SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “La Roma ieri sera ha salvaguardato parte della sua dignità sportiva in questa sciagurata stagione: per come si era messa la classifica, si rischiava di non giocare neanche l’Europa League, la vittoria è stata fortunosa e legata quasi esclusivamente alle giocate di alcuni singoli, su tutti Mirante e Florenzi. Sarà dura evitare i preliminari, ma è obbligatorio fare sei punti da qui alla fine e sperare che l’Atalanta vinca la Coppa Italia. Ranieri? Affermando che gli era stato proposto sin da subito un ruolo dirigenziale dopo questi 3 mesi, ha certificato non è mai stato preso in considerazione per la prossima stagione. Il prossimo anno l’obiettivo principale sarà il quarto posto, con un mercato molto difficile alle spalle che necessiterà di idee e intuizioni. La Roma non gioca a calcio, ha delle difficoltà enormi nel palleggio, non sa battere i falli laterali a favore, è una squadra azzerata calcisticamente, che andrà completamente resettata. Serve necessariamente un addestratore, un uomo in grado di valorizzare i singoli inserendoli in uno spartito che vada a memoria”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Ranieri, oltre ad essere un aggiustatore, è uno dei più bravi nel novero dei tecnici di un certo livello ad individuare i limiti dei suoi giocatori e valorizzarne le caratteristiche o le qualità principali. La sua è una minestra, saporita ed efficace, che 10 anni fa c’ha portato a sfiorare uno Scudetto. Da ieri sappiamo con certezza che non farà il dirigente e a mio giudizio c’è ancora una piccola possibilità che possa esser confermato sulla panchina giallorossa. Champions? Non ci credo, il suicidio graduale di questa stagione, culminato col maldestro pari di Genova, spinge a pensare che la Roma non la centrerà. Al netto del gesto di Ronaldo, avessi visto un solo compagno di squadra andare a difendere Florenzi: questa è l’immagine che certifica il male endemico di questa banda di ectoplasmi. La Roma non è un gruppo e non lo è mai stato in questa stagione. Dzeko? Ieri sera una prestazione mortificante, fino a 8 minuti dal termine. Oggi ho letto voti altissimi, per un calciatore che ha palesemente staccato la spina: io gente che non ha voglia di giocare con la Roma non la voglio più vedere”.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “L’episodio Florenzi-Ronaldo, fa il paio con quanto accaduto a Genova con Mirante, che non è stato abbracciato da nessun compagno in occasione del rigore parato e si è visto anche in altre circostanze. La Roma non è una squadra unita, che ha nelle proprie corde quella sana ‘coattaggine’, che soprattutto in casa, dovrebbe emergere in determinate situazioni, dinanzi ad un pubblico che anche ieri sera ha spinto la squadra dal primo all’ultimo secondo. Bisogna essere onesti: Nzonzi ieri ha fatto un’ottima partita, giocando in un centrocampo a 3 ha meno campo da coprire e può far valere la sua fisicità. Nuovo allenatore? Quella di Roma non è una piazza adatta a chi ama lavorare solo con i giovani: per giocare all’Olimpico serve personalità, serve peso specifico sul piano caratteriale, perchè in caso contrario ti perdi, serve un giusto mix tra giovani talenti e calciatori di spessore”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio: “La situazione mi sembra chiara, Conte e Sarri sfumano ed erano i primi obiettivi, in questo momento il vero obiettivo è Gasperini. La Roma rischia, perché non vedo, oltre a lui, altre possibilità. Sarebbe ottimo per dare un po’ di severità e rigore a questa squadra fatta di gente abituata ad alti e bassi e a essere molli. Forse ci vuole qualcuno che venga con un nuovo regolamento per lo spogliatoio. In mancanza di soluzioni avrei visto bene Lippi con De Rossi vice a imparare il mestiere”.

