Romanews-Dzeko-Roma-Inter.
Foto Getty

ROMA REAL MADRID, LA CRONACA – La Roma trionfa nella Mabel Green Cup per 7-6 dopo i calci di rigore, dopo aver terminato per 2-2 i tempi regolamentare. L’errore di Marcelo regala la vittoria ai giallorossi, che nei 90 minuti hanno tenuto testa alle merengues: Perotti e Dzeko hanno risposto prontamente alle reti di Marcelo e Casemiro.

DZEKO GUIDA LA ROMA – Fonseca parte con il classico 4-2-3-1, schierando solamente Pau Lopez tra i nuovi acquisti. In difesa, infatti, trovano spazio Florenzi, Jesus, Fazio e Kolarov, mentre la coppia di centrocampisti è composta da Pellegrini e Cristante. Dietro a Edin Dzeko ci sono Under, Zaniolo e Perotti. La Roma parte bene sin da subito e il pubblico dell’Olimpico gradisce.

PRIMO TEMPO SCOPPIETTANTE – La squadra di Fonseca si fa vedere subito al 7′ e soprattutto Dzeko dà i primi segnali chiari di chi vuole prendersi la scena della serata: giocata spaziale del bosniaco a centrocampo, che prima supera un avversario con un tunnel e poi lancia Under. Il turco a tu-per-tu con Courtois, però, colpisce una clamorosa traversa. Ancora il 9 giallorosso è protagonista, appena 2 minuti dopo: prima sponda a centrocampo, poi ancora serve Florenzi a limite che, però, spara centrale addosso al portiere del Real. Al 16′ arriva la punizione: Modric serve Marcelo sulla sinistra, il brasiliano rientra sul destro e trafigge Pau Lopez sul secondo palo. La Roma, però, non ci sta, la reazione è istantanea, Dzeko sfiora il gol prima e poi al 34′ i giallorossi trovano il pareggio: Zaniolo supera Casemiro secco sulla sinistra per poi servire un assist favoloso per Perotti che a porta vuota non sbaglia. La squadra di Fonseca non si accontenta: ancora il bosniaco parte da solo verso l’area avversaria e prova il tiro dalla distanza che esce di un soffio. Al 39′, però, c’è ancora il vantaggio Real con Casemiro che di testa batte Pau Lopez, anche se rimangono grossi dubbi sulla posizione di partenza del brasiliano. La reazione è immediata e stavola Dzeko trova il gol: Under serve un grandissimo pallone sul taglio del numero 9, che con un destro di prima batte il portiere ‘Blancos’. Il primo tempo termina in parità, con Edin assoluto protagonista. L’Inter è così vicino, eppure sembra non esistere.

LA QUIETE DEL SECONDO – Dopo un primo tempo spettacolare e divertente, le squadre, complici i cambi, abbassano i ritmi. Florenzi viene sostuito al 62′ da Spinazzola e consegna la fascia da capitano proprio a Dzeko. Il Real, intanto, prova a tornare in vantaggio con una formazione ultra-offensiva che vede per quasi venti minuti in campo contemporaneamente Vinicius, Jovic, Benzema e Hazard. Gli uomini di Fonseca, però, non snaturano il loro modo di giocare e tengono bene il campo. A creare qualche problema è Bale ma prima Pau Lopez e poi l’esterno della rete fermani in gallese in uscita dal Real Madrid. Dopo 93 minuti l’arbitro fischia e si va ai calci di rigore.

LA ROMA TRIONFA DAL DISCHETTO – Fonseca sceglie bene i rigoristi e la Roma trionfa dal dischetto: perfette le esecuzioni di Kolarov, Under, Antonucci, Cristante e Spinazzola. Per i blancos decisivo l’errore di Marcelo che colpisce la traversa. Al di là del risultato passo in avanti enorme della Roma dal punto di vista del gioco e della forma fisica: i giallorossi hanno tenuto testa per tutti i 90 minuti al Real Madrid di Zidane e, rispetto alla partita contro il Bilbao, ci sono molti più motivi per essere ottimisti e sorridere. Ora, però, sarà fondamentale anche il sostegno di Petrachi dal fronte mercato. Fonseca attende.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (4-2-3-1): 13 Lopez; 24 Florenzi (62′ Spinazzola), 20 Fazio, 5 Jesus, 11 Kolarov; 4 Cristante, 7 Pellegrini (62′ Diawara); 17 Under, 22 Zaniolo (75′ Antonucci), 8 Perotti (66′ Kluivert); 9 Dzeko (75′ Schick).
A disp.: 63 Fuzato, 83 Mirante, 13 Mancini, 18 Santon, 92 Defrel.
Allenatore: Fonseca.

