SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

“.

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Pomeriggio : “Anche se non c’è in gioco la qualificazione, bisogna onorare l’impegno di stasera al meglio. Quelli che giocano meno devono disostrare il più possibile che l’allenatore sbagli a non metterli in campo. Mai come quest’anno ti devi aspettare un’alternanza di risultati. Fonseca? Non so qualificare il suo livello. C’è un distacco tra chi lo vede bene e chi lo considera di seconda fascia. Io sono indeciso, l’anno scorso mi ha deluso. Quest’anno mi aveva convinto, mi sembrava in grado di gestire. La partita di Napoli è un imprevisto che ci può stare. Bisognerà aspettare per quantificare il suo valore effettivo. “

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio: “Non possiamo pensare che le assenze e le condizioni fisiche non contino. Contro il Napoli hanno contato. Se Dzeko non sta in piedi, se sei senza difensori, se Veretout si fa male e deve uscire. Sono assenze che pesano molto. Fino alla scorsa settimana la Roma era l’unica imbattuta nel nostro calcio. Credo ci voglia obiettività nel valutare la rosa della Roma. L’allenatore non può far diventare giocatori normali dei fenomeni.“

Stefano carina a Radio Radio Pomeriggio: “Io non sono estremista riguardo Fonseca, è un buon allenatore, non è fantastico. Fonseca è il primo allenatore che è uscito dalla corsa Champions dopo il Covid nelle prime tre partite. Dopo 4 giornate post-covid la Roma era a -20 dal quarto posto. Quando contava, le gare le ha perse. Penso che la Roma abbia le carte da giocarsi per arrivare quarta. Ma ribadisco cautela.”

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “Fonseca dopo la partita di Napoli ha detto che i giocatori non sono stati coraggiosi. Invece lui non lo è stato, perché sapeva che Pellegrini e Dzeko non erano in condizioni di giocare. Il Napoli ha rotto l’incantesimo? Io non ne ho visto nessuno. Ho visto una squadra che ha fatto il suo, che non ha fatto nessun miracolo.”

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “Il problema della Roma è capire se ha la forza di reagire. La partita di domenica diventa importante, al di là dei tre punti. C’è gente che manca alla Roma, ha giocato male a Napoli. La partita di domenica sarà importante. A me spaventa la rapidità e contropiede del Sassuolo con la difesa alta della Roma. Il Sassuolo può fare male a chiunque.”

Roberto Maida a Radio Radio Pomeriggio: “Le partite sono anche basate sugli episodi. Ce n’è uno sottovalutato in Napoli-Roma. Il fuorigioco fischiato a Mkhitaryan sullo 0-0. Con il Var non c’era ragione di sbandierarlo. Non sto dicendo che la Roma non abbia meritato di perdere, ma aveva attenuanti. C’erano 4 giocatori che avevano il 10-20 percento di condizioni. Mancini, Ibanez, Dzeko e Pellegrini. Pellegrini ha avuto il Covid. Se a qualunque squadra in una partita dove i duelli fisici sono fondamentali togli 4 giocatori non al top dal punto di vista atletico, ecco spiegata la differenza. Al di là di ciò che è successo a Napoli Fonseca mi sembra sereno. Prima della partita di Napoli si parlava di rinnovo, non penso che una sconfitta, per quanto drammatica, possa aver minato le sue certezze. 16 risultati utili consecutivi in Serie A non si ottengono per caso. E credo che Fonseca abbia parte del merito.”

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Servirà una vittoria con il Sassuolo per dimenticare Napoli. Non sarà facile. A Napoli la Roma ha avuto una serie di circostanza sfavorevoli. Non mi sento di dire che la Roma vincerà col Sassuolo. Se manca Smalling, Veretout, se Dzeko non si è ripreso.. vediamo come va. Per cancellare Napoli devi battere il Sassuolo.”

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma dopo aver perso a Napoli con il Sassuolo non può fare un altro passo falso. Prima di Fonseca la Roma voleva De Zerbi, ma disse di no.”

