Foto Tedeschi

NUMERI E CURIOSITA’ JUVENTUS ROMA Per l’ultimo turno di questo particolare e lunghissimo campionato, va in scena quello che poteva essere un big match e invece sarà una sfida buona solo per le statistiche. Juventus e Roma si affrontano con la pancia già sazia visto che la squadra di Sarri si è cucita lo scudetto sul petto lo scorso fine settimana e i Fonseca boys hanno conquistato un posto nella prossima Europa League mercoledì battendo il Torino. E così ai fini della classifica, l’ncrocio di sabato all’Allianz Stadium ha davvero poco da dire. Andiamo ad analizzare i numeri e le curiosità della gara.

Dove eravamo rimasti

Nel match di andata la Juventus ha superato i giallorossi all’Olimpico laurendosi campione d’inverno. I bianconeri sono andati in vantaggio dopo soli 3 giri di orologio: a sblocca il risultato ci ha pensato Demiral. Cristiano Ronaldo ha raddoppiato al 10′ su rigore. Sempre dagli 11 metri è arrivato il gol della bandiera dei giallorossi con diego Perotti. A caratterizzare il match, però, sono stati i due gravi infortuni occorsi da una parte e dell’altra. Dopo un quarto d’ora il turco della Juve, Demiral si fa male e lascia il posto a De Ligt. Passata la mezz’ora si fa male anche Zaniolo, uscito in lacrime per la rottura del crociato destro che lo ha tenuto lontano dai campi fino a poche settimane fa.

Alla Juve manca dai sei stagioni la “doppietta” con la Roma

La formazione bianconera, dopo il successo nella gara di andata contro la Roma vorrebbe piazzare la vittoria anche nel gara di ritorno: alla Juve non riesce a battare i capitolini due volte nello stesso campionato dalla stagione 2013-14 con Antonio Conte in panchina (3-0, 0-1).

Casa Juve tabù per la Roma

Paulo Fonseca, che alla sua prima stagione in Italia ha già perso all’Allianz Stadium nei quarti di finale di Coppa Italia (3-1, aut. Buffon, Ronaldo, Bentacur, Bonucci) proverà a interrompere una vera e propria maledizione. La Roma infatti nell’impianto bianconero perde da 8 partite di Serie A, 10 includendo anche le sfide di Coppa Italia. La Juventus nella sua storia non è mai riuscita a vincere in casa per 9 volte consecutive contro i giallorossi.

La Juve in casa non conosce sconfitte

La sfida di 1° agosto promette bene per i freschi campioni d’Italia: la Juventus infatti ha vinto tutte le ultime otto partite di campionato disputate nel mese di agosto, segnando una media di 2.5 gol a incontro. Se a questo ci aggiungiamo che l’11 di Sarri in questa stagione di Serie A non ha mai perso in casa, il compito della Magica appare davvero arduo. I bianconeri potrebbero restare imbattuti nel proprio stadio in una singola stagione nel massimo campionato per la 22ª volta nella loro storia in Serie A.

Kalinic scalda i motori

Kalinic ha segnato tre gol contro la Juventus in tutte le competizioni da quando è in Italia: ha fatto meglio solo con Inter, 4 marcature, e Cagliari, 5 reti. Paulo Fonseca dovrà tenerne conto al momento di stilare le formazioni.

Roma regina dei corner

La Roma continua a difendere il suo primato di squadra con più calci d’angolo all’attivo: sono 261 dopo la gara con il Torino. Al secondo posto c’è l’Atalanta con 240 corner battuti. La Vecchia Signora è quarta dopo l’Inter in questa speciale classifica: sono 229 i tiri dalla bandiera dei bianconeri.

Ronaldo vuole timbrare ancora in casa

Se Sarri non farà ampio ricorso alla panchina – come peraltro ha già preannunciato – e lo schiererà in campo contro la Roma, l’obiettivo di CR7 sarà quello di mettere a segno ancora un gol tra le mura amiche del suo stadio. Ronaldo infatti è andato a segno in tutti e 5 gli incontri casalinghi dalla ripresa del campionato dopo il lockdown: 7 sigilli all’Allianz che ne fanno il giocatore dei 5 maggiori campionati europei ad aver realizzato più reti in casa dalla ripartenze del calcio giocato.

Nessuno come la Roma nelle ultime 7

Sei successi e un pareggio per la compagine di Fonseca negli ultimi 7 turni di campionato: con 19 punti la Roma è la squadra che ha fatto meglio in campionato in questo periodo.

GSpin

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. In una partita che “non conta niente” come tutte le partite post Covid del resto, un GROSSISSIMO “CREPI L’AQUILA” al Romano e Romanista Calafiori! Forza ragazzo, faje vede che non ci sono inglesi,turchi,francesi….. Daje Riccardinho prenditi il posto che ti spetta,i Romanisti sono con te ! P.S. : l infortunio mettilo in panchina! DAJE RAGAZZO! P.V.

Comments are closed.