romanews-roma-javier-pastore-lucas-biglia-roma-milan
Foto Getty

ROMA PASTORE MLS – Tra Javier Pastore e la Roma non è mai scoppiato l’amore. ‘El Flaco’ è arrivato nella Capitale nell’estate del 2018 per provare a far dimenticare ai tifosi la partenza di Radja Nainggolan. Obiettivo totalmente mancato. L’argentino, arrivato dal Psg per 24 milioni di euro firmando un quinquennale da 5 milioni l’anno, non ha mai trovato continuità di rendimento a causa dei tanti problemi fisici che lo hanno perseguitato sin dalle prime settimane a Trigoria. Eppure, nel momento di totale emergenza della Roma di Fonseca, Pastore era riuscito a tornare protagonista facendo sperare tutti in una possibile rinascita. Una mera e flebile illusione: nuovo stop a novembre per un serio problema all’anca che lo ha tenuto fuori fino allo stop del calcio per l’emergenza Covid-19. A gennaio è saltato il trasferimento in Cina, ma ora la missione della Roma è piazzarlo per iniziare il taglio del monte ingaggi richiesto da Pallotta per migliorare i conti.

Calciomercato, la Roma offre Pastore in MSL: la situazione

Negli ultimi giorni è emerso un forte interesse di Los Angeles Galaxy e Seattle Sounders per l’argentino classe ’89. Secondo quanto appreso da Romanews.eu, infatti, la Roma avrebbe offerto a Pastore a gran parte dei club di MLS, trovando l’interesse di queste due squadre. Per i Seattle, l’ex Psg rappresenterebbe l’elemento perfetto da affiancare a Lodeiro, mentre per quanto riguarda i Los Angeles Galaxy, Pastore è una richiesta di Schelotto da sempre innamorato di giocatori tecnici. C’è sempre il solito problema, ovvero l’aspetto economico. Se per i Seattle un’operazione così onerosa sarebbe totalmente inedita e fuori parametro, discorso diverso per i Galaxy per cui rappresenterebbe uno sforzo importante ma non proibitivo.

E Pastore?

La voglia della Roma, però, si scontra con quella di Pastore. L’ex Palermo lo ha detto più volte: “Voglio onorare il mio contratto e poi andare al Talleres. La Cina non mi interessa” e il discorso è analogo per gli Stati Uniti. Il ‘Flaco’ è felice nella Capitale, così come la sua famiglia, e vuole continuare a giocare in palcoscenici importanti per la Champions League. La Roma, però, non può continuare a tenere in rosa un calciatore così costoso. Chissà che gli ultimi mesi della stagione non consentano di arrivare ad una svolta. In un senso o nell’altro.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

Comments are closed.