Francesco Balzani a Centro Suono Sport:Il 30 settembre era stato trovato l’accordo per El Shaarawy. L’accordo resta quello, anche perché il giocatore non è mai tornato in Cina, si è allenato a Roma e lui dice che aspetta il 2 gennaio. Sta alla Roma trovare un accordo con il club cinese, è una seconda finestra di mercato magari le richieste potrebbero cambiare. L’accordo con il giocatore c’è, è lo stesso ingaggio che prendeva Kluivert. Se la Roma vuole El Shaarawy è disponibile, io dico che sarebbe la ciliegina sulla torta dell’attacco. E’ raro vedere Fonseca così arrabbiato. A livello mediatico Fonseca mi ha sempre convinto. Se ieri si è arrabbiato così tanto si vede che quello che è stato scritto era davvero una bugia. Viene naturale pensare che Friedkin possa essere arrabbiato, quindi la voce girava. Ma se poi chiami la Roma e ti dicono che non è così, devi scriverlo in altro modo. Quando si parlava di destabilizzare l’ambiente si intendeva questo. Di solito si scrivevano quelle cose quando il momento era negativo, in questo caso mi sembra una cosa un po’ forzata.”

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Fonseca si è arrabbiato per le voci sulla sfuriata di Friedkin. Non è una cosa da nulla, se ci sia stata o meno. Nei panni dell’allenatore se esce una notizia così ed è infondata mi risentirei anche io. Forse questa arrabbiatura di Fonseca va a toccare un nervo scoperto. La sconfitta a Napoli può starci, ma il 4-0 no. E’ chiaro che qualcosa non è andato e lascia una questione aperta anche nello spogliatoio. Ci sono state tante squadre che hanno giocato al San Paolo ed erano inferiori, quindi non vuol dire che per forza devi andare a Napoli a perdere 4-0. Un conto però è dire che Friedkin c’è rimasto male, un altro è che abbia fatto una sfuriata. La toppa è grossa, è comprensibile che Fonseca si sia arrabbiato, anche uno come lui può perdere le staffe, fermo restando che deve assumersi le sue responsabilità. Ma avrà già parlato con la squadra, ritrovarsi con l’invenzione della sfuriata, posso capire la sua rabbia. Non è detto che Friedkin sia interessato solo ad una parte di business, magari ha in mente un modello integrato. Dove la Roma è il centro, e poi ci sono i business collegati come cinema, alberghi e servizi per turisti eccetera.”

Marione a Centro Suono Sport: “Fonseca ieri ha sbroccato, lui non è il tipo, significa che era veramente arrivato al limite. Qualcuno sta vendicando l’addio di Baldissoni. Questi sono i responsabili che hanno affossato la Roma e i sogni dei tifosi, in primis Pallotta, poi Baldissoni, e infine la stampa. Se la Roma non prendeva Friedkin andava fallita, e invece questi personaggi ancora insistono. Meno male che l’allenatore ieri ha detto basta dire queste cose false sulla Roma e sulla squadra. Io posso dire che Fonseca è scarso, ma quella è una questione di calcio. Ma se dico che ha fatto qualcosa che non è vera, allora è ovvio che mi risponda. Dicendo che Friedkin è entrato nello spogliatoio facendo fuoco e fiamme, tu mini la tranquillità della squadra. Secondo me torna il fatto che Friedkin abbia .

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Credo che Dzeko debba giocare, solo così si riprende la condizione. La battuta d’arresto col Napoli non vuol dire necessariamente un ridimensionamento”.

Franco Melli a Radio Radio Mattino: “Mi aspetto che le tre italiane vadano avanti in Europa senza ripercussioni in campionato. La Roma ha la partita più delicata domenica col Sassuolo, che avrà fretta di rilanciarsi dopo i sogni di gloria che hanno disturbato De Zerbi. La sconfitta col Napoli dei giallorossi è un piccolo ridimensionamento”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Queste partite di giovedì ti tolgono energie. Dopo aver visto Dzeko penso che debba giocare per trovare ritmo. Bisogna vincere prima di Natale, il Dzeko che abbiamo visto col Napoli è preoccupante. Cristante? Faranno un po’ di conti per capire chi è abile e arruolato e chi è in una via di mezzo. Smalling da quando è arrivato ha giocato poco”.

