PAGELLE INTER ROMA – Dopo la vittoria di Crotone, la Roma conferma il ‘tabù big’ e torna a perdere: contro l’Inter, a San Siro nel match valevole per la 36° giornata di Serie A, termina 3-1. La gara si indirizza subito nel primo tempo con un uno-due micidiale della squadra di Conte: prima Brozovic e poi Vecino mettono subito in ginocchio i giallorossi. Al 31′ Mkhitaryan riapre la gara e gli uomini di Fonseca nel secondo tempo vanno più volte vicini al pareggio ma senza riuscirci. Nel finale chiude Lukaku.

Alessandro Tagliaboschi

Le pagelle di Inter-Roma

FUZATO 6,5. Non può nulla sui due gol, ma è bravo a ipnotizzare Sanchez nel primo tempo con un grande riflesso.

KARSDORP 6,5. Ormai si può dire senza timore di essere smentiti: la crescita e la conseguente riscoperta di Rick Karsdorp è la nota più lieta di questa stagione. Corre in avanti e indietro sempre con grande facilità facendosi sempre trovare al posto giusto al momento giusto. Nel secondo tempo mette un cross perfetto per Cristante che spreca clamorosamente. Tra i migliori, ancora una volta.

MANCINI 6. Vive una serata tutt’altro che semplice. Non trova sempre i tempi giusti in marcatura e in anticipo e sbaglia in occasione del secondo gol: si gira e salta sul tiro di Sanchez. Ha il merito di trovare una grande traccia per Dzeko nell’azione che porta al 2-1 di Mkhitaryan. Ma è troppo poco.

KUMBULLA 5. Il cliente di giornata è il più difficile e ostico del campionato: Romelu Lukaku. Prova a fermare il colosso belga come può, ma ci riesce raramente. Un’altra prova deludente di una prima stagione a Roma in cui di certo non ha fatto vedere tutte le grandi qualità che ha convinto i giallorossi a prenderlo dall’Hellas Verona.

SANTON 4,5. Nei primi 45 minuti non vede mai Darmian che lo mette in costante difficoltà: la differenza di forma e freschezza fisica è evidente. Poi l’Inter cala e lui si vede di meno. Per fortuna, verrebbe da dire.

CRISTANTE 5,5. Un primo tempo complicato anche per lui, ma cresce a centrocampo risultando spesso pericoloso anche in zona gol: è lui ad andare più vicino al pareggio con un ottimo inserimento ma sbaglia il colpo di testa. A centrocampo sembra possibile salvare il soldato Bryan.

DARBOE 5. L’inizio è shock: il livello si alza e deve prendere le misure. Non è perfetto, come tutta la squadra, sul primo gol e soffre la fisicità di Lukaku sul raddoppio. Nella ripresa, però, cresce minuto dopo minuto e fa rivedere tutte le ottime qualità mostrate nelle prime uscite fino all’83esimo quando regala la palla a Pinamonti e rischia di combinarla grossa. Imparerà ad affrontare anche questo tipo di partite.

PEDRO 5. Un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. E’ nel vivo del gioco, ma sbaglia praticamente sempre la scelta nell’ultimo quarto di campo. Dopo un tempo lascia il campo a El Shaarawy.

PELLEGRINI 5,5. Fatica a farsi trovare tra le linee e ad accendersi. Una serata ‘no’.

MKHITARYAN 6,5. Insieme a Dzeko è il faro della manovra offensiva. Per larghi tratti della gara si rivede il Mkhitaryan della prima parte di stagione e dà continuità al gol di Crotone con un’altra rete proprio in asse col bosnaico. Se Mourinho vorrà rinunciare a lui ci dovrà pensare molto bene.

DZEKO 6,5. Quando gioca così è molto più semplice dimenticare tutti i problemi di questa stagione e la carta d’identità che segna 35 anni. E’ dominante con la palla tra i piedi e nei duelli e le sue giocate sono di difficile lettura per la difesa dell’Inter. Serve un grande assist per Mkhitaryan e colpisce il palo che gli nega un super-gol. Se Mourinho lo sta osservando, il messaggio per lo ‘Special One’ è forte e chiaro: “Se vuoi, puoi contare su di me”.

DAL 46′ EL SHAARAWY 6. Un buon ingresso impatto sulla partita e Ranocchia gli toglie di un pelo un gol già fatto.

