Spinazzola oltre a Young va anche bene rispetto a Politano che è un giocatore che non considerava quasi per niente. Credo che Conte in questo caso non c’entra. Hanno cominciato a cercare una serie di postille, e poteva succedere che Politano a Roma giocava e raggiungeva gli accordi stabiliti. Quindi a fine stagione la Roma doveva prendersi Politano e tornava anche Spinazzola”.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “E’ una farsa e una situazione che danneggia i giocatori a livello d’immagine e professionale. Pensate a Spinazzola per il quale sono stati palesati dei dubbi sulle condizioni fisiche, come potrà rincasare a Roma o trovare un nuovo trasferimento? Pensate alla frustrazione di Politano che dopo aver coronato il sogno di tornare a Roma ieri è tornato a Milano. Credo che molto dipenda dalla volontà di Conte perché voleva un altro giocatore. Ha preteso che fosse acquistato un altro terzino sinistro ed è stato l’allenatore. Penso che parta da lui, e dopo Marotta alla luce di quello che è successo quest’estate per Dzeko ci ha messo del suo. Considerando che Spinazzola ha superato l’idoneità sportiva, la Roma probabilmente ha gli strumenti per poter andare alle vie legali per il danno d’immagine a Spinazzola. E’ stata l’Inter a proporre lo scambio e la Roma aveva detto no, poi si è infortunato Zaniolo e la sera stessa hanno parlato di nuovo dello scambio. Il tentativo che si fa adesso è su Shaqiri che si può prendere in prestito. Suso non fa impazzire Fonseca e lì c’è il Milan che vorrebbe lo scambio con Under che la Roma non vorrebbe fare alla pari perché Under è molto più giovane”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Cristante è pienamente recuperato, è una valida alternativa in campo. Difesa a 3? La Roma ha un’identità sua, non c’è l’emergenza per andare a cambiare. I terzini ce l’hai. Non credo che la Roma giochi così contro il Genoa. Se proprio vuoi cambiare ti metti 4-3-3. Peres o Spinazzola? Brunetto è il mio preferito (ride, ndr). E’ un giocatore che mi sta molto simpatico. Non ti so dire come sta Spinazzola psicologicamente. Pellegrini diffidato, meglio lasciarlo in panchina? Bisogna vincere col Genoa, l’Atalanta con la Spal potrebbe prendersi i 3 punti. Derby ok ma non bisogna tralasciare la partita. Il Genoa è fragile. Spinazzola? Può succedere a volte nel calcio per interessi dell’ultima ora. Dispiace che ci vada di mezzo un giocatore per una condizione fisica positiva. Per il resto sono cose che non dovrebbero succedere ma in questo mercato dell’ultima ora può succedere”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Fonseca è un allenatore che si adatta, che è capace. Vede che c’è una situazione che deve essere risolta. È soltanto una variazione giusta a una squadra alla quale serviva di fare una cosa del genere. Cristante lì può essere una soluzione, com’è giusto che ce l’abbiano gli allenatori capaci, e Fonseca lo è. Se giochi sempre allo stesso modo le altre squadre ti prendono le misure. Spinazzola o Peres? Bruno Peres, è una sensazione. Secondo me tra i due in questo momento non c’è una grandissima differenza, uno dei due va bene, forse per simpatia. Pellegrini si è riscattato? Non essendoci più Zaniolo deve prendere la Roma e caricarsela sulle spalle, è il miglior giocatore e deve dare dei segnali importanti. Bisogna pensare partita per volta e lui deve diventare giocatore simbolo. Bisogna capire se è un affare tecnico o dove è intervenuto l’allenatore. Se Conte chiede un altro terzino sinistro è chiaro che non punta su quello che la società stava facendo”.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.

7 Commenti

  1. Il signor Orsi è sicuramente un burlone, non voglio pensar male. Bruno Peres è una sciagura in forma di calciatore e sul suo ritorno, peraltro coatto, a Roma sarebbe opportuno stendere un velo pietoso. Del resto a Parma in dieci minuti scarsi ha potuto agevolmente ricordare a tutti di quali orrori è capace…

  2. prima o poi rivoglio Politano a Roma…. ieri era in lacrime, amore, passione e orgoglio di indossare i nostri colori vanno ricompensati, a breve, lo spero tanto…..

  3. A pensare che Politano era della Roma. Questo dovrebbe farci capire quali erano le priorità nel passato. Davvero spero che non si ripeta più una situazione del genere. Spero che i giovani molto promettenti provenienti dalla primavera, non vengano più sacrificati per fare plusvalenze selvaggie. E vengano aggregati in prima squadra in pianta stabile. Bisognerebbe avere più considerazione dei giovani che fai crescere nel settore giovanile. Anche perché vedo che si vanno a prendere altri giovani in altri clubs che non hanno nulla di più dei nostri. Voglio dire: i nostri; alcuni dei più forti non hanno nulla da invidiare ai vari Under o Shick per intenderci. In questo momento un presidente sta andando via, ed un’altro sta arrivando. Quindi non ci sono soldi da spendere. Ma spendere 15 milioni per Shaqiri che non gioca con frequenza; è un panchinaro fisso nel Liverpool sembra davvero un estorsione. Un po come JJesus da noi. Forza ROMA…finirà questo periodo cupo…!!!

    • si ripetera’ molto spesso .. dei Primavera la Roma ne vende una ventina l’ anno a 300 mila euro di media alle squadre di serie B o di bassa classifica di serie A .. fanno un fatturato di 6 milioni l’ anno .. mica male, no ? poi, per qualcuno di essi, la Roma si assicura il diritto di recompra per un milione circa e se il ragazzo sembra avere doti non rivelate quando era piu’ giovane, la Roma se lo puo’ riprendere pagando il disturbo alla squadra alla quale lo aveva venduto per pochi euro .. che comunque tanto pochi non sono .. se pensi che un impiegato medio guadagna 1300 euro netti al mese (forse pure meno ..) x 14 mensilita’ x 40 anni di lavoro = Totale 728 mila euro .. poco piu’ del doppio del valore del giovane primavera ..

  4. I giovani della primavera in parte vengono ceduti, in parte restano nell’orbita della società. In linea di massima nessuno ti fa più crescere un giocatore senza ricevere in cambio un vantaggio economico. Questa dei giovani ceduti comunque è una litania con scarsi riscontri: non vedo fenomeni perduti nella recente produzione giallorossa. Purtroppo per tornare a competere serve gente forte e io in rosa ne vedo davvero poca…

Comments are closed.