REAL MADRID (3-5-2): 13 Courtois; 3 Eder Militao, 5 Varane, 6 Nacho (46′ Jovic); 2 Carvajal (60′ Odriozola), 10 Modric, 14 Casemiro (60′ Kroos), 15 Valverde (46′ Vinicius), 12 Marcelo; 7 Hazard (70′ Isco), 9 Benzema (60′ Bale).
A disp.: 1 K. Navas, 25 Lunin, 19 Odriozola, 17 L. Vazquez,27 Rodrygo.
Allenatore: Zidane.

Arbitro: Fabbri (sez. Ravenna)
Assistenti: Giallatini-Del Giovane
IV Uomo: Pasqua

Ammoniti: Militao (RM).
Espulsi: –
Marcatori: 16′ Marcelo (RM), 34′ Perotti (R), 39′ Casemiro (RM), 40′ Dzeko (R).

Note: –

LA CRONACA

I RIGORI

SBAGLIA MARCELO E VINCE LA ROMA 7-6 DOPO I CALCI DI RIGORE

GOL! Intuisce Courtois, ma Spinazzola riesce a mettere in rete!

GOL. Non sbaglia Luka Modric.

GOL! Anche Cristante sorprende Courtois. Siamo 4-3 nei tiri dal dischetto.

GOL. A segno Bale.

GOL! Perfetto il rigore di Antonucci che col piatto spiazza Courtois.

GOL. Anche Isco spiazza Pau Lopez: siamo 2-2 nella serie dei tiri dal dischetto.

GOL! Segna Under che spiazza Courtois.

GOL. Anche Toni Kroos non sbaglia: aveva intuito Pau Lopez, ma la conclusione è imprendibile.

GOL! Kolarov segna il primo calcio di rigore.

SECONDO TEMPO

90’+3 – Terminano i 90 minuti. Si andrà ai calci di rigore.

90’+2 – Si mette in proprio Antonucci, avanza verso l’area del Real e prova il tiro. Fuori.

90‘ – Tre di recupero.

83‘ – Bale scappa via a Spinazzola e prova la conclusione con l’esterno sinistro. Palla che finisce fuori

79‘ – Ancora Pau Lopez: Vinicius tira sul secondo palo da ottima posizione, ma lo spagnolo si distende velocemente e salva la Roma.

76‘ – Bale serve Jovic che supera Jesus e arriva al tiro: è ancora attento e para Pau Lopez.

75‘ – Altri due cambi per la Roma: esce Dzeko entra Schick, mentre Antonucci rileva Zaniolo. Misto di fischi e applausi per il bosniaco.

70‘ – Un altro cambio per il Real Madrid: dentro Isco per Hazard.

68‘ – Avanza Kolarov sulla sinistra e tenta la conclusione da posizione defilata: blocca Courtois.

66‘ – La Roma viaggia bene sull’out di destra: Spinazzola serve di prima Dzeko all’interno dell’area, il bosniaco prova la conclusione che termina alta. C’è poi il cambio: dentro Kluivert per Perotti.

64‘ – Ottima azione della Roma con Kolarov che arriva in area e prova il cross: è attenta la difesa del Real. Sul ribaltamento di fronte arriva al tiro Jovic, ma è attento Pau Lopez. Intanto, a bordocampo si prepara Kluivert.

63‘ – Primo giallo della partita: Under stende Militao e Fabbri estrae il cartellino.

62‘ – Primi cambi anche per la Roma: dentro Spinazzola per Florenzi, mentre Diawara sostituisce Pellegrini. Il numero 24 giallorosso mette la fascia al braccio a Dzeko.

60‘ – Cambi per il Real Madrid: Bale per Benzema, dentro Odriozola per Carvajal e Kroos sostituisce Casemiro.

56′ – Benzema raccoglie l’assist di Marcelo in area di rigore ma sul tiro Pau Lopez risponde ancora presente.

47‘ – Vinicius per Benzema che tira a botta sicura. Miracoloso Florenzi che con il tacco devia in angolo. Dopo pochi secondi è ancora il francese ad essere pericoloso: para Pau Lopez.

46‘ – Inizia il secondo tempo: dentro Vinicius e Jovic per Valverde e Nacho. Zidane cambia modulo e torna con la difesa a 4.

