LE INTERVISTE DEL DOPOGARA

Rosella Sensi alle radioUna buona Roma..
“Si una bella prova, sono soddisfatta.”
Anche oggi contestazioni per lei..
“Ma le contestazioni dispiacciono sempre soprattutto perché le aspettative dei tifosi sono sempre massime. Ma io ho visto una buona squadra con dei giovani come ha detto il mister ieri che sono molto promettenti e saranno il futuro della Roma. Sono convinta che anche chi ha contestato sarà vicino alla squadra. Mi auguro che non si trovino pretesti ed augurare alla Roma di perdere per contestare e basta”.
Oggi i tre dietro a Totti erano tutti giovanissimi e hanno dato molto…
“Si, ma non solo i giovani ci sono ma sono molto bravi, questo per me è un punto i forza. Ci sono ragazzi giovani sulle fasce che ci faranno fare la differenza. C’è un grandissimo Francesco Totti, ringiovanito. Io ci credo siamo forti forse potremmo essere più competitivi ma io sono sicura che ce la possiamo battere con tutti”.
Il mercato è finito?
“Stiamo cercando qualcosa che sia adeguata a noi, al nostro gioco e alle nostre possibilità. Vediamo cosa può succedere da qui al 31. Ce la stiamo mettendo tutta e di certo non ci siamo fermati. Abbiamo preso Guberti e Motta è stato riscattato, sembrerà poco per molti ma la stagione ed il futuro ci daranno ragione”.
La prossima gara è con la Juve
“Purtroppo alla seconda giornata, sarà importante giocare bene e scendere in campo come sanno fare i ragazzi, con grinta come abbiamo fatto negli ultimi anni. In questo campo, I tifosi ci staranno vicini sicuramente e questo potrebbe fare la differenza”.

Spalletti a Rete 4Che indicazioni si possono trarre da una partita come questa che è poco più di un allenamento?”Secondo me non è così, quando una squadra che ha delle potenzialità entra con il piglio giusto ne trai dei vantaggi anche nell’atteggiamento, è stato merito della Roma questa sera mentre l’altro giorno siamo entrati in campo in maniera differente e ne abbiamo subito le conseguenze. Dopo cinque reti abbiamo pensato fosse tutto facile e abbiamo preso gol, è sempre l’atteggiamento di squadra che fa la differenza”.Domenica arriva la Juventus, è preoccupato per qualche sinistro scricchiolio della difesa?”Sul gol la difesa non è andata ad accorciare sulla palla al limite dell’area e Artur non si aspettava il tiro, però stasera mi è sembrato che la squadra ha giocato bene e impegnandomi non riesco a trovare qualcosa da correggere”.Totti: 11 gol in 5 partite.”E poi gli sono capitate altre 4-5 occasioni in cui non si è fatto trovare pronto e deve riuscire a sfruttare il 90%, anche il 100% delle occasioni che gli capitano attraverso l’atteggiamento di squadra che prepara le partite come si è preparata quella di stasera”.
 