Paolo Marcacci a Radio Radio: “Per tutto quello che è successo e per la sovraesposizione mediatica della questione Conte la Roma pagherà. Gasperini rappresenterebbe l’ipotesi di un progetto tecnico più intrigante. E’ un tecnico che farebbe pensare a una rinascita con un filo conduttore di un progetto ben preciso. Questa sarebbe la sua prima grande esperienza, quella all’Inter non è da considerare, perché si sarebbe bruciato chiunque”.

Tony Damascelli a Radio Radio: “Conte è stato gestito male, incontrato più volte, per poi sentirsi dire in maniera volgare che non c’è progetto di vittoria. Se qualche squadra più importante dell’Atalanta facesse un’offerta a Gasperini, lui potrebbe parlarne con Perrcassi e andare. Lui sarebbe ideale per la Roma, dove dovrebbe imporre le sue regole. Si può spostare da Bergamo, è un professionista, non ha firmato a vita”.

Stefano Agresti a Radio Radio: “Bisogna aspettare di vedere cosa succede in altre squadre e probabilmente la fine del campionato. Ci sono troppi allenatori che si stanno giocando cose. Io mi sto convincendo che Sarri rimarrà al Chelsea, che ha il mercato bloccato, dunque è fondamentale che non si sposti l’allenatore, inoltre quello che doveva fare l’ha fatto. Gasperini è ambito, ma Percassi non ha bisogno di niente, non sarà facile convincerlo a far partire l’allenatore. Trovare un tecnico per la Roma diventa complicato. Io mi aspetto il colpo di genio di Baldini. Penso che Dzeko se ne vada e che possa trovare un acquirente importante, ha mercato. Manolas bisogna trovare qualcuno che dia molti soldi a lui, ma non mi pare che questa società sia la Juventus, quindi Raiola dovrà trovargli un’altra sistemazione. La Roma non dà grandi garanzie, per le sue ambizioni pensa sicuramente a partire”.

Marco Cassetti a Tele Radio Stereo: “Al di là di come finirà c’è comunque grande merito di Ranieri ad aver portato la Roma a essere di nuovo una squadra. Avevo paura che dopo i risultati di Atalanta e Milan i giallorossi avrebbero affrontato la Juve un po’ scarichi, ma così non è stato. La Roma ha subito il primo tempo, ma è rimasta in partita. Ora c’è solo da attendere e vedere cosa succederà. Continuo a pensare ci siano poche possibilità, dopo i due punti persi a Genova, che peseranno come un macigno. E’ ancora tutto aperto, ma per la Roma un po’ meno”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Ranieri è tutt’ora il miglior tesserato della Roma, da quando è arrivato e ha sfiorato lo scudetto fino ad ora non ha sbagliato una virgola. Dalle sue parole si può evincere che a lui non è mai stata proposta la conferma, perché se gliela offrissero non penso si chiamerebbe fuori. Al momento i meriti sono di nuovo riconducibili tutti a lui”.

