#SPIEGATOBENE DA ANDERSINHO MARQUES – Analizzare, approfondire, sviscerare, insomma… spiegare bene. È questo l’intento della rubrica di Romanews.eu che vi offre una nuova chiave di lettura per capire a fondo l’argomento del giorno in casa Roma. Lo faremo attraverso l’opinione di un personaggio illustre, del mondo del calcio e non. Oggi è il turno di Andersinho Marques, giornalista brasiliano di Mediaset, che ci ha chiarito le idee riguardo a Matheus Guedes, difensore classe ’99 del Santos, che sembra essere molto vicino a diventare un nuovo giocatore della Roma.

PREGI E DIFETTI – “E’ un difensore molto dinamico, veloce e soprattutto ha una portata fisica importante. E’ un difensore centrale che è anche bravo a verticalizzare. Sa quando anticipare o temporeggiare ed ha un’ottima visione di gioco. Un difetto? Uno ce l’ha, forse dovuto anche all’età, ma a volte si ‘diverte’ a dribblare davanti alla difesa e così può rischiare di sbagliare. Alla sua età ci sta, ha tanto da imparare non è una cosa grave”.

IN BRASILE DICONO DI LUI… – “In Brasile tutti parlano bene di lui. Per arrivare in Seleção ci vorrà tanto: prima deve venire qui in Italia, se riesce a dimostrare il suo calcio potrebbe essere un nome importante per la nazionale. Ogni giorno in Brasile esce un calciatore più importante dell’altro, quindi deve fare vedere sei mesi buoni in Serie A da titolare”.

AFFARE? – Se la Roma lo ha preso a parametro zero è un affarone. Non è una scommessa, c’è solo da guadagnare e se va male ci hai provato. Anche a livello di stipendio non sarà molto alto da pagare. Secondo me la Roma ha fatto un ottimo affare”.

IN PRESTITO O PRONTO PER LA ROMA? – “Dipende dall’allenatore che la Roma avrà. Se avrà il coraggio di mettere un difensore così giovane a giocare e lui negli allenamenti dovrà dimostrare di poter giocare in Serie A. Ricordiamoci che i calciatori brasiliani non tutti saranno come Paqueta che inizia a giocare subito da titolare. Se lui riesce a dimostrare subito all’allenatore che può fare bene alla Roma potrebbe restare. Se puoi vuole darlo in prestito dipende sempre da lui dimostrare di poter fare il titolare in Serie A. Parliamo di un giocatore molto giovane, Marquinhos è uscito fuori perché Zeman non ha paura a schierare i giovani. Ci vorrà un allenatore con coraggio”.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Ho capito un’altra prospettiva da plusvalenza re tra due tre anni, va tutto bene, ma noi qui abbiamo preso trecento gol, la difesa è tutta da rifare a prescindere da chi sarà l’allenatore.
    O vogliamo far passare per acquisto o grande acquisto, uno a cui devono spuntare ancora i dentini?
    Stiamo sempre alle solite ta ta ra ra ta….. Ta ra ta ra ta ta ta….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here