ROMA PERROTTA INTERVISTA – L’ex giallorosso Simone Perrotta, attualmente collaboratore dell’AIC e responsabile del dipartimento Junior, si è raccontato in una lunga intervista al canale YouTube della Roma. Queste alcune delle sue parole:

“Totti e De Rossi? Ho lo stesso rapporto con entrambi, rappresentano la Roma da sempre e in ogni luogo. Francesco per certi versi la rappresenta di più. Quando mi capita di andare all’estero e mi chiedono di dove sono, rispondo “Roma” e dicono “Francesco Totti”, nemmeno il Papa. Nell’immaginario collettivo mondiale rappresenta di più la Roma, ma per quanto mi riguarda sono due bravissime persone, che hanno un’umiltà disarmante. Francesco mi ha aiutato di più appena arrivato, perchè lo conoscevo e aveva più esperienza, mi ha aiutato da subito a entrare a far parte della famiglia Roma, a farmi capire cosa significa giocare con addosso quella maglia. Io non ho mai sentito la maglia della Roma come di mia proprietà. L’ho sempre vissuta come un custode. Sapevo che prima o poi avrei dovuto consegnare il numero 20 a qualcun altro dopo tantissimi anni. Io mi sentivo parte di qualcosa che andava al di là della mia persona, avevo un senso di appartenenza incredibile. Sentivo forte la responsabilità verso tutti coloro che amano questa maglia. Francesco questo mi ha dato modo di capirlo subito. Col tempo ho avuto modo anche di conoscere Daniele. Ormai al livello tecnico tutti sanno tutto, ma mi piace sottolineare lo spessore umano di entrambi”.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Sentire certe parole, da certi giocatori (e campioni) ai quali ho visto dare tutto in campo, mi fa sempre emozionare.
    Grande Simone Perrotta!

  2. E per questo Pallotta&Sabatini l’hanno cacciato appena possibile. Grande giocatore grande uomo grande professionista. Sopratutto grande Romanista

Comments are closed.