Dario Bersani a Tele Radio Stereo: “Qualche nota positiva è arrivata. Ci si prova con le residue speranze. Ieri l’hai vinta ed è già qualcosa, perché ci si poteva arrendere e ieri non lo abbiamo fatto. La possibilità più probabile è finire sesti”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Considerando quello che è successo dopo, verrebbe da dire perché non hanno messo prima Mirante. Ma al posto di Di Francesco era difficile non mettere Olsen, il portiere della nazionale svedese che viene comprato dalla società. Una speranza piccola piccola per la Champions c’è, le finaliste hanno dimostrato che chi ci crede fino in fondo può farcela. Non c’è comunque nulla da esaltarsi, nonostante tutto la Juventus nel primo tempo ti ha messo più che in difficoltà. Ranieri ha in bacheca lo scudetto più incredibile della storia del calcio, più qualche coppa e qualche altra grande impresa, Gasperini dalla sua sta realizzando l’impresa della sua carriera forse quest’anno e ha 5 anni meno del tecnico testaccino”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Sul lavoro di Ranieri ho poco da dire, per la squadra che aveva preso ha fatto il massimo, il pareggio di Genova ci può stare. Non sono esaltato dopo la vittoria contro la Juventus, potrebbe contare solamente un preliminare di EL, non c’è niente da festeggiare. Ad oggi la Roma è sesta e soprattutto il Milan ha due impegni molto facili. Ranieri si comincia a togliere qualche sassolino dalla scarpa e non credo che possa essere ripreso in considerazione per il futuro. Baldini vuole stupire e la normalità di Ranieri non piace. Se mi dovessi giocare due euro sulla corsa Champions punterei sul Milan”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Siamo intorno al 2/3% di possibilità di andare in Champions perché per me la Roma arriverà quarta ma sarà sesta. A voi poi il compito di identificare quando ha realmente buttato via la Champions: pieno di rimpianti totali, perché questa squadra con tutti questi problemi ha dimostrato che bastava poco più per giocare la Champions anche il prossimo anno. Quest’anno hanno sbagliato tutti: il ds un paio di scelte fondamentali, Di Francesco che non ha capito come far rendere la squadra con continuità, ha sbagliato a scegliere il portiere e i giocatori che poi per me sono sempre i principali responsabili. Secondo me ieri Ranieri ha proposto il 4-3-3 per Zaniolo, che non era proprio brillante, ma nel secondo tempo ha fatto valere il fisico e ha dato una mano. Se tutti avessero lo spirito di Florenzi la Roma sarebbe un’altra cosa. Da lui prenderei esempio. Lo spirito di Florenzi e De Rossi ce lo hanno in pochi”.

Marione a Centro Suono Sport: “Con la Juventus Ranieri ha fatto uno dei suoi capolavori. All’inizio ti potevi arrabiare, la Roma deve provare a andare in champions e stavano tutti dietro, poi si capisce però la tattica, che alla fine ti porta a vincere le partite”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Florenzi ieri è stato bravissimo a difendersi da solo, non si è nascosto assolutamente. La serenità di Ranieri premia, lui è distaccato, ma non perché non gli frega nulla, ma non si fa contaminare da tutto quello che ruota intorno alla Roma”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Quando si batte la Juventus c’è sempre soddisfazione, al di là dell’andamento di campionato e di come andrà. Oggi sono più pessimista sulla Champions, non sicuro che la Roma vinca con il Sassuolo. Questo, però, non toglie la soddisfazione, che resta circoscritta a ieri sera e non deve compensare la stagione della Roma. Il consiglio che ci danno i giocatori di non vivere di rimpianti… Beh, bisognava fare un altro campionato. La Juventus è la squadra da battere al di là di quanto è forte, ma per quanto è spocchiosa, arrogante, per quello che rappresenta e per quello che ha fatto in questi anni nel calcio. Non riuscirò mai a riconoscere i meriti sportivi dei bianconeri e a rispettare nessun loro giocatore. Non ci riesco. Chi ha fatto fare il ‘bullo’ a Cristiano Ronaldo sono i compagni di Florenzi. Sono sicuro che De Rossi avrebbe preso le parti a Florenzi: da chi altro ce lo possiamo aspettare? Manolas? Fazio? Quando lamento che la Roma non è una squadra non lo è neanche per questo: il capitano si difende, non deve permettersi un avversario di sbeffeggiare il nostro capitano. Fazio, Manolas, Nzonzi, Dzeko mi fanno veramente schifo come compagni di squadra, come giocatori della Roma mi fanno ribrezzo, non darei mai le spalle ad un compagno di squadra così. I risultati della Roma sono anche figli di quel risultati là, non potrai mai recuperare un pallone importante, non prendere gol ad un 90esimo se non hai determinate caratteristiche”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Va bene la vittoria, ma per quanto mi riguarda per un’ora e un quarto ho visto una Roma brutta, brutta, brutta”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “Nell’Inter si è insinuato il virus, perché ovviamente Spalletti sta per ‘scapocciare’. Per me in Champions ci vanno Roma e Milan: la squadra di Ranieri fa 68 punti sicuramente, voglio vedere chi altro ci arriva a 68”.

