Foto Tedeschi

PAGELLE ROMA SHAKHTAR DONETSK – La Roma vince per 3-0 contro lo Shakhtar Donetsk nell’andata degli ottavi di finale di Europa League, avvicinandosi sempre di più, quindi, a staccare il pass per il prossimo turno. Il match si mette bene dopo 23 minuti, con Pedro che trova Pellegrini con una grande palla e porta in vantaggio i giallorossi. Nel secondo tempo, poi, la squadra di Fonseca chiude la gara: prima con un gol mozzafiato di El Shaarawy e poi con il colpo di testa del solito Mancini. Ora testa al ritorno, in programma giovedì prossimo in Ucraina.

Alessandro Tagliaboschi

Le pagelle di Roma-Shakhtar Donetsk

PAU LOPEZ 7. Tiene in piedi la Roma in tutti i modi con interventi da grande portiere: salva due volte su Tete e in altrettante occasioni è decisivo su Junior Moraes. Per una partita torna ad essere il numero uno che aveva convinto la Roma a sborsare oltre 20 milioni per il suo acquisto. Back in the days.

MANCINI 7. Anche non al meglio non delude, anzi. Al di là di uno scivolone nel primo tempo che regala un’occasione a Moraes, quella di Mancini è l’ennesima prestazione da incorniciare: nel secondo tempo è addirittura decisivo quando devia un tiro destinato in porta di Tete e poi con la specialità della casa, il colpo di testa, segna il gol del 3-0. Baluardo.

CRISTANTE 6,5. Dopo la buona prestazione come braccetto di sinistra, torna al centro della difesa e lo fa in modo convincente. La specialità della casa, il lancio in profondità alla ricerca degli attaccanti, mette spesso in difficoltà lo Shakhtar creando opzioni interessanti per la squadra di Fonseca.

KUMBULLA 6. Dalla sua parte c’è Tete che, specialmente a inizio secondo tempo, crea più di qualche grattacapo ma riesce a cavarsela bene.

KARSDORP 6,5. Davanti non riesce a pungere sempre con efficacia, ma le cose migliori le fa vedere in fase difensiva dove disinnesca per tutti i 90 minuti le iniziative di Taison, Sudakov e Ismaily. Inedito e sorprendente.

VILLAR 6. Stasera niente effetti speciali, ma una prestazione precisa e ordinata.

DIAWARA 6,5. Un’altra buona prova di Amadou che si trova bene in coppia di ‘palleggiatori’ con Villar, facendosi vedere anche per più di un recupero utile in fase difensiva. Costante miglioramento.

SPINAZZOLA 6,5. Meno incisivo del solito, ma è sempre una spina nel fianco per la difesa avversaria: una spinta continua sulla sinistra che non si esaurisce mai.

PEDRO 6,5. Un altro passo importante nella strada per che porta a far nuovamente vedere lo straordinario giocatore che avevamo ammirato nella prima parte di stagione. Circa 60 minuti di qualità per lo spagnolo, che confeziona un grande assist per il gol del vantaggio di Lorenzo Pellegrini. On the road.

PELLEGRINI 7,5. E’ di nuovo in stato di grazia e quando è in questa condizione fa la differenza. Il gol – sesto stagionale, il quinto nel 2021 – e tante giocate utili per la squadra in tutte le fasi di gioco. Nel secondo tempo serve un cioccolatino per El Shaarawy che, però, spreca clamorosamente. Prestazione completa.

MKHITARYAN 6. Sembra la partita giusta per le sue caratteristiche, con lo Shakhtar che lascia tanta profondità. Al 34′, però, alza bandiera bianca per un problema muscolare accusato dopo aver cercato l’eurogol da centrocampo. Sfortunato.

DAL 35′ MAYORAL 5. Quando si fa male Mkhitaryan ha la possibilità di entrare e mettere fine alle voci sul suo periodo difficile. Arriva, però, l’ennesima conferma di un momento poco felice per lo spagnolo che sbaglia anche un gol facile servito in modo perfetto da Spinazzola. Su, Borja, bisogna rialzare la testa!

DAL 62′ EL SHAARAWY 7. Prima un errore da horror a tu-per-tu con il portiere dello Shakhtar, poi, però, la musica cambia. Un gol da urlo, uno dei suoi, dribblando in serpentina la difesa avversaria e poi ne sfiora un altro con un’altra magia. C’è anche il tempo per un recupero da applausi in scivolata a centrocampo su una ripartenza avversaria.

DAL 79′ PERES SV. Poco più di 10 minuti per qualche corsa e rivivere i ricordi di serate magiche di Champions League.

DAL 79 PEREZ SV. Entra con la giusta testa senza, però, avere tempo e modo di fare qualcosa di concreto.