PRIMO TEMPO

45’+2 – Termina il primo tempo.

45‘ – Segnalati due minuti di recupero.

43‘ – Serie di batti e ribatti al limite dell’area di rigore con Modric che alla fine trova il tiro verso lo specchio della porta, ma centrale. Para facilmente Pau Lopez.

40′ – GOOOOOOOOL DELLA ROMA!!! Palla fantastica di Under sul taglio centrale di Dzeko che trafigge Courtois con un destro strepitoso di prima intenzione che si va a depositare sotto la traversa.

39′ – GOL DEL REAL MADRID. Cross di Marcelo per Casemiro che stacca e infila Pau Lopez. Qualche dubbio sulla posizione del brasiliano che sembra in fuorigioco.

37‘ – Manovra perfetta della Roma dal basso. Sponda di Dzeko, scatto di Under con il turco che tira di sinistro, ma Courtois è ancora attento.

36‘ – Ancora Dzeko protagonista: il bosniaco parte in solitaria, alza la testa e prova il tiro. La conclusione sfiora il palo. La Roma meriterebbe il vantaggio.

34′ – GOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!! Cavalcata di Zaniolo sulla fascia destra superando Casemiro, arriva all’interno dell’area e serve un assist al bacio per Perotti che non può sbagliare!

30‘ – Cooling break: le squadre possono rinfrescarsi.

24‘ – Arriva un cross dalla destra, c’è sempre Dzeko a svettare: para il portiere del Real Madrid.

22‘ – Grande giocata di Zaniolo sulla sinistra, palla per Under che gira a Dzeko. Il tiro del bosniaco è respinto da Courtois.

16′ – GOL DEL REAL MADRID. Grande giocata di Modric che serve Marcelo sulla sinistra: il brasiliano rientra sul destro, non il suo piede naturale, ma fa partire un gran destro sul secondo palo e trafigge Pau Lopez. In occasione del lancio del centrocampista croato, da rivedere il posizionamento di Florenzi.

11‘ – Perotti al volo libera il destro. Tiro centrale che trova pronto Curtois. Ottima l’esecuzione dell’argentino.

9‘ – Altra grande azione della Roma: strappo di Under, serve la palla al centro dove Dzeko sponda per Florenzi: il tiro del numero 24, però, è facile per Courtois.

7‘ – Giocata incredibile di Dzeko a centrocampo che poi serve un assist delizioso per Under: il turco a tu-per-tu con Courtois prende la traversa!

3‘ – Risponde subito il Real Madrid: arriva al tiro dall’area piccola e c’è la grande parata di Pau Lopez. Anche in questo caso, però, c’è fuorigioco.

2‘ – Kolarov arriva sul fondo e prova la conclusione ma la palla arriva a Dzeko. Il bosniaco smarca Pellegrini ma il centrocampista non riesce a battere a rete a porta vuota: nel frattempo, però, l’assistente segnala fuorigioco.

1‘ – Inizia il match!

PRE PARTITA

Ore 19.40 – Le squadre sono in campo per il riscaldamento.

Ore 19.00 – Tramite i suoi profili social, la Roma ufficializza la formazione:

Ore 18.55 – Ecco la formazione del Real Madrid:

Ore 18.45 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, rende noto l’undici iniziale giallorosso:

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

44 Commenti

  1. Così com’è questa squadra può ambire ad un sesto/settimo posto. Difesa da paura ((coppia Fazio-Jesus è horror proprio), serve almeno un centrale forte. Attacco è un rebus. Centrocampo con zero estro e fantasia. Servono almeno un paio di acquisti di alto livello.

  2. Con il Real ovviamente la differenza è abissale.
    Ma la formazione mi sembra la stessa dello scorso anno con un portiere decente e, soprattutto, giovani giocatori che hanno un anno di esperienza in più e un ritrovato Diego Perotti. Inoltre la panchina e più fornita in ogni reparto. Manca il 4 centrale di difesa (che verrà preso).
    Davanti, Dzeko o il suo sostituto.
    Quindi tutto questo pessimismo….non mi sembra giustificato.
    Gli obiettivi ovviamente sono il 4 posto e l’Europa League, fin dove è possibile arrivare.
    I competitors (Atalanta, Milan e Lazio) non mi sembrano chiaramente più forti.

  3. Dedicata a tutti i contestatori: adesso sarete contenti, abbiano “vinto qualcosa” e “alziamo il trofeo”.
    Sottolineo anche la “disaffezione”: 30 mila spettatori in amichevole l’11 di agosto….
    Cercate di avere più equilibrio ed onestà intellettuale, ma soprattutto sostenete l’As Roma!