Cassetti alle radio
Una gara sin troppo facile”Sì, diciamo che oggi è venuto fuori il divario tra le due squadre”. Oggi un mix di giovani e vecchie guardie…”Sicuramente, i giovani sono importanti e si sono messi a disposizione del mister come tutti quanti. Questa sera abbiamo fatto una buona gara tutti, poi davanti si sono divertiti dividendosi i compiti. Anche oggi il capitano ha fatto tre gol. Meglio di così non poteva andare, un’ iniezione di morale”.Molti gol fatti e qualcuno subito, dove si deve migliorare?”Complessivamente come squadra, non si deve parlare di reparti e muoversi come un unico blocco. Bisogna dimenticare Genoa, dove non dovevamo perdere, ma va anche detto che alcuni episodi hanno girato male. Domenica c’è la Juve: noi siamo pronti”.Cerci alle radioOggi hai segnato…”Una grande soddisfazione personale mi dà fiducia. La squadra ha giocato bene, siamo partiti a mille come voleva il mister”.Era importante per te giocare tutta la gara…”Importantissimo che abbia giocato tutta la partita, forse avevo solo settanta minuti nelle gambe, devo ancora migliorare”.Potresti esserci anche con la Juve?”Sono sempre a disposizione, se arriverà l’occasione darò il massimo”.Domenica c’è la Juve…”Sarà una partita difficile ma noi siamo una grande squadra e possiamo vincere. Dipenderà dalla mentalità”.Il tuo ruolo è a destra…”Sì, mi trovo bene lì, ma sono pronto ad adattarmi anche se questo è il mio ruolo”.Spalletti in conferenza stampa
Sul mercato..
“Io sono d’accordo con il presidente, sarebbe bello che queste domande voi le poneste a Pradè o a chi cura questa cosa per noi”.
La Juve….
“Secondo me incontrando queste squadre subito possiamo avere qualche vantaggio. Noi ci arriviamo bene e sono sicuro che giocheremo bene come ero convinto per stasera”.
Una preparazione iniziata presto…
“La preparazione di stasera un po’ di fatica te la dà, ma ti dà anche coraggio. Sono convinto che il risultato e la prestazione faranno la differenza nel futuro”.
Un giudizio su De Rossi e la sua prestazione e poi una su Totti…
“Ci sono cose che si dicono negli spogliatoi e rimangono lì. De Rossi è diffidato e quindi era meglio preservarlo. Non so le condizioni di Perrotta e di Brighi quindi mi devo tutelare. Menez ha un ematoma sulla schiena ed ho preferito quindi mantenere Francesco in campo. A lui fa bene giocare ed ha a cuore la sua situazione ed i suoi gol. Oggi ho visto un buonissimo Cassetti che ha giocato alla grande. Dopo Firenze è stato detto che non poteva stare centrale invece si come avete visto. Ha fatto fuorigioco, comandando la difesa e volevo dirlo”.
Giocherà Juan e Burdisso terzino?
“No per ora no, Cassetti e Motta stanno giocando bene e per ora non considero questa possibilità”.
Un parere sulle italiane tutte qualificate…
“Per il livello degli avversari francamente era dovuta. Poi il nostro calcio è sempre importante non ce lo scordiamo. Dopo la tripla eliminazione dell’anno scorso c’erano state un po’ di polemiche ma anche quest’anno ce la giocheremo su tutti i livelli”.Pizarro alle radio
Una buona gara..
“Era importante giocare bene, lo abbiamo fatto facendo un risultato importante”.
Si può migliorare in difesa?
“Certo, si può migliorare sempre, non è stato il massimo prendere ancora un gol. Serve concentrazione e su questo si sbaglia”.
Domenica arriva la Juve come si affronta?
“Tranquillamente, con la consapevolezza di essere a livello. Noi vogliamo vincere e sarà una gara importante che dirà qualcosa anche sul campionato”.
Tu hai invocato la società a Genoa ma si è preferito un profilo basso cosa ne pensi? sei orgoglioso delle cose che hai detto?
“Lo sono sempre, quando parlo non lo faccio mai a vanvera. Se dico le cose è perché c’è qualcosa dietro. Non parlo se non devo parlare. Ho detto le cose in quel momento, ora giriamo pagina e non piangiamoci addosso”.
Che partita sarà con la Juve?
“Noi faremo la nostra partita per vincere perché non avendolo fatto a Genoa siamo affamati”.
Pensi che nonostante sia la seconda sarà fondamentale?
“Io credo nella mia squadra che è importante e può lottare per traguardi buoni. Spero che tutti i miei compagni la pensino così”.
La preparazione è cominciata prima
“Si importante aver iniziato la preparazione prima speriamo che ci possa aiutare”.
Il progetto giovani della Roma continua…
“Io ci credo poco ai progetti, soprattutto nelle grandi squadre come la Roma, servono i risultati. Loro devono lavorare come tutti e dare il massimo”.
Cosa vi ha detto Spalletti?
“Niente, di prendere sul serio tutte le gare ed il gioco”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here