CALCIOMERCATO ROMA KALINIC – La Roma è accoglie un nuovo rinforzo per l’attacco. Nikola Kalinic è nella Capitale per diventare un giocatore giallorosso. L’intesa con il calciatore croato e l’Atletico Madrid era stata trovata da tempo, si attendeva solamente l’ok per la partenza di Schick. Il ceco, infatti, è pronto a trasferirsi in Bundesliga, al Lipsia in prestito con diritto di riscatto, mentre l’ex Fiorentina e Milan è atterrato a Fiumicino alle 23.30: “Sono molto contento di essere tornato in Italia”, le prime parole ai cronisti in aeroporto con una quindicina di tifosi presenti. Domani mattina alle 8.30 le visite mediche a Villa Stuart per poi porre la firma sul contratto che legherà alla Roma. Arriva in prestito per 2 milioni di euro con diritto di riscatto a 9.

Da Fiumicino
Edoardo Frazzitta

ROMANEWS.EU SEGUE IN DIRETTA L’EVENTO

LA CRONACA

Ore 00.10 – Ecco Nikola Kalinic che si presta alle foto con i cronisti e tifosi presenti posando per la prima volta con la sciarpa della Roma. L’attaccante croato ha anche rilasciato le sue prime parole da nuovo giocatore giallorosso: “Sono molto contento di essere tornato in Italia”.

Ore 23.30 – Nikola Kalinic è atterrato a Fiumicino da Madrid con circa 15 minuti di anticipo.

Ore 23.20 – Si attende l’arrivo di Kalinic.

Print Friendly, PDF & Email

25 Commenti

  1. Posso dire la mia su Lazio-Roma? Anche Fonseca non si accorge che in campo stava con 4, dico ben 4 trequartisti: Cristante, Pellegrini, Zaniolo, Pastore. Tutti insieme appassionatamente. Sicuramente poi la qualità è quello che è non ci si può fare nulla, ma intanto metterli perlomeno nel loro ruolo naturale. Diawara 21 milioni per stare in panchina, Veretout non pervenuto. L. Pellegrini giovane + 9 milioni per un rotto Spinazzola. Prima bisognerebbe capirci slmeno un pochino di calcio, poi acquistare i giocatori giusti e non scarsi.

  2. Pare molto probabile che l’esterno alto non arriverá, ciò vuoldire che ciò che avevo previsto si é avverato.
    Alla luce di questo, senza l’esterno (Kalinic non ti risolve questo problema), e considerando che Perotti se tutto va bene torna a Novembre, significa che a Gennaio ci sarà il serio rischio che saremo SESTI IN CLASSIFICA A 6/7 PUNTI DALLA LAZIO E A 4 DAL MILAN.
    SEGNATEVI STA COSA, L’ESTERNO ALTO ERA FONDAMENTALE DA PRENDERE, SI ACCORGERANNO DI QUANTO SAREBBE STATO IMPORTANTE SOLAMENTE QUANDO TI TROVERAI A RINCORRE.
    IO ORMAI NEANCHE MI MERAVIGLIO PIÚ DI CERTE COSE.

  3. Tempo al tempo, ancora errori e palle perse in centrocampo e difesa. Buoni movimenti e triangolazioni quantomeno cercate. Come finalizzazione ancora bisogna lavorare nella visione del gioco. Diawara doveva entrare prima e lo stesso Santon. Veretout deve inserirsi. Calma e gesso. FONSECA RESTA

