Foto Tedeschi

PAGELLE TORINO ROMA – La Roma ‘italiana’ non è quella dei palcoscenici europei e la differenza si vede subito: la squadra giallorossa esce sconfitta per 3-1 contro il Torino allo stadio Olimpico Grande Torino. Eppure, per gli uomini di Fonseca la partita si era messa nel migliore dei modi con il vantaggio firmato Borja Mayoral dopo appena tre minuti. Dopo un primo tempo con tante occasioni granata, ma anche con molti contropiedi sprecati dai giallorossi, nella ripresa arriva la rimonta del Toro: prima il pareggio con Sanabria, poi il vantaggio con Zaza e infine il tris di Rincon. La Champions, almeno via campionato, ormai è impossibile, a scanso di miracoli.

Le pagelle di Torino-Roma

MIRANTE 5. In più di un’occasione salva il risultato, ma ci sono anche errori gravi. Prima il brivido sul tiro di Ansaldi, poi sbaglia i tempi dell’uscita sul gol di Sanabria e poi la respinta al tiro di Belotti nel secondo gol granata poteva essere senza dubbio migliore. Arruginito.

FAZIO 4. Un disastro. Si perde completamente Belotti sul secondo gol e poi perde in modo rovinoso il possesso e spalanca la strada per il tris granata.

CRISTANTE 5,5. Ha il compito di marcare Belotti e Sanabria e la sua partita, fino al gol di Sanabria, è fatta di grandi letture difensive e direzione perfetta del reparto. Poi, però, sull’1-1 si perde lo spagnolo. Macchia sulla prestazione.

IBANEZ 5. Le avanzate palla al piede sono la cosa migliore della sua gara. Nel mezzo, però, la perenne situazione di bilico e precarietà e nei gol è sempre in ritardo.

REYNOLDS 5. C’è ancora troppa timidezza che lo porta a essere impacciato e insicuro. Emblematico il comportamento sul gol del pareggio di Sanabria: temporeggia all’infinito lasciando Ansaldi libero di crossare come e per chi vuole.

VERETOUT 6. Qualche buon break da vero Veretout, ma il ritmo travolgente e perpetuo del Jordan ‘pre-infortunio’ ancora non c’è. In fase di rodaggio.

VILLAR 5. Non è il miglior periodo da quando è a Roma. Tutt’altro. Non riesce ad essere un valore aggiunto in mediana e spesso si innamora troppo di sé stesso perdendo qualche palle che può diventare sanguinosa. Eppure a Pellegrini aveva promesso: “Non lo faccio più”.

BRUNO PERES 5,5. Meglio di Reynolds, ma anche lui in avanti non si fa quasi mai vedere. Sbaglia la scelta a fine primo tempo su un contropiede che poteva regalare il gol del 2-0.

PEDRO 5. E’ vero: con il tacco manda in porta Mayoral per il gol del vantaggio della Roma. La sua prestazione, però, non può essere sufficiente, considerati i tanti, troppi, errori di scelta e tecnici in fase di rifinitura di almeno 3 o 4 ripartenze che potevano regalare ai giallorossi il gol della sicurezza. Viene sostituito a fine primo tempo per una botta alla schiena, ma anche senza questa probabilmente sarebbe uscito dal campo.

Leggi anche
Vizi e virtù (poche) della desolante Roma di campionato

PEREZ 4,5. Fumoso, impreciso, frenetico e non porta nulla di buono alla manovra offensiva della Roma. Ancora un passo indietro e un’occasione da titolare sprecata.

MAYORAL 6. Il gol, qualche sponda e poco di più. Con gli spazi che lascia il Torino nel primo tempo può fare qualcosa di più.

DAL 45′ MKHITARYAN 5. Un tempo da comparsa. Deve essere l’uomo che cambia la Roma, ma non è assolutamente così.

DAL 65′ DIAWARA 5. A centrocampo fa poco al posto di Veretout e poi si fa anche espellere.

DAL 75′ KARSDORP 5,5. Quindici minuti in cui si fa a malapena notare.

DAL 75′ DZEKO 6. Prova a fare a sportellate, a dare qualche sponda e buon suggerimento ai compagni. Ma è davvero troppo tardi.

FONSECA 4,5. La cavalcata europea è un sogno, ma il campionato resta un incubo a tratti sin troppo brutto anche per il miglior romanzo di Stephen King. La Roma approccia alla gara con una superficialità disarmante e oltre al gol di Mayoral subisce in ogni modo le avanzate del Torino. Inaccettabile una prestazione del genere, soprattutto dopo lo stop del Torino.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

23 Commenti

  1. Una vergogna. Non mi arrabbio nemmeno per i gol subiti (Fazio e Mirante sono due ex-calciatori, Cristante e Bruno Peres sono fuori ruolo…)… la cosa assurda è non essere riusciti a segnare il secondo gol dopo aver avuto pacchi di occasioni!!! Pedro e Perez sono impresentabili e non si possono scusare in nessuna maniera!!!
    PS: Reynolds spero si ambienti in fretta e faccia vedere di non farci rimpiangere Santon e Bruno Peres

    • Esatto.
      E non da oggi.
      I se ed i ma non contano uncaz: questa squadra non ha né capo né coda: non l’aveva nemmeno con tutto l’organico a disposizione e non ce l’ha, a maggior ragione, con i sostituti.
      Ogni domenica è un’agonia: la Roma non si merita Fonseca e noi tifosi non ci meritiamo questa Roma indegna!