DAL 79′ IBANEZ SV. Non c’è assalto finale dello Shakhtar e lui può rimettere minuti nelle gambe dopo lo stop per infortunio terminato solo due giorni fa.

FONSECA 7,5. Dopo la vittoria contro il Genoa in campionato, un altro successo importante per la Roma che (quasi) ipoteca il passaggio ai quarti di finale di Europa League. Qualche pericolo di troppo, specialmente nel secondo tempo, ma i suoi sono spietati nel chiudere la gara. Giusti i cambi: El Shaarawy dà una marcia in più alla fase offensiva. Ora sotto di nuovo con il campionato: c’è un quarto posto da difendere.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

21 Commenti

  1. troppo basso il voto a Kumbulla. il primo tempo se l’è magnati insieme a Mancini. ha avuto un paio di difficoltà, ma tutte e due su rimbalzi fortunelli per Tetè

    • bravo bravo 100% core de roma, tifa Pellegrini er magnifico; super lorenzo lo dico pur’Io a fine anno se gioca come stasera. Per ora da titolare fisso trequartista a fatto 12 gol in 4 anni

  2. Criatante oggi è perlomeno da 8. Copre i buchi colossali di Mancini e aiuta uno scarso Kumbulla. Il resto sono voti troppo alti , forse è il risultato che incoraggia questi voti. Lo shaktar è una squadretta e dovevano farne almeno 6.

    • Giusto, anche l’Inter è una squadretta è riuscita a pareggiare con sti “scarsi” per ben due volte, il Real ci ha addirittura perso altra squadra di scarponi. Ci fosse na volta che ne affrontiamo una forte eh, anche quando perdiamo è perchè siamo noi più pi*pe di loro.

      Dai l’ora d’aria l’hai presa, ora torna dentro e fatti stringere bene la camicia di forza

    • Da ricovero immediato.
      Se perdiamo, siamo una squadretta, se vinciamo abbiamo battuto la squadretta…
      La tal squadretta che ha pareggiato due volte senza prendere gol dall’Inter di Lukaku and co. col miglior attacco del campionato e vince due volte con il Real Madrid.
      Ma che complessi abbiamo?
      Non ho parole.
      Ah no, Forza Roma Sempre, quelle si!

  3. Ottima prova e grande soddisfazione..bravi ragazzi ma la cosa più bella è stato Bergomi che dopo il secondo gol della Roma non parlava quasi più.
    .

  4. “Lo shaktar (scritto minuscolo) è una squadretta e DOVEVANO? Chi la Lazie? Yellow stasera sei caduto dal trespolo… Infatti il tuo gemello siamese nemmeno scrive più!

  5. Bene tutti e Fonseca non ha sbagliato niente .. bella Roma , senza amnesie e tutti concentrati per fissare il risultato .. Fonseca voto 8 stasera.

  6. Grande partita ed ottimo risultato! La squadra gioca, insieme all’Atalanta, il miglior calcio d’Italia. Le lacune più passa il tempo e più vengono colmate. Ottimi interpreti – Pellegrini su tutti (tiè…) – benissimo Fonseca.
    Con i ritocchi che tutti conosciamo il prossimo anno potremo far molto bene.
    Da sottolineare il fatto che le belle figure le stiamo facendo in Europa, ove è sempre difficile ed impegnativo giocare, e lo facciamo in maniera autorevole, con un gioco arioso, bello, propositivo.
    Credo che i tifosi di Inter, Juventus, Milan (malgrado il buon risultato) cominceranno a porsi qualche domanda. Lo stesso vale per Napoli e…lazio.
    Avanti cosi’, con pazienza, serietà, passione.
    Tutto il resto…è noia!
    FORZA ROMA!

  7. Bravi tutti , meno B.Majoral ,per il quale quoto il giudizio sulla pagella . Una notazione : ma si può chiamare ucraina una squadra che ha messo in campo 11 giocatori brasiliani ? Mi sembrava Roma – Flamengo in intercontinentale, altro che Europa League .

  8. avete vinto con una squadra di dopo lavoro in coppa uefa e vi siete esaltati. Il P-team a ricoprire d’elogi il cappppetano romanista fa sbellicare. Adesso potete tornare a Don Matteo oppure se volete guardare il calcio che conta vi aspetta il bomber Maruqi e il sergente, pronti a ribaltare l’andata a Monaco. Vi rode perché Roma siamo noi.

  9. dall´inizio del campionato e´la prima volta che sono veramente soddisfatto della prestazione di livello su una partita che vale qualcosa…oggi complimenti a tutti..Ora spero che da Parma arrivano conferme sulla voglia di fare di questi ragazzi altrimenti e´sempre il percorso del gambero.

Comments are closed.