  4. Emanuele Baliani, ti vorrei far notare che lo scorso anno, quando sembravo quello he si lamentava prima del dovuto per la pessima campagna acquisti condotta da Monchi, a fine anno sul CARRO di quelli che erano DELUSI, ci stava gente come te e gente che sento per radio, la quale inizialmente era totalmente fomentata, ottimistica ed eccessivamente speranzosa, quando poi a alla fine della fiera, si sono dovuti ricredere, ammettendo tutti gli errori che erano stati commessi sul mercato (che non hanno voluto ammettere anche a metà stagione, quando tutto era abbastanza chiaro,sempre per esser ottusamente ottimisti). Io invece, a differenza vostra, sul carro ci stavo già non perché gufo la Roma, ma perché a differenza di gente come te, sono REALISTA, dovresti cominciare a provare. Qualora tu avessi davvero il desiderio come me che la Ro.a sia più competitiva, non ti puoi accontentare del fatto che il massimo obiettivo sia arrivare quarti.
    Vedi, a dispetto di quello che dici, non critico in todo il mercato della Roma ed il lavoro di Petrachi. Penso che su due acquisti (i sostituti di Manolas ed Elsha) si sia mosso tardi, però per il resto ha fatto un buon lavoro al contrario del suo predecessore, ma l’esterno alto è un acquisto che ci occorreva troppo, e che ci sarebbe servito anche se Perotti non si fosse fatto male, a maggior ragione ora che è infortunato. Critico questa incompletezza visto che la squadra é buona ma non di gran lunga superiore alle altre che ambiscono al quarto posto, ma senza esterno rimane priva di un PEDONE CHE SULLA SCHACCHIERA SAREBBE STATO MOLTO IMPORTANTE, e che ti avrebbe potuto dare una grande mano a raggiungere la champions, dato il gioco di Fonseca.
    Se ti va, anche se mi sono dilungato, leggi e prova a comprendere, così magari capirai cosa significa esser costruttivamente critici, e cosa esser inutilmente e nuovamente ottimisti.
    Buona serata.

  5. Il lavoro di Petrachi è assai più lungimirante di quello di Monchi. Sta dando un senso a questa squadra che a Giugno non ne aveva.

    Fuzato
    Mirante
    LOPEZ

    Kolarov
    SPINAZZOLA
    Jesus
    Fazio
    MANCINI
    SMALLING
    CETIN
    Santon
    ZAPPACOSTA
    Florenzi

    Pellegrini
    DIAWARRA
    Cristante
    VERETOUT

    Under
    MKHITARYAN
    Perotti
    Kluivert
    Pastore
    ANTONUCCI
    Zaniolo

    Dzeko
    KALINIC

    Il problema è che questi giocatori starebbero molto meglio in un 3-5-2

    Lopez

    Smalling
    Fazio
    Mancini

    Florenzi (Zappacosta)
    Pellegrini (Antonucci)
    Veretout (Diawarra)
    Zaniolo (Cristante)
    Kolarov (Spinazzola)

    Under (Kluivert)
    Dzeko (Kalinic)

    Sono da togliere Perotti, Pastore, Jesus, Santon e da acquistare un paio di difensori seri.

    Sarebbe stata una squadra per Conte, con molti suoi pupilli (Dzeko, Florenzi, Zappacosta, Zaniolo, Kolarov e sarebbe venuto anche barella al posto di vertout)

  6. Speriamo sia solo di passaggio, altrimenti un altro “da vendere” che non vuole nessuno sul groppone. Questo “ragazzino” di 31 anni ha già dato tutto…. acquisto da Torino, da buona provinciale, come ormai ci ha ridotto “Medio Man” Petrachi su input di “short leg” Pallotta…. buon campionato a tutti

  7. @emiliano: È arrivato, l’esterno, ed è pure forte potenzialmente. Poi lo valuteremo vedendolo giocare. Sei contento, spero, o ti dispiace, o pensi che Mkytaryan “è na pippa”? Spero di no. Su Kalinic, invece, consideriamo che farà la riserva di Dzeko, non il titolare, e che, ad oggi, chiunque è meglio di Schik. Gli altri (Smalling, Veretout, Zappacosta, Spinazzola, Diawara ecc.) dobbiamo ancora vederli, mentre dare un giudizio definitivo su una squadra qualsiasi dopo due giornate è impossibile, per chiunque. Il tuo, scusami se lo dico con franchezza, è solo un “pregiudizio”, nei confronti della società, di Pallotta (e la delusione è comprensibile e condivisibile per me) ecc., e quindi dici, in pratica: vada in malora tutto, Pallotta, Fonseca, Roma e più andiamo male più io ” ho ragione”. Questo non è “realismo” ma è solo “pessimismo distruttivo”: anche perché che la Roma sia una squadra ridimensionata per me non è una novità. Non per questo smetto di tifarla (la tifavo quando era ancora più piccina di questa, figurati…) e di dire, realisticamente, appunto, che ” la storia” non è finita, il sole sorge ancora, il campionato italiano è poco competitivo, è appena cominciato e rialzarsi\ripartire in tempi ragionevoli è possibile. Anche con Fonseca e anche con questa Roma. Se non ci riusciranno, li criticheremo, anche aspramente. Sempre sperando, intanto, che la proprietà della Roma cambi, in meglio chiaramente. Ma esprimere giudizi definitivi ora non solo è assurdo: è tecnicamente impossibile, a meno di possedere capacità divinatorie…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here