NUMERI E CURIOSITA’ DI SAMPDORIA-ROMA – Manca pochissimo. Poi al ‘Ferraris’ di Genova si giocherà il sessantunesimo Sampdoria-Roma nella storia della Serie A. Nelle ‘gare liguri’ disputate nella massima serie tra queste due squadre da registrare la supremazia blucerchiata. La Samp, infatti, è stata vittoriosa ben 28 volte contro le 11 romaniste. Settantacinque le reti realizzate dai ‘padroni di casa’, 49 dai giallorossi. Se invece andiamo ad analizzare tutti gli scontri tra Roma e Sampdoria in Serie A vediamo che sono i giallorossi ad essere in vantaggio. Su 120 incontri disputati, infatti, i capitolini se ne sono aggiudicati 52, mentre i genovesi 36. Romanista anche il primato nelle reti segnate: 167 contro i 119 blucerchiati. Ma cosa è successo dal ritorno in Serie A della Samp nel 2003?

UN SOLO KO – Dal ritorno della Sampdoria in Serie A (stagione 2003/2004), 7 sono stati gli incontri disputati dalla Roma contro i blucerchiati al ‘Ferraris’ in Campionato. Una sola sconfitta per i giallorossi nell’arco di questi sette anni, quella del 24 aprile 2005. Quella domenica i padroni di casa andarno in vantaggio con Max Tonetto, che  un anno dopo sarebbe passato tra le fila dei capitolini. Il colpo del KO per la squadra allora allenata da Bruno Conti arrivò a poco più di 10 minuti dal termine del match quando Flachi trasformò un calcio di rigore concesso dall’arbitro Paparesta. Il direttore di gara, al 93′, assegnò un penalty anche alla Roma: sul dischetto andò Vincenzo Montella, ex doriano. L’Aeroplanino segnò, ma ormai era troppo tardi: 2-1.

TRIONFI – Due le vittorie della Roma a Marassi in Serie A dal ritorno nella massima serie della Samp. La prima è datata 26 novembre 2006 quando la gara finì 2-4. La Roma aprì le danze con Totti al 13′, ma un minuto dopo arrivò il pareggio di Volpi. I giallorossi, però, vollero chiudere i giochi già nel primo tempo: Perrrotta al 33′ e Panucci al 44′ fecero tornare il club capitolino negli spogliatoi con il risultato di 3-1 in tasca. Poi, al 74′, la perla di Francesco Totti al volo su invito di Cassetti che fece alzare in piedi anche i tifosi blucerchiati. Al 2′ di recupero, poi, i blucerchiati accorciarono le distanze con il ‘solito’ rigore siglato Flachi. Vittoria ancora più netta -ma anche più sudata visto che arrivò nei 20 minuti finali della ripresa – l’anno dopo. Il 4 maggio 2008 la Roma s’impose per 3-0 sul campo del ‘Ferraris’ rimanendo in corsa per la conquista del titolo (che poi andò all’Inter) a due giornate dal termine del Campionato. I giallorossi ci misero 10 minuti per aggiudicarsi i tre punti. Al 72′ segnò ancora una volta Panucci (ex-genoano), al 76′ Pizarro e all’82’ Cicinho.

LE X – Quattro i pareggi. Il primo (datato 16 maggio 2004) e l’ultimo (13 dicembre 2009) sono stati due 0-0. In mezzo c’è stato un 1-1 che ha cambiato la storia. Quel 18 dicembre 2005, infatti, venne inaugurato ufficialmente il 4-2-3-1 spallettiano con Perrotta incursore e Totti prima punta che poi fruttò ai giallorossi 11 vittorie consecutive. Ad andare in vantaggio furono i capitolini con il Capitano al 15′. Il pareggio blucerchiato arrivò al 56′. E indovinate  chi segnò? Ovviamente Flachi. E come segnò? Ovviamente su calcio di rigore. Il 15 marzo 2009, invece, terminò 2-2 e furono 2 doppiette. Per i giallorossi uno dei pochi exploit di J. Baptista (seconda rete su penalty), mentre i liguri vennero trascinati da Giampaolo Pazzini.

Claudia Fraschetti

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here