NUMERI E CURIOSITA’ PORTO ROMA – Torna la Champions League e la Roma questa sera va in casa del Porto che deve assolutamente vincere dopo la sconfitta per 2-1 all’Olimpico.  La vittoria giallorossa all’andata ha interrotto la striscia di cinque vittorie consecutive dei portoghesi nella competizione, con almeno tre gol a partita segnati nella fase a gironi e il primo posto nel Gruppo D. Andiamo ad analizzare i numeri e le curiosità della sfida.

DOVE ERAVAMO RIMASTI – Nella gara di andata, la doppietta di Nicolò Zaniolo ha regalato ai giallorossi la quarta vittoria interna consecutiva nella fase a eliminazione diretta di Champions League, anche se Adrián López ha lasciato aperta la sfida di ritorno all’Estádio do Dragão segnando un gol potenzialmente importante a 11 minuti dal termine.

SE SI VA AI RIGORI – Se il match dovesse finire ai rigori, il bilancio della Roma dagli 11 metri non promette nulla di buono. Nelle competizioni Uefa infatti ha vinto una sola volta su 4 quando le gare si sono decise dal dischetto: 6-7 contro Arsenal, ottavi di Champions League 2008/09; 3-4 contro Real Zaragoza, primo turno di Coppa delle Coppe 1986/87; 3-4 contro Liverpool, finale di Coppa dei Campioni 1983/84; 4-2 contro Norrköping, secondo turno di Coppa Uefa 1982/83.

COSA FA LA ROMA QUANDO VINCE L’ANDATA – La Roma ha passato il turno 26 volte su 30 dopo aver vinto in casa all’andata, in pratica 5 volte su 6 ce l’ha fatta. L’occasione più recente risale al terzo turno di qualificazione di Europa League 2009/10 contro il Gent (3-1, 7-1). L’eliminazione più recente è stata quella a opera del Manchester United ai quarti di Champions League 2006/07 (2-1, 1-7). Quella contro lo United è stata una delle due volte in cui la gara di andata si è conclusa 2-1 a favore dei giallorossi; l’altra è stata quella contro il Real Madrid agli ottavi del 2007/08 (2-1 fuori casa).

COSI’ LA ROMA AGLI OTTAVI – Il bilancio della Roma agli ottavi è di tre passaggi del turno e tre eliminazioni. Dopo aver eliminato Lione (2006/07) e Real Madrid (2007/08), è uscita contro Arsenal (2008/09), Shakhtar Donetsk (2010/11) e Real Madrid (2015/16), mentre la scorsa stagione è passata ai danni dello Shakhtar. 

COSI’ CONTRO LE PORTOGHESI – Il bilancio della Roma nelle sfide a eliminazione diretta contro le squadre portoghesi è di tre passaggi del turno e tre eliminazioni. La sconfitta del 2016/17 contro il Porto ha messo fine a una striscia di tre vittorie. La gara persa 3-0 in casa contro il Porto ad agosto 2016 è stata la prima sconfitta interna dei giallorossi contro una squadra portoghese dall’1-2 contro il Benfica a marzo 1983. Tra le due sconfitte, i giallorossi hanno collezionato tre vittorie e un pareggio.

COSI’ IL PORTO AGLI OTTAVI – Agli ottavi della scorsa edizione, il Porto è stato eliminato con un secco 5-0 complessivo dal Liverpool che poi ha incrociato ed eliminato la Roma in semifinale. Il bilancio dei Dragoni agli ottavi è di tre passaggi del turno e sette eliminazioni, con un solo successo negli ultimi cinque tentativi. La squadra ha raggiunto questo turno per il terzo anno consecutivo ma non arriva ai quarti dal 2014/15.

COSI’ IL PORTO CON LE ITALIANE – I Dragoes hanno vinto cinque sfide a eliminazione diretta su nove contro le squadre italiane. Tuttavia, la più recente contro la Juventus, agli ottavi del 2016/17, si è conclusa con l’eliminazione con un 3-0 complessivo. La vittoria del 2016 a Roma è stata la prima del Porto in sette trasferte in Italia (2 pareggi, e 4 sconfitte). L’ultimo successo era stato il 3-2 sul campo del Milan nella fase a gironi 1996/97.

DERBY CONCEICAO-DI FRANCESCO – Sérgio Conceição, tecnico del Porto, ha giocato nella Lazio dal 1998 al 2000, vincendo la Coppa delle Coppe alla prima stagione, campionato e Coppa Italia alla seconda e un’altra Coppa Italia nel 2003/04 dopo un periodo al Parma e all’Inter. Il suo bilancio contro la Roma è stato di due vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte. Da giocatore ha affrontato Di Francesco quattro volte nel derby, con una vittoria della Lazio, due della Roma e un 3-3, con gol dell’allora centrocampista abruzzese.

COME VA IN CASA PORTO – Le due squadre si sono affrontate anche agli spareggi di Champions League 2016/17. Nella gara di andata in Portogallo, i padroni di casa hanno pareggiato  al 61′ con André Silva dopo che i giallorossi erano passati in vantaggio grazie a un autogol di Felipe. Al ritorno poi i lusitani hanno vinto raggiungendo la fase a gironi grazie a un 3-0 con reti di Felipe (8′), Miguel Layún (73′) e Jesús Corona (75′).

ROMA CON IL MAL DI TRASFERTA – I giallorossi hanno perso tutte e tre le trasferte della scorsa fase a eliminazione diretta e due gare esterne su tre in questa fase a gironi. Il 2-1 sul CSKA di Mosca alla quarta giornata è stato l’unico successo nelle ultime otto trasferte europee (un pareggio e 6 ko) dopo il 2-1 sul Qarabağ alla seconda giornata del 2017/18.

MARCANO TORNA A CASA – Iván Marcano, il difensore spagnolo che la scorsa estate ha lasciato  il Porto per essere ingaggiato dalla Roma, è il grande ex del match. Nel precedente del 2016/17 giocò entrambe sfide di andata e ritorno. Ha militato tra le fila dei lusitani dal 2014 e 2018, vincendo il campionato nel 2017/18.

DE ROSSI FA 59 – Daniele De Rossi è il giocatore romanista più presente nella fase finale della Champions League nella storia della Roma. Sono 59 le sue presenze finora più altre due nei preliminari. Il capitano giallorossa ha segnato al portiere dei lusitani, Casillas, nella gara persa 4-2 contro il Real Madrid nella fase a gironi di Champions League 2004/05.


Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

  1. Ad oggi ,purtroppo, bisogna sperare di uscire dalla coppa e non qualificarai in nessuna competizione europea.I TIFOSI DELLA ROMA,UNA CITTÀ INTERA NON VUOLE PIÙ QUESTA DIRIGENZA! GRAZIE ANCHE PER QUESTO MR. PALLOTTA….VATTENE DA ROMA AL PIÙ PRESTO!

Comments are closed.