ROMA-SAMPDORIA, LE PAGELLE – Si rivedono lampi della Roma che ha incantato a suon di record, ma dura solo un tempo. Poi basta che esce il suo ispiratore di giornata, Totti, per spegnere la luce e lasciare che la Sampdoria faccia di lei quel che vuole prima con de Silvestre e poi con Muriel.

Giulia Spiniello

DE SANCTIS 5. Reattività e prontezza non lo contraddistinguono di sicuro nei due gol presi.

TOROSIDIS 5,5. Il cuore non basta: il greco mette in campo tutto quella che ha anche questa sera e prima uscire fa in tempo ha sui piedi l’occasione per andare al tiro ma la sciupa spedendo alto.

YANGA-MBIWA 5. Quanto è lontano il giocatore che uscì dal “Ferraris” all’andata come uno dei migliori…

ASTORI 5.
Tutto bene fino al vantaggio ospite, poi d’improvviso rimane imbambolato e incapace di reagire. Ammonito.

HOLEBAS 5,5. La personalità e la quantità non basta: in quel ruolo ci vuole anche qualità.

FLORENZI 5. Torna a fare il centrocampista e, impegnato a ricordare come si fa, tralascia di curare la precisione al momento dei corner e delle punizioni.

KEITA 6. In quel suo non voler lasciare il campo dopo il suo rosso c’è tutta la fragilità di una squadra che non è più sui nervi. Ingenuo il suo applauso ironico all’arbitro dopo essere stato ammonito, ma quanto cuore…

PJANIC 5.
Non si può far affidamento alle sue invenzioni sporadiche, nel momento del bisogno non c’è. Se esce Totti toccherebbe a lui, ma così non è stato.  Ammonito, era diffidato e salterà la prossima.

ITURBE 5.
Francobollato da Silvestre, rimedia calcioni a destra e a manca. Impreciso, spreca molto di quel che Totti confeziona per lui.

GERVINHO 5,5.
Nel primo tempo sembra la versione ante-Coppa d’Africa: si fa vedere con tutto il suo repertorio di corsa, dribbling, assist, gol sfiorati e mangiati. Poi nella ripresa evapora come acqua al sole.

TOTTI 6,5. Si presenta con un tiro cross a cui serve solo chi la spizzi per la porta. Ci prova lui stesso con un sinistro ravvicinato ma troppo centrale. Inventa per Gervinho e Iturbe che sprecano molto. Esce lui e la luce si spegne.

Dal 63′ VERDE 6.
Entra al posto di Totti. Non fa nulla di straordinario (si fa per dire) se non inquadrare lo specchio della porta all’80’ e di questi tempi è già molto.

Dal 67 DOUMBIA SV. Entra al posto di Iturbe. Telefonare alla Sciarelli…

Dal 72′ LJAJIC 5,5. Entra al posto di Torosidis ma no ha trova lo spunto per incidere.

GARCIA 5,5. Anche stasera non rinuncia a Totti e fa bene. Meno bene fa però quando lo sostituisce: con lui si spegne la verve frizzante che ci aveva fatto bene sperare nel primo tempo. I cambi non si rivelano efficaci e arriva la prima sconfitta in casa di questo campionato.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here