NAINGGOLAN MONCHI ROMA – “Fossi rimasto alla Roma, si sarebbe potuta scatenare una guerra mondiale”. Queste sono le parole di Radja Nainggolan ai microfoni del portale belga hln.be. Il centrocampista dell’Inter ha svelato alcuni retroscena relativi al suo addio alla squadra giallorossa: “Ho avuto un battibecco con il direttore sportivo Monchi, non si è comportato in modo professionale nei miei confronti. Se in estate mi avesse detto ti vogliamo cedere io l’avrei accettato. Invece non ha fatto così, e nel frattempo ha mandato alcuni intermediari in Turchia per cedermi a mia insaputa. A quel punto ho capito che il mio tempo a Roma era finito, era o lui o me. Perché io sono un tipo schietto e sincero e se fossi rimasto a Roma dopo quello che mi ha fatto avrei potuto scatenare ogni giorno una guerra mondiale”.

NAZIONALE E INTER – L’ex giallorosso Nainggolan ha parlato anche della fine della sua esperienza con la nazionale belga, arrivata dopo i dissidi con il ct Martinez: “Non ho voglia di tornare in Nazionale, è un capitolo chiuso. Per quanto sia stata una scelta dolorosa, ci ho riflettuto 20 mila volte. Ma ora non mi pongo più il problema”. E poi sulla sua vita privata e l’esperienza all’Inter aggiunge: “Gli infortuni di questa stagione sono stati frustranti, prima giocavo 50 partite senza mai farmi male. Nel frattempo ho perso peso e ho anche smesso di fumare. Non è stato facile”.

Print Friendly, PDF & Email

14 Commenti

  1. Invece i video da ubriaco, gli incidenti, le nottate per locali comportamenti da professionista esemplare… Mah… come diceva Boskov “Testa di calciatore buona solo per portare cappello”.

  2. Ok, alla Roma hai sempre dato l’anima, sempre! Poi se fossi rimasto magari saresti crollato fisicamente come ti sta capitando all’Inter e va bene anche questo. Ma quello che lascia schifati è Monchi, il modo in cui ha smontato senza un minimo di raziocinio il centrocampo della Roma. Ok, ha preso dei giovani promettenti, ma non puoi pretendere allora di arrivare in champions in carrozza. Se questo è il monchi pensiero, il pensiero di uno dei top d’Europa…bè allora tornatene al Siviglia che confronto a te Pradè era un dio.

  3. forse fuori dal campo non avra’ avuto un comportamento esemplare(sbagliando sicuramente),ma in campo dava tutto,molto di piu’ di alcune fighettine che ha portato il sevillano.E’ stato fatto fuori con la scusa del comportamento e con un moralismo a peso,come spesso succede in questa societa’.E’ stato usato dalla societa’ come volto per gliabbonamenti e poi’ è stato venduto,ma qualcuno fa finta di non ricordarlo.

  4. Si sta rimettendo in sesto nella vita privata, ora qualche infortunio ma non è un giocatore finito, ha l’energia di un pitbull e fare altri 3/4 anni ad alti livelli, io lo riprenderei subito, ci ha sempre messo l’anima per la Roma, se lo meriterebbe e noi tifosi anche. Dovevano vendere Monchi all’Inter, non lui

  5. Bravo vigliacchetto! Perchè non hai parlato un giorno prima,ma l’hai fatto il giorno dopo? Perchè non glielo hai detto in faccia a Monchi tutto questo? Hai ammesso che eri grasso e fumavi! perchè non te sei regolato prima? Pesando meno dovresti affaticare meno sui muscoli, la verità è che sei alla fine e cerchi alibi!

  6. Secondo me se fosse rimasto a Roma ubriaco o non ubriaco sarebbe stato sempre il migliore in campo, il problema suo è che ha fatto una cosa, che lui non voleva assolutamente fare ossia cambiare squadra e quando una cosa la fai contro voglia, sicuro la fai male.

  7. Concordo con Otello e Giovanni.. Io riprenderei Radja pure oggi
    È uno di quei giocatori esperti che costituirebbero l’ossatura e l’anima di una squadra di giocatori.
    Monchi che Thor ti fulmini!!!

  8. Mai avuto dubbi su quello che dice il ninja….tra i 2 quello che fa schifo e quello che ha meritato di andarsene è stato quel buffone cialtrone di Monchi, meglio il ninja alticcio che N’Zonzi sobrio….

  9. Dato che all’Inter gli ha detto male una volta rifacciamolo, col primo cambio ci abbiamo guadagnato Zaniolo, ora danno Radja per finito, ce lo riprendiamo, lui torna in forma e Ausilio si mangerà le dita una seconda volta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here