NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

GIUDICE SPORTIVO – Il giudice sportivo ha pubblicato le decisioni disciplinari inerenti all’ultimo turno di Serie A. Questi i verdetti riguardanti la Roma: ammenda di 5 mila euro per la società giallorossa, “per avere suoi sostenitori, prima dell’inizio della gara ed al 30° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuocoun petardo ed un fumogeno”. Kolarov ha ricevuto la seconda ammonizione. Brutte notizie per il Toriino: Meite Izzo squalificati, non ci saranno contro i giallorossi. Sono arrivati provvedimenti anche per il presidente della Lazio, Claudio Lotito: una multa di 10 mila euro e una diffida per aver protestato all’indirizzo dell’arbitro durante l’intervallo di Lazio-Torino.

KOLAROV ASSIST GOL – Kolarov ha cominciato questa stagione non al meglio, fornendo prestazioni discostanti da quanto aveva fatto vedere lo scorso anno e fermandosi anche per qualche settimana a causa di una frattura al dito del piede. Nonostante questo, però, rimane una pedina fondamentale sullo scacchiere giallorosso; con quattro gol e sette assist, il serbo ha preso parte attiva a 11 reti nell’anno solare 2018 in Serie A, almeno tre in più di qualsiasi altro difensore.

INFANTINO TOMMASI – I fatti di Milano continuano a far discutere nel mondo del calcio. Due “pezzi grossi” del calcio si sono pronunciati sull’accaduto: Infantino e Tommasi. Ecco alcune delle parole rilasciate dal presidente della FIFA a Sky Sport: “I dirigenti abbassino i toni, servono atti concreti per fermare la violenza negli stadi. La Var fa bene al calcio”.

JULIO CESAR PARATA AQUILANI – Julio Cesar, ex portiere dell’Inter, ha voluto ricordare il Triplete e gli scudetti conquistati al sito ufficiale nerazzurro. Tra le sue parate più belle, dice, c’è anche quella contro un romanista: Beh, al primo posto quella su Messi, al Camp Nou. Dentro di me sapevo di aver preso una palla quasi impossibile. Poi, quella su Thomas Müller in finale, quasi in controtempo. Infine, quella su Aquilani: partita Scudetto contro la Roma” (stagione 2007/2008, ndr).

BOBAN CONFEDERATIONS CUP – “Bisogna che la Fifa si riprenda il calcio e che il calcio sia nella Fifa, che non si parli solo di business e politica. E’ stata questa la chiave della campagna di Infantino come presidente”. La pensa così Zvonimir Boban, vicesegretario della Fifa impegnato a Dubai per il Globe Soccer. “Abbiamo idee che non possono condividere tutti, ma dobbiamo pensare a sviluppare il calcio globalmente”, dice l’ex calciatore che è il braccio destro di Infantino e che come lui pensa a un Mondiale per clubdiverso, dal momento che, assicura: “questo non soddisfa nessuno, ogni persona che abbia una cultura calcistica lo considera inaccettabile, lo stesso discorso vale per la Confederations Cup”, dice Boban ai microfoni di Sky Sport 24. “E’ il tempo di cambiare, di sbarazzarci di questi tornei che non sono al livello della Fifa, bisogna creare un Mondiale per club vero e forte che si disputi ogni 4 anni”.


KONSEL – Michael Konsel ricorda la sua avventura in giallorosso. L’ex portiere, che ha indossato la maglia della Roma dal 1997 al 1999, ha ricordato brevemente questa parte della sua carriera, come riportato da fcinternews.it. : “Parliamo di due anni eccezionali in giallorosso. Un livello alto. Una bella squadra. Con compagni di rilievo come Aldair, Cafù, Delvecchio e un giovane ma già forte Francesco Totti”.


GIUNTOLI NAPOLI SCHICK – Il direttore sportivo del Napoli, Cristiano Giuntoli, si racconta in una lunga intervista a Sky Sport 24, in cui il ds partenopeo tocca diversi temi, tra cui anche Patrik Schick: “Chiamare i miei collaboratori anche di notte? Lo faccio perché quando mi viene in mente qualcosa, per me quello è il momento giusto. Ancora mi ricordo quando vidi Schick in una partita che sembrava tra scapoli e ammogliati in un campetto della periferia di Serie B slovacca. Vidi questo ragazzo e corsi a svegliare il mio braccio destro Giuseppe Pompilio: erano le tre di mattina. Gli dissi: guarda ho visto un giocatore davvero forte”.

CALCIOMERCATO – La sessione invernale di calciomercato inizierà ufficialmente domani, giovedì 3 gennaio, ma le novità sul fronte mercato non aspettano. Ci sono diversi aggiornamenti sul fronte partenze: i protagonisti di oggi sono Perotti, Karsdorp Mnolas e Defrel. L’argentino potrebbe andare in prestito al Torino, secondo quanto riportato da La Stampa. Il ds dei granata avrebbe già contattato Monchi per sondare il terreno. Per quanto riguarda il terzino olandese, come riportato da gazzetta.it, la Roma starebbe discutendo insieme al Feyenoord, la possibilità di cederlo in prestito a gennaio, da stabilire ancora se con diritto di riscatto oppure no. Secondo quanto riportato da tuttomercatoweb.com, questa formula non sarebbe però gradita a Monchi, che per ora vorrebbe trattenere il terzino nella capitale. Defrel, in prestito dalla Roma alla Sampdoria, ha disputato un buon campionato fino a questo momento e a così attirato su di sè delle attenzioni. Come riportato da gazzetta.it, sarebbero arrivate delle proposte per l’attaccante dall’Inghilterra. Non è escluso però che i blucerchiati scelgano di riscattare il giocatore per la cifra di 13 milioni di euro. Il difensore greco, da tempo osservato speciale della Juventus, come riportato dall’Ansa, in caso l’affare De Ligt non dovesse andare in porto, lui sarebbe il sostituto perfetto. A fare gola è la clausola rescissoria di 36 milioni ancora presente sul suo contratto. Notizie anche per quanto riguarda i possibili arrivi. Nulla da fare per Pulisic e Marin. Potrebbero invece esserci ancora delle speranze per Batshuayi: a gennaio bisognerà trattare con il Valencia e non con il Chelsea, il proprietario del cartellino. Come riporta calciomercato.it l’attaccante sarebbe in uscita e quindi in cerca di una nuova squadra. La Roma aveva pensato al belga per sostituire Schick, destinato ad andare in prestito a qualche club di Serie A fino a fine stagione.
Uno dei profili più interessanti tra quelli seguiti da Monchi è sicuramente Joachim Andersen, difensore della Sampdoria. Secondo Il Messaggero, il direttore sportivo della Roma avrebbe seriamente messo gli occhi addosso al classe ’96 blucerchiato, una delle novità di questo campionato, ma, proprio per questo, il suo prezzo è già cresciuto notevolmente.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche romane gli argomenti più discussi sono il mercato invernale e le parole rilasciate ieri da Monchi nell’intervista esclusiva a Sky Sport. Checco Oddo Casano, intervenuto a Centro Suono Sport ha detto: “Mi auguro si intervenga in difesa, perché è il reparto che è stato più in difficoltà. Olsen è stato paradossalmente il migliore del reparto insieme a Manolas”. Max Leggeri ha dichiarato a Centro Suono Sport: “Ieri Monchi ha affermato che non farà un mercato importante a gennaio, perchè sarebbe la certificazione degli errori commessi ad agosto. Come è possibile? La Roma sta disputando un campionato anonimo, non capisco perchè a Trigoria, almeno pubblicamente, non ne vogliano prendere atto”.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here