romanews-michael-fabbri-sassuolo-fiorentina-arbitro
Foto Getty

OCCHIO AL FISCHIETTO – Sarà Michael Fabbri ad arbitrare il match tra Parma e Roma, che andrà in scena domenica alle 18 al Tardini. L’arbitro, proveniente dalla sezione di Ravenna sarà coadiuvato dai guardalinee Tolfo e Di Vuolo e dal quarto uomo Ghersini. Al VAR è stato scelto Banti, mentre Alassio sarà l’AVAR.

I precedenti con la Roma

Sono sette i precedenti in Serie A con la Roma per il 35enne, arbitrata rispettivamente contro Benevento, Bologna, Verona, Fiorentina, Atalanta. L’ultimo incontro è stato al Friuli, la scorsa stagione, quando la Roma perse 1-0 con l’Udinese. Quella contro i bianconeri è stata la seconda sconfitta sotto la direzione del fischietto romagnolo. La prima in assoluto era arrivata contro la Fiorentina, mentre gli altri precedenti sono stati tutti favorevoli alla squadra giallorossa. Curiosamente le partite che hanno visto Fabbri dirigere la Roma sono arrivate tutte nelle ultime due stagioni, sotto la gestione Di Francesco. Un episodio rilevante invece riguarda la gara contro l’Inter del 2 dicembre scorso. In quel caso Rocchi non fischiò il rigore per un fallo netto di D’Ambrosio su Zaniolo. Il VAR che era proprio Fabbri, confermò la decisione dell’arbitro. In totale il bilancio, su sette partite, è di 4 vittorie della Roma, un pareggio e due sconfitte. Altrettanto curiosa è la scelta, a livello territoriale, fatta dal designatore Rizzoli. Fabbri infatti è originario di Faenza, paese dell’Emilia Romagna non molto distante da Parma.

I precedenti con il Parma


Sono quattro i precedenti con il Parma, anch’essi tutto sommato positivi. I ducali sotto la sua direzione hanno infatti ottenuto tre risultati positivi: due vittorie contro Cagliari e Fiorentina, un pareggio e una sola sconfitta contro la Lazio. Diventato internazionale da quest’anno, ha arbitrato due partite di qualificazione in Europa League. Per Fabbri sarà la 73esima partita diretta in Serie A.

Pietro Mecozzi

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. Così funzionava anche nel periodo di calciopoli diventando arbitri internazionali dopo aver fatto danni (calcolato) in Italia che strano a dicembre fa il favore grosso allinter e a 35 anni diventa internazionale
    Ma invece lo bello e stato dimenticato….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here