romanews-parma-roma-pastore-darmian-kucka.jpg
Foto Getty

ROMA PASTORE – Anche oggi Javier Pastore ha svolto allenamento individuale a causa dell’infortunio all’anca, più grave del previsto. Il suo rendimento in giallorosso è estremamente altalenante:13 presenze e appena 725 minuti giocati. L’ultima gara da titolare de “El Flaco” risale al 10 novembre contro il Parma. Secondo quanto scrive il Tempo, però, la sua assenza pesa non poco sui bilanci della Roma. L’argentino, infatti, percepisce circa 8 milioni di euro lordi l’anno, con un costo totale per la società di 13 aggiungendo l’ammortamento. Moltiplicando per le cinque stagioni trascorse in giallorosso portano ad una cifra di 65 milioni di euro in totale. Per questo motivo, l’alternativa che la società capitolina sta vagliando è quella della rescissione contrattuale.

Print Friendly, PDF & Email

8 Commenti

  1. Ma 13 milioni l’anno cosa?
    Lordi? Netti?
    Mi sembra una cifra assurda, in entrambi i casi (soprattutto nel secondo…!)
    Siamo sicuri che questi numeri siano corretti?

    • 4 milioni netti l’anno percepiti dal giocatore corrispondono ad 8 milioni lordi a cui la società deve aggiungere i contributi e le tasse che deve pagare per circa 5 milioni. Come detto il totale complessivo di spesa che l’azienda deve pagare per garantire l’ingaggio di 4 milioni netti al giocatore è di circa 13 milioni l’anno che moltiplicato per 5 anni fa 65 milioni. Ora se dividete l’importo per i minuti giocati parete quanto lo abbiamo pagato per ogni minuto giocato nei 5 anni!

  2. è… giusto la rescissione consensuale ..Perché ma chi se lo prende? l altri non so gaggi come monchi. ..(un nome.. un uomo)

Comments are closed.