  4. Bella prestazione. Dzeko mi sembrs imprescendibile per noi. Da non cedere per qualsiasi cifra. Ha un contratto e deve rispettarlo. A 33 anni con il contratto in scadenza non puo fare un campionato di merd@ e pensare che qualcuno gli fa un contratto importante tra un anno. Avra’ tutte le motivazioni per fare bene.

  5. Per la Roma una finale Champions,per il Real una semplice amichevole…2-2…ah si dimentica che il Real ha perso quasi tutte le amichevoli….adesso già siamo da “tetto d’Europa” ahaahahHah ma per favore,così volete solo il male della Roma.

    • Scusa Marco, ma chi ha parlato di “tetto d’europa”? Ma non ti accorgi che su sto sito la maggior parte dei tifosi (tifosi?) sputa sulla Roma vagonate di veleno?
      Si è visto solo qualche miglioramento e basta. Non si può dire..o tocca chiedere il permesso?
      Tutti, e ripeto tutti, anche il più ottimista dei tifosi qui sottolinea sempre che ci serve ancora un centrale difensivo, un esterno basso a destra e se va via il bosniaco anche un suo degno sostituto.
      Piuttosto vedi se riesci a mettere un bel Forza Roma alla fine dei tuoi post..così siamo meno dubbiosi sulle tue preferenze calcistiche, scusa la sfiducia, ma di questi tempi i fagiani non hanno argomenti e si ritrovano in massa su questo sito..

  6. Porca miseria che fregatura! Eppure stavolta ero convinto di perdere con un bel risultato rotondo..ma com’è potuto succedere..
    Mi rode una cifra!
    Ma non vi preoccupate, basta una nottata per ricaricare le pile e domani mattina tornerò a tifare contro la roma e a rompervi le scatole con la mia solita tiritera su Pallotta.

    P.s. in realtà lo faccio per il nostro bene..più perdiamo e maggiori sono le possibilità che il nostro odiato presidente si faccia da parte..
    Quindi invito anche tutti voi a tifare contro la roma!

    (Sempre, solo, unicamente FORZA ROMA!)

  7. Note positive: la squadra ha un gioco, si vede la mano dell’allenatore ;
    Pau Lopez sembra un buon portiere; Spinazzola pare affidabile; Diawara ha un buon piede anche se è un pó troppo compassato nel muoversi.
    Note negative: la difesa fa ridere i polli, anzi pure i polli si sono messi a piangere dallo sconforto ; se giochiamo tutte le partite con la difesa così alta prendiamo caterve di gol; Schick è una superpippa; senza Dzeko non possiamo stare; mancano un centrale, un terzino destro ed un attaccante (se rimane Dzeko, sennò due).
    Detto questo, forza Roma ma senza fette di prosciutto sugli occhi e speriamo che non si vendano pure Zaniolo e Under entro settembre…

  8. Solo tre considerazioni… la prima è che finalmente un trofeo l’abbiamo alzato anche noi (anche se mascherato da alberello). La seconda è che quando Dzeko ha voglia è veramente un grande campione… Mi dispiacerebbe se andasse via perché molto del gioco offensivo si base su di lui… Spero che Fonseca o i compagni stessi lo facciano riflettere e magari trova nuovi stimoli per rimanere almeno un anno ancora. La terza è che questa vittoria sia merito molto di Fonseca… Se giocano come nel primo tempo credo e spero che un posto in CL il prossimo anno ce la possiamo fare e anche in Europa League possiamo dire la nostra… in ogni caso sempre Forza Roma….

  9. PALLOTTA VATTENE, ripeti ossessivamente le stesse cose, non frequenti lo stadio e si vede. 30.000 spettatori l’11 agosto in amichevole neanche lazio-juve in Supercoppa nel 2017 li ha fatti. Altro che scartoffie. Lo squadrone lo abbiamo avuto, adesso è questo e bisogna sostenere.
    Tu pensi che Pallotta se ne va, arriva non so chi, spende 300 mln è fa lo squadrone….ma da dove segui il calcio da Marte?

  10. Ottima partita, in barba ai gufi, giocata a viso aperto, Under, Dzeko, Zaniolo, Fazio, Lopez ecc grande prestazione, gioco non prevedibile, rapido e coraggioso, Schick sconvolgente, non trovo migliore aggettivo, forza Roma e MONCHI VERGOGNATI PER SEMPRE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here