Claudio Capuano a Centro Suono Sport: “Se i Friedkin avessero davvero rimproverato la squadra, non so quanto sarebbe stato negativo. Da anni non vediamo un presidente scendere negli spogliatoi a parlare con la squadra. La Roma deve dare conferme già stasera contro lo Young Boys”.

Alessandro Ferro a Centro Suono Sport: “Mi ha colpito la veemenza con la quale Fonseca ha smentito la presunta sfuriata dei Friedkin. Non è corretto dire che la Roma non abbia giocato a Napoli, è meglio dire che è stata presa a pallonate”

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “Roma già qualificata, gioca per il primo posto. È l’occasione per vedere un po’ di seconde linee. Su Dzeko va fatto un ragionamento fisico: di cosa ha bisogno? Se ha bisogno di mezz’ora, gioca alla fine. Altrimenti può fare la prima ora. Anche Mayoral deve acquistare convinzione, è un’opzione in più. I problemi sono gli infortuni negli altri settori del campo, in difesa e ora a centrocampo perché Veretout è stato l’animo di questa Roma. Perderlo non è un bel segnale”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Mattino: “La sconfitta di Napoli mi ha scioccato, pensavo che la Roma potesse prendere il volo. Sconfitta pesante. Domenica Roma-Sassuolo, due squadre che hanno preso due sveglie”.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “A Dzeko stasera farei giocare almeno un tempo, gli può servire per trovare una forma fisica migliore. Domenica la Roma ha il dovere di riprendersi più del Sassuolo”.

Print Friendly, PDF & Email

7 Commenti

  1. Titolari in campo! E basta con i talentini da videogame. Titolari tutti schierati in Coppa e seconde e terze linee in campionato….tanto a no Romanistii del 4 posto non ci interessa nulla.

    • Menomale che la tua opinione non conta una beneamata e non ti prendi in considerazione nemmeno da solo, perchè ogni giorno da buon pigiamato sei capace di spararne una più grossa di quelle dette nei giorni precedenti (e ti assicuro ci vuole una abilità). FORZA ROMA E ABBASSO LAZIO!!! Domenica anche tu hai preso la sveglia con l’Udinese in casa, fossi in te piuttosto che venire a gioire delle nostre disgrazie penserei alle mie

  2. Caro Pruzzo sei stato un grande centravanti , ma come commentatore spesso pigli cantonate.
    Dzeko deve recuperare condizione atletica e poi riassaggiare il campo , se non stai su sei soverchiato dai difensori e da gente che corre piu` di te. Poi ricordati che tu sei stato un centravanti d’area con una squdra che ne buttava di palloni al centro ,quel povero Mayoral vede solo i tiki taka che inesorabilmente muoiono alla trequarti ,la Roma manca di regia e di due ali ,oggi vediamo dei terzini che ci provano e salvo uno gli altri senza moltosuccesso.
    Comunque questa rosa non e` completa mancano ricambi e non solo per gli infortuni ,ma per le follie delle cope ,coppine ,nazionali e un campionato di 20 squadre , follie di federazioni che pensano solo ai diritti televisivi .

  3. stasera asfaltare per bene e poi riposare, tocca vince anche con il Sassuolo. Deve essere una serata da pop corn, con goleada tranquilla, comunque basta che si vince.

  4. “Ha sbroccato” (Marione), “ha perso le staffe” (Felici)…ma per favore, una reazione di Fonseca normalissima, data con enfasi, per una falsità che è stata messa in circolazione da dei disgraziati che vogliono mettere tutto in caciara per qualche click in più. Certo poraccio, se deve combattere pure con questi pseudo giornalisti…
    Forza Roma sempre!!!

Comments are closed.