Franco Melli a Radio Radio: “La Roma ha perso una grande possibilità quando è stata sopravanzata con il Milan. Credo che i rossoneri abbiano delle possibilità, perché se raggiunge l’Atalanta sta meglio con i scontri diretti”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Sì, serve un miracolo per arrivare in Champions: si deve vincerle tutte e sperare in clamorosi passi falsi. Bisogna sperare nei passi falsi di Inter ed Atalanta nella prossima, per poi giocarsi l’all-in nel finale. Io ottimisticamente continuo a sperarci e a ritenere che la Roma debba maledire sé stessa se si è trovata a due giornate dalla fine in questa situazione. Basterebbero un paio di punti in più, è una considerazione che ora fanno tutti i tifosi. Pensate quanto potesse essere importante mantenere quel 3-0 a Bergamo, con solamente quella vittoria oggi la Roma sarebbe in Champions League. L’errore della Roma quest’anno è stato quello di fare sbagli fondamentali in campagna acquisti, come Pastore e Nzonzi. Alla Roma è mancato qualcosa a livello dinamico”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Ho visto una bella partita. Quando sei a quei livelli senza pressione, giochi meglio. La Roma ha giocato bene e vinto con merito. La Juve mi sembra che abbia staccato la spina da un po’, prova a giocare ma poi gli vengono fuori prestazioni né ottimali, né da buttar via”.

Nando Orsi a Radio Radio: “La Juventus nel primo tempo ha dominato e cercato di vincerla, nel seconda si è abbassata e la Roma ha vinto. Mirante è più forte di Olsen, ha fatto tre parate meravigliose. Sono partite di fine stagione, quasi scontate. Secondo me per la Roma questa vittoria servirà a molto poco”.

Alessio Nardo a Tele Radio Stereo: “Alla fine di questa giornata, la vittoria più difficile l’ha ottenuta la Roma. Era nelle previsioni che l’Atalanta potesse vincere ed il Milan battere la Fiorentina. Mirante ha consentito che la Roma mantenesse lo 0-0, poi nel finale è prevalsa la motivazione e la voglia della squadra di ottenere la vittoria. La classifica continua non essere positiva, alle altre manca troppo poco per finire il campionato davanti ai giallorossi. E’ bene, comunque, provare a crederci fino all’ultimo”.

Mario Mattioli a Radio Radio: “Il primo tempo la Juventus ha giocato bene, poteva anche passare in vantaggio. Si potrebbe dire che nel secondo tempo ‘si è scansata’, non ha giocato più. Dispiace, va bene vincere lo scudetto, ma qualsiasi prestazione non può essere così”.

Print Friendly, PDF & Email

69 Commenti

  1. @Patrizio, perdonami ma tu fai molta confusione con Sven Goran Eriksson, non mi pare abbia mai giocato in Italia almeno in serie A.
    Poi ti contradici, oppure hai poca memoria di chi é stato e come faceva giocare le sue squadre, se per te far giocare Pruzzo Graziani. Conti e Boniek, oppure Salas Boksic Signori era essere difensivisti come tu dici che schierava il modulo 6-5-0 allora aspetta il 6 gennaio che passa la befana.
    Rivedi cosa hai scritto prima in merito agli allenatori, che vuoi dire che Mourinho è passato prima da coverciano poi ha visto Balotelli, Santon che avevano ancora la bocca sporca di latte e poi li ha portati a Milano e lì ha fatto esordire oppure vuoi ammeti che ha vinto tutto quello che era possibile vincere… ripeto senza essere passato da Coverciano.
    Hai scritto cose che non corrispondono al vero, era sufficiente ammettere che ti eri sbagliato e non di fare dei giri larghi che non portano da nessuna parte.
    Fattela una risata ogni tanto se mi dicevi che Benitez al massimo può aspirare a fare il porchettaro ad Ariccia ci poteva anche stare, ma come possiamo essere certi che non possa allenare anche la Roma.
    Penso che la mediocrità di questa stagione ed il fatto che in Rnieri abbia almeno riportato un certo equilibrio tattico non ha confronti con le ultime viste in 20 anni.
    Probabilmente anzi sicuramente Benitez non é all’altezza della situazuone ma se alla Roma arriva un allenatore giovane o poco esperto lo mangiano vivo di questo ne sono certo.

