romanews-roma-alessio-riccardi-roma-primavera-partita-chievo
Foto Getty

ROMA PRIMAVERA SALARI – La storia della Roma è stata sempre contraddistinta da giocatori che hanno preferito l’amore verso la maglia piuttosto che un ingaggio più alto, due fra tutti Totti e De Rossi. Ed è proprio questo l’ideale che la società vuole imporre anche tra le file della Primavera.

NUOVO TETTO INGAGGI – Come riferito da Il Messaggero, la Roma ha intenzione di fissare un tetto ingaggi per i giovani della Primavera, ovvero 500 mila euro che nel giro di tre anni toccherà quota 70 mila. Questo uno dei temi trattati da De Sanctis durante la presentazione di Kalinic. Alla base di questa scelta c’è l’idea di far nascere un legame tra calciatore e club che non sia legato al solo guadagno in termini economici. Ciò non vuol dire che i migliori talenti andranno altrove, ma, come nel caso di Zaniolo, verranno promossi in prima squadra e, una volta confermate le loro abilità e la loro voglia, avranno pronto un nuovo contratto.

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

  1. Cangiano mandato via pe racimola du spicci. I giocatori de prospettiva vanno contrattualizzati e noi li stamo a regala’. Perché un ragazzino dovrebbe sceglie de resta se altrove lo mettono sotto contratto ar doppio? PULCIARI.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here