romanews-roma-under-rinnovo
Foto Getty

UNDER NUMERI APPROFONDIMENTO – Dopo la partita con l’Istanbul Basaksehir aveva lanciato un grido disperato sperando di essere ascoltato da Fonseca: “Quando tornerò titolare dal primo minuto, dimostrerò quanto sto bene”. Eppure, nonostante il tecnico portoghese lo abbia schierato dal 1′, Cengiz Under è senza dubbio l’unica nota stonata del successo sofferto e meritato contro l’Hellas Verona. Il talento turco, infatti, nei ’67 del Bentegodi è apparso svagato, appesantito e fuori forma. E i numeri della gara testimoniano la serata negativa di quel talento che, da quasi un anno e mezzo, a Roma si vede a sprazzi. O forse neanche più quelli.

Cengiz Under titolare col Verona: i numeri di una serata da dimenticare

L’occasione era ghiotta: tornare nello stadio dove segnò il primo gol con la Roma e da titolare, vista l’assenza per squalifica di Nicolò Zaniolo. Under, però, non ha colto l’opportunità in un’altra serata da dimenticare per il classe ’97. Mai pericoloso dalle parti di Silvestri con 0 tiri in porta e nessuna occasione da gol creata, 3 palle perse, oltre ai soli 9 passaggi riusciti: solo Mkhitaryan e Fazio entrati nel finale e Kluivert uscito anzitempo per infortunio hanno fatto peggio. E non è finita qui. Tra i giocatori che hanno iniziato la gara da titolare, Under è quello che ha giocato meno palloni: solamente 20.

Il 2019 sta finendo: l’annus horribilis di Under

C’è un motivo di consolazione per Under: il 2019 sta finendo. Per l’ex Istanbul Basaksehir è stato un vero e proprio ‘annus horribilis‘: solo 575 minuti giocati e 2 gol messi a segno a causa dei tanti problemi fisici. Cengiz, però, ha ben due armi a disposizione per rialzarsi: un grande talento che ha stregato tutti qui a Roma e la fiducia di Fonseca. L’imperativo ora è ritrovare la migliore forma fisica, per poi tornare a fare gol e assist. In estate ha firmato il rinnovo di contratto 2023: c’è tempo per fare bene, la speranza è che arrivi al più presto la scintilla decisiva per ricominciare a incantare. Proprio quella che scattò quasi due anni fa al Bentegodi.

Alessandro Tagliaboschi




Print Friendly, PDF & Email

8 Commenti

  1. Ma per voi stà serata quanto dura interi campionati?? Questo quì da sempre è solo infortuni e dichiarazioni roboanti, cioè aria fritta. Da rispedire al mittente PUNTO

  2. Talento di grandissime potenzialità in forma precaria da aspettare e rilanciare.In una serata storta ha messo comunque lo zampino decisivo nel rigore su Dzeko

  3. È vero che la prestazione di Ünder non è stata nel complesso buona. In questo articolo vi siete però scordati di dire che il rigore concesso a Dzeko nasce da un bel passaggio in profondità proprio del turco. È un’inesattezza dire che non ha creato nessuna occasione da gol.

    • Salve Lorenzo,
      Rispondo perché credo sia giusto farlo a questa osservazione: non dico io che Under ha creato 0 occasioni da gol, bensì il match report della Serie A, rddatto dalla Lega Calcio. É vero, passa la palla a Dzeko, ma non sapremo mai veramente come sarebbe finita quell’azione. Probabilmente in quel caso è più da lodare la capacità di prendere posizione e girarsi prendendo il tempo al difensore di Dzeko. Cari saluti e forza Roma.

      • aspettare Under mi sembra quantomeno doveroso .. ne riparleremo fra un mese .. spero non venga venduto a Gennaio anche se credo ci siano i presupposti anche con il consenso occulto della stampa ..

  4. “o forse neanche piu’ quelli” e’ una frase non da giornalista .. mi scusi signor Tagliaboschi, ma glielo devo dire, anche se aumenteranno le reazioni negative della Redazione nei miei confronti ..

  5. Come si fa a parlare di un giocatore che è stato fuori due mesi, ha giocato due spezzoni di pochissimi minuti, e alla prima da titolare doveva spaccare tutto? Ha sbagliato Fonseca, perchè se è vero che è appesantito doveva prima rimetterlo veramente in forma, evitandogli certe figure e l’aggressione mediatica.

Comments are closed.