DAL 77′ VILLAR SV. Un paio di dribbling e niente di più.

DAL ’87 PERES SV. Troppo poco il tempo per incidere.

DAL 87′ CARLES PEREZ SV. Stesso discorso di Bruno Peres.

FONSECA 5. Neanche sul finale di stagione e con un’Inter già campione e senza motivazioni, la Roma riesce a togliersi la soddisfazione di vincere un big match. L’apporccio alla gara è agghiacciante e il forcing nel secondo tempo non porta al pareggio. Resta solo il derby: perdere anche quello sarebbe davvero troppo.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

14 Commenti

  1. A parte tutti gli altri, Dzeco bravo si’ fa sponda fa salire la squadra ecc ma gol? non lo chiamiamo attaccante, l’attaccante e’ una altra cosa l’attaccante deve fa gol. punto! palo traversa sponda, so tutte chiacchiere ce vole uno da 20-25 gol.

  2. Un’intera stagione di figure di 💩!
    Ci vorrà tempo per disintossicare la Roma dai danni fatti dal lusitano negli ultimi 2 anni.
    Mourinho è atteso ad un lavoro davvero tosto….

  3. Ma come Pellegrini 5,5? Ha pure indovinato un paio di passaggi, io gli darei almeno 9. E Cristante? 5,5? Ma come, è tornato a centrocampo dove è una tigre, un fenomeno proprio, mio voto 8.

  4. Fuzato 5,5
    Santon 4
    Mancini 5
    Kumbulla 4,5
    Karsdorp 7
    Darboe 6
    Cristante 5,5
    Pellegrini 4,5
    Pedro 4,5
    Mikhytarian 6,5
    Dzeko 6

    Fonseca 4

  5. Ecco quanto vale Pellegrini. Fenomeno con il Crotone ( fatto solo due tiri peraltro ) e con le squadre più forti sparisce completamente. Lo dico da una vita.
    Con lui con o senza special one faremo altre figure di m….
    comunque l’unica cosa positiva di questa stagione e che mancano due partite perché un conto è perdere ma così senza dignità e rispetto per la maglia non mi va giù francamente.

    Forza Roma sempre

  6. ma come si fa a dare 5 al migliore in campo ( passaggio a Pinamonti a parte che comunque poi è stato ostacolato dal bravissimo Darboe).
    Sto ragazzino sta insegnando a tuttinil gioco del calcio ( ma voi nn lonpotete capire!!)

  7. Darboe 5??? Ma che partita avete visto?
    Uno dei pochi che nn ha paura di fare passaggi tra le linee, uno dei pochi che ha lottato fino alla fine .

    Migliore in Campo!! 7 !!!!

    ..magari Pellegrini giocasse come lui!!!

    Grande Darboe !!

  8. Darboe 5
    Pellegrini 5.5?

    Ma aveste visto inter roma o un altra partita?

    Darboe 6 sbaglia qualcosa ma recupera 100 palloni
    Pellegrini 4.5 non indovina un solo dribbling o giocata in tutta la partita,l uomo in meno in fase offensiva con un trequartista serio(cahlanoglu,luis alberto,zelinski,ma anche messias o raspadori forse bastavano)avremmo pareggiato l inter ha lasciato spazi incredibili e la mancanza del trequartista a supporto di dzeko si e sentita,difesa horror come sempre,mancini 6?
    Un difensore che sul gol di vecino salta e si gira di sedere ,saltato sustematicamente o quasi e recupera a velocita anziano di 75 anni la posizione,……

  9. Il nostro problema è che non ci divertiamo troppa pressione troppi esami troppa ansia troppa voglia di dimostrare il calcio nonostante tutto è sempre un gioco e se non ti diverti non vinci

  10. Sono mesi che si parla di difesa da incubo….ma ragazzi, questi sono i grandissimi e sopravvalutati giocatori che si sono comprati….la domanda è un altra….ma chi li compra? , chi li vede?…..gente con gli occhiali?…..questa è una difesa da cacciare in blocco….e non solo.

  11. 5 darboe ma stiamo scherzando ieri ha lottato per 2 perché il signor cristante non cooriva mai pellegrini 5 ecco il suo reale valore e per il resto santon kumbulla adios. Se spera per sempre

Comments are closed.