FONSECA INTERVISTA ROMA – Quest’oggi Paulo Fonseca è arrivato a Roma ed è pronto a iniziare la sua avventura in giallorosso. L’allenatore portoghese ha rilasciato la sua prima intervista ai microfoni di Roma Tv:

“Non ci ho pensato due volte a venire alla Roma. Essere l’allenatore della Roma è uno degli obiettivi di gran parte degli allenatori in Europa. Sono molto contento e motivato, ho voglia di costruire qualcosa di speciale e diverso qui, con le mie idee. Possiamo fare grandi cose. Abbiamo parlato delle mie idee e delle idee del presidente. Penso sia stato un incontro proficuo. Abbiamo parlato di molte cose. Ho sentito il sostegno del presidente, mi è sembrato molto interessato alle mie idee. L’incontro è andato molto bene. La struttura mi ha fatto un’ottima impressione, gli uffici sono nuovi e molto belli. C’è una bella atmosfera. Ora conoscerò bene il centro di Trigoria, le prime impressioni sono molto positive. Ora mi sento più esperto. Quella in Ucraina è stata una bellissima esperienza. Con lo Shakhtar ho vinto molto. Penso che questa sia una sfida diversa, il calcio italiano è diverso. Sono pronto a iniziare a lavorare e trasmettere le mie idee con l’esperienza che ho maturato. Sono davvero molto motivato. Mi ricordo molto bene l’Olimpico e la partita contro la Roma. Abbiamo perso 1-0 in quella occasione. E’ stato un momento difficile ma allo stadio c’era un’atmosfera fantastica e spero di poterla rivivere in ogni partita. Ci aiuterà sicuramente, avremo bisogno dei nostri tifosi e sono sicuro che ci saranno sempre e ci sosterranno come hanno fatto in quella partita. Ho le mie idee e le voglio applicare. La cosa più importante è costruire una squadra coraggiosa, è il mio obiettivo principale e credo che con questi giocatori sarà possibile costruire una squadra coraggiosa, che non abbia problemi a confrontarsi con le più forti e le più piccole. Voglio che i miei giocatori dimostrino coraggio e qualità nel gioco che esprimeranno. Innanzitutto la squadra dovrà conoscere le mie idee. Dovremo motivare i giocatori. Sono calciatori di grande qualità e con il nostro modo di giocare cresceranno ulteriormente e miglioreranno. Voglio giocatori coraggiosi, perché non sarà semplice attuare il nostro stile di gioco. Ma come ho detto credo molto nelle qualità di questi giocatori. Possiamo costruire una grande squadra. Ai tifosi voglio dire che è nostra intenzione costruire qualcosa di speciale. Qualcosa che li renderà orgogliosi di questa squadra partita dopo partita. Avremo bisogno dei tifosi, tutti insieme possiamo costruire qualcosa di grande e proporre un grande calcio per renderli orgogliosi. Siamo certi che i tifosi saranno a fianco della squadra”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

19 Commenti

    • Pappone per i pesci che abboccano, frasi di circostanza invece a me sembra la solita intervista pagliacciata.
      Ancora parla di giocatori?… che non si sa neanche chi restera’ fino al 30 agosto?

      • Massimo, almeno c’ha lo spirito giusto, anche a me non va a genio, però giudicarlo ora mi sembra un pò eccessivo… Le frasi di circostanza ahimè ci stanno e ci staranno sempre. Rimane il fatto che, anche se con lo Shaktar, ha fatto un ottimo lavoro; comunque quella “Squadretta” è sempre stata rognosa nelle competizioni… Diamogli fiducia che ci poteva capitare di peggio (Gattuso, Mihajlovic ecc…). Poi c’è Petrarchi, mi sembra un buon DS e penso che oltre le uscite obbligatorie + le Pallottate varie, farà un buon mercato in entrata… Non mi aspetto di certo il 4 posto, ma neanche la “Serie B”… Ce la combatteremo con Torino, Fiorentina, Atalanta e Lzzzie per l’Europa.L secondo me… Poi chissà. Prima, ripeto, vorrei vedere come va il mercato, poi… Intanto Forza Roma e diamogli un Benvenuto sincero a Fonseca! Daje!

  1. Un altro con la sua idea di calcio che richiede coraggio. Tradotto: difesa alta e tutti avanti. Per continuare la tradizione dei 7-1. Ma tanto i tifosi giallorossi vogliono giocare un calcio coatto anche se poi si prendono le sveglie. E’ l’aria di roma, er sor Pallotta co Baldini sta cosa l’avevano capita gia’ da tanto. Se invece prendi Ranieri che da’ equilibrio e ti fa sfiorare lo scudetto o Capello che te lo fa vincere la piazza lo snobba, come fanno a Madrid (ma con la bacheca della pro Vercelli). Strana sta citta’…

  2. La prossima stagione sarà la prima vera degli americani. Squadra da metà classifica con il motivatore coraggioso al timone. Già immagino le riunioni con urla motivazionali e musica tecno.
    A quando i campi di allenamento a Londra?
    Mah

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here