Messo già alle spalle il derby, la Roma guarda verso il 64° incontro in Serie A contro il Cagliari. Venticinque di queste gare sono finite con il trionfo giallorosso, 15 con quello rossoblu e 23 in parità. Novanta le reti segnate dai capitolini nei 63 precedenti, 75 quelle degli isolani. Quella di domani sarà la 32^ sfida romana tra le due squadre.

SOLO VITTORIE – Dopo la retrocessione nella serie cadetta della stagione 1999-2000, il Cagliari è tornato in A nel 2004 grazie all’apporto del ‘ritrovato’ Gianfranco Zola. Da allora, gli incontri nella Capitale tra giallorossi e rossoblu sono sempre terminati con il successo dei padroni di casa. Il primo confronto, quello del 31 ottobre 2004, terminò 5-1 (gol di Dellas, Totti su rigore, Perrotta e doppietta di Montella; gol sardo di Suazo), mentre il successivo dell’8 febbraio 2006, sul campo neutro di Rieti, vide la Roma imporsi faticosamente con il risultato di 4-3 (reti di Perrotta, De Rossi e 2 penalty trasformati da Totti; Suazo, Langella e Conti per i rossoblu). Poi due 2-0 consecutivi con Taddei protagonista. Il 23 dicembre 2006, dopo il centro del numero 11, arrivò quello di Amantino Mancini; quasi un anno dopo (il 5 dicembre 2007) fu doppietta per Rodrigo. Nel 2008 ancora una vittoria dicembrina – giorno 14 – , poi, per la Roma. Vantaggio giallorosso con Totti, ribaltamento di risultato dopo i gol di Conti e Jeda, pareggio di Perrotta e gol del trionfo capitolino con Vucinic, che ha poi festeggiato con lo ‘spogliarello’. Il 9 maggio 2010, invece, è finita 2-1. Doppietta di Totti (uno dei 2 gol è arrivato dagli 11 metri) dopo il vantaggio rossoblu con Lazzari.

GOL – Passiamo al presente. Ventotto (26 + due autoreti) i gol realizzati dalla Roma in questo Campionato. A segno 10 calciatori diversi. Comanda Borriello con 9 centri, segue Vucinic con 6, terzo posto per Simplicio a 3 reti, poi c’è Totti a quota 2 ed un gol a testa per Menez, Perrotta, Juan, Brighi, De Rossi e Simplicio. Bilancio di 23 reti ed un autogol per il Cagliari. Otto i giocatori che hanno scritto i loro nomi sui tabellini alla voce marcatori: Matri (come Borriello a 9 reti), Nené a segno in 4 occasioni, 3 centri per Acquafresca e Conti, 1 a testa per Canini, Lazzari e Biondini. Ventiquattro (23+ un’autorete) i gol subiti dalla Roma: due palloni raccolti in fondo al sacco per Doni, 2 + un autogol per Lobont, 19 per Julio Sergio. Diciannove è anche il numero dei gol incassati dal Cagliari in Campionato. Tutti con in porta Agazzi. Ricordiamo che nella rosa isolana milita anche Ivan Pelizzoli, che fu estremo difensore giallorosso dal 2001 al 2005.

TECNICI – Sulla panchina giallorossa c’è sempre Claudio Ranieri. Rispetto alla gara di andata è invece cambiato qualcosa su quella rossoblu. Dopo l’addio di Bisoli, è arrivato Roberto Donadoni. Un solo precedente tra il tecnico di San Saba e quello di Cisano Bergamasco. Si tratta di quello del 4 ottobre 2009. Ranieri era da poco diventato allenatore del della Roma, l’ex calciatore del Milan sedeva sulla panchina del Napoli. La gara dell’Olimpico fra giallorossi e azzurri terminò 2-1. Dopo il vantaggio firmato Lavezzi, ci pensò Totti a regalare la vittoria ai capitolini grazie ad una doppietta. Quella sconfitta fu fatale per Donadoni. Dalla partita successiva venne sostituito da Mazzarri alla guida dei partenopei.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here