ROMA-JUVENTUS, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni di PJANIC nel post partita di Roma-Juventus.


Roma-Juventus | Pjanic in mixed zone by Romanews

PJANIC SU FACEBOOK
É stata una scelta con il cuore, Molti anni ancora insieme! Un grandissimo grazie per il vostro affetto!

PJANIC A ROMA CHANNEL

Prime sensazioni dopo il rinnovo?
Sono felice di restare, la mia prima scelta è sempre stata la Roma. La trattativa è stata lunga, ma volevo aiutare la squadra, era una stagione importante per tutti. Spero di vincere qui e di festeggiare tutti insieme. Una bella stagione dopo 2 anni difficili, la piazza ora è felice rispetto a prima Credo nella società, nella squadra e nel mister, nei prossimi anni sono qui per vincere, perché ho tanta voglia di vincere qui.

Come mai questa scelta?
Ho visto e letto cose incredibili in questi 6 mesi. Si parlava di questo contratto, ma c’era poca verità. Mi bastava sapere che il mister e la società sapessero ciò che volevo. Sono orgoglioso di portare questa maglia, spero di farlo ancora e di vincere. Spero che tutti restino, la squadra è straordinaria. E’ un gruppo fantastico, mi auguro tutto il bene per noi. La mia scelta, l’ho già detto, era già stata fatta da tempo.

Garcia ti ha definito il primo acquisto. E’ contato il fatto che ci sia lui nella sua scelta?
Sicuramente, i miei miglioramento passano anche per la sua filosofia di gioco. E’ stato il mio anno più positivo qui alla Roma, sono contento. Sicuramente la sua permanenza e la sua volontà ha giocato un ruolo nella mia scelta.

Quanto abbiamo visto di Pjanic, in percentuale?
Quest’anno è stato positivo, semplicemente perché ho avuto continuità e tutta la squadra è andata bene. abbiamo avuto uno stile di gioco preciso ed idee chiare. Dopo 2 anni difficili, questo è andato bene e mi sento in crescita continua. La mia scelta è sempre stata tecnica, se sono rimasto è perché penso che posso diventare più forte per vincere qui.

Il Mondiale con la Bosnia?
Siamo forti, ora abbiamo l’opportunità di riposarci e andare in ritiro con la Nazionale. Sarà una stagione lunga ma bellissima, speriamo di passare il primo turno e rendere felice il mio paese

PJANIC A SKY

Hai pensato di lasciare la Roma?
No mai. Le trattative sono state lunghe ma sono sempre lunghe. Poi è vero che è successo in un anno importante. Io ad un certo punto volevo concentrarmi sulle partite sulla squadra ma la mia volontà la sapeva dall’inizio la società come il mister. L’ho detto sempre che volevo rimanere. Sono felice, ci sono state tante offerte.

Quali?
Non volgio entrare in questo perchè il mio futuro è stato sempre qua, con un mister che conta molto per me. Giochiamo un calcio che mi va bene, penso di aver fatto la scelta giusta. La Roma è nata per vincere. Abbiamo fatto bene quest’aanno e ci aspetta un altra stagione importante, un anno dove ci dobbiamo confermare e andare a prendere titoli. Spero che tutti rimangano perchè con questa squadra possiamo fare bene.

Questa squadra ti esalta?
Hai ragione e per quello che ho fatto questa scelta. Posso farvi vedere ancora di più. La mia scelta è sempre stata tecnica. Da sempre ho scelto così: anche quando sono arrivato alla Roma c’era un mister che giocava un certo tipo di calcio. Ma il mister ha pesato nella mia scelta.

Dove può migliorare la Roma? La Juve è stata piu forte in qualcosa?
Noi usciamo da due stagioni difficili, la Juve è tre anni che giocano insieme con lo stesso mister. Noi adesso ci siamo e abbiamo un gruppo fantastico. Grande merito alla Juve, 3 anni insieme ma io dico: ci rivediamo l’anno prossimo e noi vogliamo vincere qualcosa.

Che ruolo volete recitare con la Bosnia con Dzeko?
Sono contento per Dzeko, è il giocatore piu importante del City adesso e ora vogliamo portare il nostro Paese in alto superando il girone. Vogliamo far felici la gente: me ne vado durante la settimana e non giocherò a Genova.

PJANIC A MEDIASET

E’ arrivato il rinnovo dopo settimane faticose…
Un contratto non si fa da un giorno all’altro, soprattutto in una stagione importante, io ero concentrato sul campionato, tutti sapevano che ero contento di rimanere, voglio continuare a portare in alto la maglia e i colori della Roma.

Sarà una Roma da scudetto il prossimo anno?
Si sicuramente, noi abbiamo fatto una grande stagione, complimenti alla Juve. Questo gruppo è fatto per vincere, la mentalità è cambiata, c’è il mister, è grazie a lui che sono rimasto, sono qua per vincere i prossimi anni.

Il gol di Osvaldo brucia?
No, è una giocata bella da parte loro, ci dispiace, loro hanno vinto, è stata una partita da pari, potevamo segnare noi e poi loro hanno fatto gol all’ultimo. C’è un’ultima partita ma io andrò in Nazionale, una competizione importante per me, spero di portare la Bosnia il più in alto possibile.

La gomitata di Chiellini?
C’era contatto, non ho visto chi era, avevo il sangue e l’ho fatto vedere all’arbitro, non ha dato il cartellino, non è la prima volta che arriva così, non voglio parlare di certi giocatori e certe situazioni che non fanno parte del gioco, il colpo l’ho ricevuto e avevo il sangue.

Poi hai reagito con un fallo…
E’ una decisione dell’arbitro, non posso dire niente, è un giallo meritato per me, ma lui mi aveva fatto male prima. Anche all’andata, c’era un fallo bruttissimo su di me da parte sua. [

Cosa vi manca per arrivare al livello della Juve?
Grande merito a loro, hanno meritato di vincere e fatto punti come nessuno mai, sono una squadra forte, da tre anni insieme, si rinforzano ogni anno, sono una grande società, una squadra che sa tutti i movimenti a memoria, complimenti a loro.

READ THE INTERVIEW IN ENGLISH

Print Friendly, PDF & Email