MANCHESTER CITY GUARDIOLA SASSUOLO ROMA- Partire dal basso oramai è divenuto il principio cardine per l’impostazione del gioco di molte squadre europee, che accettano anche di girare la palla all’indietro, in maniera quasi ossessiva, pur di non snaturarsi. Se si parla di tiki-taka ovviamente non può non sottolinearsi la squadra guidata, da chi, molti anni fa ha importato questo tipo di calcio, segnando un netto collegamento con il modello del calcio totale olandese: ci si riferisce ovviamente a Pep Guardiola, che con il Barcellona delle meraviglie ha riesumato questo modello di gioco, ed ora con il suo Manchester City guida in tutti i maggiori campionati europei la classifica dei passaggi all’indietro, secondo statistiche analizzate dal Cies. I tentativi di emulazione in giro per l’Europa sono molteplici e secondo questi dati, chi si avvicina di più in Italia al modello Citizens è il Sassuolo di Roberto De Zerbi con il 38.7% di passaggi all’indietro. Seguono poi Napoli (38.3%) e la sorpresa Spezia (38.3%) con Vincenzo Italiano che predilige nei suoi dogmi il possesso palla. Per trovare la Roma bisogna arrivare al quinto posto nel nostro campionato che con la sua percentuale (36.9%) dietro anche a Inter e Juventus (37.9%). Chiude la classifica della nostra Serie A la Sampdoria di Claudio Ranieri con il 31.9%, sempre davanti però al fanalino di coda in questa particolare classifica di tutta Europa rappresentato dal Wycombe (24%), ultimo anche nella Serie B inglese.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità