LA MOVIOLA a cura della redazione di Romanews.eu – All’11 Meggiorini si invola verso l’area di rigore e mette in difficoltà Szczesny, ma viene fermato tutto per fuorigioco. Giusta la decisione dell’assistente. Al minuto 21 il Chievo chiede timidamente un calcio di rigore per un contrasto in area tra Manolas e Paloschi, ma Irrati fa bene a far proseguire l’azione. Un minuto dopo Digne rischia molto per un intervento a gamba alta su Cacciatore. Il francese riceve il cartellino giallo ed è fortunato perchè il fischietto di Pistoia è conosciuto per essere uno dei più fiscali in Serie A, ma in questo caso opta, giustamente, per l’ammonizione. Al 27′ Castro riceve il cartellino giallo per aver interrotto un’azione giallorossa con il braccio. Al 53′ Hetemaj viene ammonito per un intervento molto simile a quello di Digne nel primo tempo e anche in questa occasione l’arbitro fa bene a tirare fuori solo il cartellino giallo. Al minuto 55 il Chievo protesta in maniera animata con l’arbitro per un fuorigioco, giustamente, non segnalato a Salah. Nell’occasione Cacciatore riceve l’ammonizione. All’86’ l’episodio che decide la partita. Pepe da punizione colpisce il palo e la palla sembra ritornare in gioco, tanto che nè l’arbitro nè i suoi assistenti segnalano nulla. Irrati però ferma tutto perchè entra in gioco la goal-line technology: al suo orologio arriva infatti la segnalazione che la palla, dopo aver colpito il legno, ha varcato la linea di porta. Il direttore di gara non può far altro che assegnare la rete.

Federico Prosperi 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

2 Commenti

Comments are closed.