romanews-parma-roma-gervinho-smalling.jpg
Foto Getty

PARMA ROMA SMALLING INTERVISTA – Tutte le dichiarazioni del giallorosso Chris Smalling in occasione di Parma-Roma, match valido per la dodicesima giornata di Serie A.

Smalling a Sky Sport

Quanto era stanca la squadra dopo Mönchengladbach?
È stato un mese lungo, nel complesso positivo. Peccato per questa settimana in cui abbiamo perso l’occasione di consolidare la nostra posizione in Europa League e in Serie A. C’è molta delusione e frustrazione, ma ci faremo trovare pronti per la ripresa.

Quanto soffrite le squadre così fisiche?
In queste partite abbiamo dominato, abbiamo concesso qualcosa in contropiede ma nel complesso la gara l’abbiamo controllata. Anche oggi abbiamo preso gol nel nostro momento migliore. Dobbiamo continuare a lavorare e vincere la prossima per riscattare questa doppia delusione.

La Roma sta facendo di tutto per farti rimanere qui, la tua opinione?
In questo momento penso solo ad avere una buona stagione con la squadra. Il mister è stato chiaro: l’obiettivo non è solo la Champions, ma vincete un titolo già quest’anno. I miei sforzi vanno in questo senso, poi a fine stagione vedremo.

Aspettiamo che impari l’italiano così rimarrai in Italia…
È uno dei miei obiettivi per la stagione, sto studiando e spero di fare un’intervista a fine stagione.

Smalling a Roma Tv

Chris, il mister ha detto che eravate molto stanchi. Potevate fare di più dal punto di vista difensivo per portare a casa almeno un pareggio o effettivamente il Parma ne aveva di più?
“Onestamente è stato un mese molto duro, ma prima di queste due partite era stato positivo. Due sconfitte sfortunate negli ultimi tre giorni. Oggi abbiamo preso gol in un momento in cui stavamo giocando bene. Siamo molto frustrati per aver perso posizioni in classifica

Fonseca spesso parla di equilibrio, non avevamo fatto niente dopo 3 vittorie consecutive e ora non bisogna fare drammi dopo due sconfitte consecutive. La sosta può farvi bene?
“A dire il vero non credo perché quando perdi una partita vorresti rigiocare subito. Ora ci alleneremo duramente per farci trovare pronti per vincere la prossima partita in casa”

Dopo tante partite e con un avversario così fastidioso non era meglio avere pazienza per non dare campo agli avversari?
“Avevamo visto dei video sull’avversario e l’idea era tenere palla e evitare i loro contropiedi. Volevamo controllare la partita e il possesso e ci siamo riusciti spesso, onestamente penso che sia una sconfitta immeritata”

Stai imparando l’italiano? Con la tua esperienza puoi darci una mano e abbiamo bisogno della tua personalità…
“Sì il club aveva messo subito in chiaro, appena sono stato acquistato, che si aspettava un grande contributo dentro e fuori dal campo e cercare di far valere la mia esperienza essendo da esempio. Giocatori come me o Dzeko e Kolarov devono essere da esempio verso i più giovani. Cerchiamo di lavorare sodo ed essere equilibrati. Sono sicuro che alla ripresa ci sarà subito una reazione”.

Smalling in zona mista

Com’è andata la tua avventura in Italia finora?
Il mio piano era quello di cercare di impormi gradualmente qui. Le cose stanno andando anche meglio del previsto, sto riuscendo a dare il mio contributo. Peccato perché questo era stato un mese nel complesso positivo e questa settimana abbiamo perso due buone occasioni di consolidarci sia in Europa League sia in campionato.

In campo sembri essere a tuo agio. Senti di essere migliorato anche in questa tua breve permanenza in Italia?
Sì, è stato bello e positivo per me iniziare a giocare subito. Mi hanno facilitato il mister, la sua tattica di gioco, il resto dei compagni. Sento che giorno per giorno sto imparando anche nuove cose calcistiche e tattiche.

Come funzionano le cose nello spogliatoio, visto che c’è anche questa barriera linguistica?
A dire il vero inizio a capire un po’ di cose. La squadra ha un interprete e un insegnante che mi aiuta in questo senso. Già in campo riesco a capire le frasi basiche. Il discorso della lingua è importante per essere utili dentro e fuori dal campo.

Che cosa è successo alla Roma stasera? Il Parma ha giocato la partita perfetta…
A dire il vero credo che fino al gol avessimo controllato abbastanza bene la partita. Probabilmente se avessimo fatto il primo gol, se fossimo passati in vantaggio, come stavamo cercando di fare nella ripresa spingendo con decisione, avremmo anche meritato la vittoria. Sapevamo che il punto di forza del Parma era il contropiede ed effettivamente è così che è nato il gol.

C’è un problema stanchezza della Roma?
Evidentemente è stato un mese lungo con molte partite ravvicinate. Questo però è un problema che riguarda tante altre squadre, per cui nessuna scusa, nessun alibi. Oggi la squadra voleva vincere, ha spinto, l’atteggiamento è stato positivo e tutti hanno dato il 100%.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureanda in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here