ROMA-FIORENTINA – Posticipo del martedì tra Roma e Fiorentina. I giallorossi ospitano la squadra di Paulo Sousa all’Olimpico il 7 febbraio alle 20.45, dopo aver passato il turno di Coppa Italia contro il Cesena ed aver conquistato la semifinale contro la Lazio. Quella con la Viola sarà una sfida valida per la quarta giornata di ritorno di campionato. Romanews.eu vi racconta tutte quello che c’è da sapere sul match, tramite tutte le lettere dell’alfabeto, dalla A alla… Z.

A come Andata. La sfida del Franchi del 18 settembre è stata la prima sconfitta in campionato dei giallorossi in stagione. Il gol vittoria di Badelj era però viziato da una posizione di fuorigioco di Kalinic, in offside e sulla traiettoria del tiro scoccato dal croato.

B come Big match. La giornata di Serie A, la quarta di ritorno, mette contro Juventus ed Inter a Torino. La prima in classifica ospita la squadra di Pioli, lanciata da diverse settimane. Una sfida che la Roma osserva con attenzione, sia per la vetta che per la corsa Champions.

C come Casa dolce casa. Roma e Juventus sono le uniche ad aver sempre vinto nel proprio stadio nei top 5 campionati europei in stagione, la Fiorentina è avvisata.

D come Doppio forfait. Contro la Fiorentina non ci saranno i giallorossi Juan Jesus e Perotti, entrambi fermati da un problema muscolare. Nessuna lesione per il difensore, mentre per Perotti gli esami hanno evidenziato una quota di edema nel muscolo bicipite femorale della coscia destra.

E come Enrico? No, Federico. C’è un Chiesa che sta facendo impazzire Firenze, e non è l’ex calciatore Enrico. Si tratta invece del figlio, Federico, lanciato da Sousa in prima squadra. L’esterno d’attacco ha segnato il suo primo gol in A qualche giorno fa contro il Chievo.

F come Firenze-Pistoia. Cosa accomuna le due città toscane e la sfida dell’Olimpico? L’arbitro Irrati. Il fischietto della sezione di Pistoia è nato proprio a Firenze. Si registra un precedente tra Roma, Fiorentina e il direttore di gara di Pistoia: era il 4 marzo 2016. Il match finì 4-1 per gli uomini di Spalletti grazie alle reti di Salah (doppietta), El Shaarawy e Perotti.

G come Gonzalo Rodriguez. Per la Fiorentina rischia di dare ancora una volta forfait Gonzalo Rodriguez, alle prese con il recupero da una lesione al bicipite femorale. Dovrebbe essere regolarmente in campo Kalinic.

I come Intrecci di mercato. Nel mese di gennaio le strada di Roma e Fiorentina si sono incrociate in più di una indiscrezione. Per alcuni giorni è circolata una voce che voleva Badelj in giallorosso in caso di addio di Paredes. Alla fine nulla di fatto, l’argentino è rimasto nella Capitale.

L come Le Tre Colonne. Dopo l’esperimento messo in campo contro la Sampdoria, che non ha portato i suoi frutti, Vermaelen dovrebbe tornare ad accomodarsi in panchina per fare spazio al trio difensivo titolare, composto da Rudiger, Fazio e Manolas.

M come Mira. Attenta Roma, la Fiorentina ha la miglior mira del campionato per i tiri da fuori. La compagine Viola ha segnato ben 10 gol dalla distanza, più di ogni altra squadra.

N come Napoli. Solo la squadra di Maurizio Sarri ha effettuato più tiri in porta della Roma in questo campionato. Prima del quarto turno di ritorno, i partenopei sono a quota 156, mentre la Roma ha calciato verso la porta avversaria in 133 occasioni.

O come Olimpico fortunato. Contro la Fiorentina la Roma ha vinto tutte le ultime 4 gare di campionato disputate all’Olimpico. I giallorossi hanno perso soltanto una delle ultime 21 sfide interne contro i toscani.

P come Perché martedì? Posticipo del martedì allo Stadio Olimpico, il motivo è da ricercare nel rugby. Nell’impianto romano infatti nella giornata di domenica è in programma la partita del Torneo 6 Nazioni tra Italia e Galles.

Q come Quanti Pareggi. Sono complessivamente 58 i match terminati con il segno X tra Roma e Fiorentina. Si tratta di un record per entrambe le società, che non hanno trovato tanti pareggi contro nessun’altra squadra.

R come Rivincita. In stagione, dopo una sconfitta in campionato, al turno successivo la Roma ha sempre trovato la rivincita, imponendosi sugli avversari di turno.

S come Sportiello. Quasi certa l’assenza di Tatarusanu tra i pali Viola. Si prepara Sportiello, arrivato in prestito alla Fiorentina a metà gennaio.

T come Tour De Force. A partire dalla sfida contro la Fiorentina, la Roma è attesa da un vero e proprio tour de force, che la vedrà in campo quasi ogni tre giorni. Otto partite in 25 giorni per i giallorossi dal 7 febbraio al 4 marzo, quando ospiteranno il Napoli.

U come Ultima senza Salah. Quella con la Fiorentina dovrebbe essere l’ultima sfida senza Salah. L’egiziano infatti disputerà la finale della Coppa d’Africa contro il Camerun domenica 5 febbraio alle 20, per poi fare rientro in Italia nei giorni seguenti.

V come Vantaggio. il tecnico giallorosso Spalletti è in vantaggio nella personale sfida contro la Fiorentina. Il toscano ha incrociato la Viola in 18 occasioni, conquistando 8 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte.

Z come Zone Pericolose. Contro la Fiorentina la Roma dovrà fare molta attenzione alle fasce, dove la squadra di Sousa attacca con insistenza affidandosi alle sortite offensive di Bernardeschi e Chiesa.

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here