  2. Àncora parlante e date la colpa a Fonseca…ma che c…o deve fa questo se c’ha sti giocatori… secondo me deve restare e con giocatori diversi può fare molto…qualche innesto!

    • manco quando si perde riesce a mettere due punte…e nnamo e daje sempre le stesse cose.sempre gli stessi cambi sempre lo stesso modulo o impstazione tattica..t’hanno capito pure i bambini come giochi

    • Daglieli a Nicola questi giocatori e vediamo se dopo 31 giornate avrà anche lui 54 punti!
      Quando l’idiota lusitano se ne sarà andato sarà cmq troppo tardi!

  3. Mirante 5!!! se una partita del genere la faceva P. Lopez lo avrebbero crocefisso. E c’è chi ha gridato allo scandalo perché non gli hannoi rinnovato il contratto!
    Pedro un disastro, ne ha combinate di tutti i colori, se non è arrivato il raddoppio la colpa è sua. 4
    Quanto a Fonseca, non capisco il voto, se la Roma deve giocare con Fazio e Mirante centrali la colpa non è sua. Doveva schierare le riserve per preservare i titolare stanchi e acciaccati in viste dello United, Ma ormai va di moda attaccare il portoghese…

      • Esatto. Per lo meno ci mettono in più l’impegno e la foga rispetto a gente che non si muove neanche con l’elettroshock.

    • Perché Ibanez invece? Guardate il gol di Zaza o il quasi gol di Sanabria…Con questa gente (anche Mancini) rischieremo sempre di prendere 2 o 3 gol a partita.

    • Sul gol del pareggio sbaglia anche Cristante che (come sempre o quasi) non salta di testa. Sul gol del 2-1 Ibanez non segue Zaza inspiegabilmente, roba da scuola calcio…Peraltro il brasiliano aveva già provato in precedenza a far segnare “gratis” Sanabria sempre per il maledetto vizio di non saltare di testa…La tragedia della Roma è che di 11 giocatori non arrivi 2/3 decenti…I centrali poi sono tutti scarsi, media gol presi a partita quasi 1,5.

  4. I giocatori li ha scelti e li allena (come? Non c’è uno schema, sono tutti fermi, infortunati, depressi e fuori condizione), formazione e cambi sono roba sua (il mismatch Ansaldi Reynolds lo nota a occhio nudo qualsiasi tifoso). Mirante 5 Reynolds 1 Ibanez 6,5 Cristante 4 Fazio 3 BPeres 6 Karsdorp 5 Villar 3,5 Diawara 1 Veretout 6 CPerez 6= Pedro 5 BMajoral 7 Dzeko 7 Mkhtaryan 4 Fonseca 0 Ora aspettiamo la solita paura e il solito non gioco contro l’Atalanta.

    • Ibanez 4, altro che 6,5…Non segue inspiegabilmente Zaza nel gol del raddoppio, già in precedenza si scorda l’uomo che dovrebbe marcare in più occasioni…Spiace ma è scarso.

  5. Fazio, che è un ex-gioxatore, fino allo svarione del 3-1 non che fosse andato peggio dei compagno di reparto (e ho detto tutto). In realtà giudico peggiore il disinteresse totale del mitico Ibañez per Zaza sul più importante gol del 2-1 e l’uscita a vuoto di Mirante (ma i centrali? Sanno che che sui cross degli avversari DEVONO SALTARE e non far finta di niente fischiettando?). Ad inizio stagione ottimisticamente giudicavo la Roma da 5/7mo post. Mi sbagliavo, settimo e basta. P.S. Buona la partita dei fuoriclasse Veretout e Mikhitaryan…

  6. Il peggiore nel gol del raddoppio granata di Zaza, duole dirlo, ma è IBANEZ (su quello di Sanabria il duo Mirante/Cristante). Purtroppo, come già ripetutamente segnalato il ragazzo non sa marcare, si scorda l’uomo, si ferma (caso Zaza), non salta di testa. Se continueremo anche in futuro ha giocare con centrali del calibro di Mancini, Ibanez, Kumbulla e Cristante, il rischio di prendere 2/3 gol a partita è altissimo.

  7. Senza sè e senza ma…
    Giocatori e allenatore forti..vinci.
    Mezze calzette e allenatore così così, no.
    C’è ancora qualche plusvalenza nel gruppo…per fare cassa…daje…

Comments are closed.