Foto Tedeschi

ROMA INTER INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso Pau Lopez in occasione di Roma-Inter, match valido per la 17° giornata di Serie A.

PAU LOPEZ A DAZN

Partirei dalla parata su Lautaro, ce la racconti?
Sì è stata una parata anche un po’ fortunata. Sul cross di Lukaku ho visto Lautaro arrivare a porta vuota e ho avuto anche fortuna che ha tirato addosso. Abbiamo avuto un buon primo tempo, poi per un po’ di minuti abbiamo perso brillantezza.

L’aspetto psicologico di questi mesi, come l’hai gestito nella tua testa?
E’ stato un anno un po’ diverso. Alla fine dell’anno scorso la mia prestazione non è stata ottima e il mister ha scelto di schierare Antonio. Da quel momento ho pensato solo di lavorare, migliorare e farmi trovare pronto quando dovevo entrare in campo. So che sono in una società importante, ho fatto fatica per arrivare sino a qui, non mi arrendo facilmente per qualche partita che non ho fatto bene. La mia intenzione è rimanere qui, ho un contratto per molti anni, e voglio fare bene con la Roma.

PAU LOPEZ A ROMA TV

Due parate straordinarie oggi, peccato per non aver portato a casa una vittoria…
Sì, è andata in modo strano. Abbiamo pareggiato e non è male, ma dopo il primo tempo la situazione è un po’ strano. Abbiamo quasi regalato i primi 20 minuti del secondo tempo e ci hanno fatto due gol. Dopo è stato un po’ più difficile. Peccato, vincere oggi era importante per noi.

Al di fuori del risultato, la prestazione concede la possibilità di lottare con le grandi fino in fondo?
A me non piace parlare di queste cose. Alla fine della stagione vediamo dove siamo, per cosa passiamo lottare. Mancano ancora tante partite per iniziare a parlare di queste cose.

L’umore della squadra dopo questa partita quale è?
Un po’ strano. Siamo entrati nello spogliatoio e si percepiva che qualcosa non era andato bene. Pareggiare alla fine è sempre ottimo, ma questa volta non è così. Volevamo i tre punti. Non siamo riusciti a farlo, soprattutto per quei 5 minuti buttati all’inizio del secondo tempo.

L’Inter squadra più a segno su calcio d’angolo, lo avevate studiato?
Sì, lo facciamo sempre. Abbiamo preso un gol simile la scorsa volta. Era un aspetto che il mister ci aveva detto era importante. Non lo so, abbiamo preso un gol simile contro il Crotone, dobbiamo vedere cosa dobbiamo migliorare.

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. grande Pau…testa alta come sempre !! oggi poco potevi ! un tiro ravvicinato di testa da uno che hanno lasciato solo e un tiro da fuori area che se ci riprova 100000 volte non ci riesce più. inoltre ci manca un rigore… Grande Pau coraggio e Asroma fino alla fine!

Comments are closed.