romanews-roma-edin-dzeko-juventus-riscaldamento-olimpico
Foto Tedeschi

NUMERI E CURIOSITA’ ROMA BENEVENTO – Dopo due settimane di stop per la pausa nazionali, la Roma torna in campo. Domenica sera all’Olimpico arriva il Benevento, neopromossa dopo un cammino eccezionale in Serie B che l’ha riportata in Serie A a sole due stagioni dalla retrocessione, battendo il record di punti in cadetteria e vincendo il campionato con diverse giornate d’anticipo. Fonseca avrà per la prima volta a disposizione gli ultimi acquisti arrivati dal mercato: Smalling (che partirà subito dal 1’) e Borja Mayoral, pronto a esordire con la maglia giallorossa.

DOVE ERAVAMO RIMASTI – La Roma arriva dalla vittoria in trasferta contro l’Udinese, arrivata grazie al super gol di Pedro, il primo in maglia giallorossa. La formazione di Fonseca cerca continuità dopo un inizio zoppicante con 4 punti in 3 partite. Obbligatorio bissare il successo alla Dacia Arena per non perdere subito terreno nei confronti delle dirette concorrenti.

UNO SCONTRO ‘RARO’ – Complice l’ascesa recentissima delle ‘Streghe’, che fino al 2016 non avevano mai disputato neanche un campionato di Serie B, i precedenti tra giallorossi e giallorossi sono pochissimi. Due in particolare, terminati entrambe le volte con una vittoria schiacciante della Roma.

GARA DA OVER – Tutti e due i match ovviamente risalgono alla stagione 2017/18, l’unica del Benevento nel massimo campionato. Stagione in cui i campani sono retrocessi, finendo il campionato all’ultimo posto. Alla quinta giornata lo scontro con la Roma di Di Francesco al ‘Vigorito’. Un secco 0-4 per la Roma Grazie alla doppietta di Dzeko e a due autoreti di Lucioni prima e Venuti poi. Al ritorno, nonostante un inizio da brivido con il vantaggio iniziale del Benevento all’Olimpico grazie a Guilherme, un’altra goleada. Fazio rispose subito al brasiliano. Poi ancora Dzeko a segno (che con tre reti totali è il giocatore più prolifico della breve storia dei match contro i campani), e la doppietta di Under a chiudere il match. Tempo poi per il 2-4 di Brignola e il sigillo, l’unico in maglia giallorossa, di Defrel su rigore.

IL MATCH SBLOCCA DZEKO – Il centravanti bosniaco è ancora a secco in questo campionato. Le voci di mercato che lo vedevano a un passo dalla Juventus hanno condizionato le sue prime partita (era rimasto in panchina per 90’ contro il Verona). Ora la possibilità di sbloccarsi e di migliorare un inizio di stagione mai così poco prolifico da quando veste il giallorosso. Chi meglio del Benevento? Il bosniaco, come accennato in precedenza, ha già segnato tre reti in due partite ai giallorossi campani. Una media gol importante, la migliore nel bilancio con tutte le altre squadre italiane contro cui ha giocato, che può far sperare il capitano giallorosso.

Pietro Mecozzi

Print Friendly, PDF & Email