  2. Conte 10 gg Spalletti 1 gg più 1gg e nessuno è stato al gioco…. oggi è la giornata di Sarri. Da oggi per i prossimi giorni le fonti amiche le telefonate dei referenti l amico a Londra o a Trigoria farà sapere che per sarri è fatta! Quasi…. in dirittura di arrivo… sta all’ aeroporto… ma va a Ibiza da li ha detto che ci farà sapere… ma forse… è un no…
    Per favore. Tronchiamo sul nascere questa nuova invenzione riempicolonne e parliamo di altro.

  3. Forse sarebbe il caso di concentrare tutte le energie per far venire Gasperini,l’unico di una certa bravura ed alla nostra portata,soprattutto per le politiche societarie,ammesso che abbia una politica.

  4. Ranieri non può essere trattato così è sempre un tecnico che ha vinto la Premier un po’ di dignità nei confronti di questo uomo. Vista la chimera Champion e visto che Sarri prenderebbe la Roma come una ruota di scorta mi tengo Ranieri e il suo gioco minestraro e la sua chiarezza. Senza stadio non si va avanti a meno che tutti gli esperti che scrivono trovassero loro l’arabo di turno il presidente ricco e scemo come scrivevano i vecchi giornalisti. Per ultimo ai romanisti giovani quelli abituati bene Zaniolo non confrontatelo a Totti il Capitano alla sua età era due volte più forte…per ora è solo un gran prospetto nulla più

    • ma pensa a vivere … ma che c’entra ‘sto commento ???? ma fatevi una vita.
      Abbiamo vinto ieri ? Bene .. ce la godiamo e andiamo avanti. Non ha risolto un tubo ma ce la godiamo. Invece no .. arriva quello che … ma ripeto, fattela una vita.
      Una vittoria sulla Juve non è MAI inutile. E poi credi di essere tifoso romanista ? Ma scansate, va …

      • Ma fattela tu nà vita che stai 24 ore su 24 su questo sito e manco se può criticà Pallotta dopo una stagione da VOMITO!!! Io il 7a1 co la Fiorentina il 2a2 col Cagliari in 9 non me li scordo e in più stamo a rischià di non arrivare manco in Europa League e dovrei stare zitto. Tu non sei un vero romanista sei uno sfigato perdente fattelo dì Fabrizio fatte na vita

  5. Se dovessi giocarmi 1 euro, io lo giocherei sull’Atalanta vincente in coppa italia e che cede il posto al Milan per entrare in CL. Così sono tutti felici e contenti, salvo noi che, a parte la goduria della sconfitta della lazio in finale, restiamo fuori dalla CL, con tutto quello che ne consegue. Comunque anche ieri, specie nel primo tempo, io qualcuno dei nostri lo avrei preso a calci nel sedere

    • Di sicuro io avrei preso a calci i 2 “ragazzi”Zaniolo e Kluivert ed un calcione per svegliarlo a Dzeko che vagava per il campo completamente disinteressato della partita.

  6. cr7 è un coatto della peggiore specie ma florenzi è stato latitante per tutta la stagione, così come dzeko e altri ancora… un brodino freddo, quasi rancido, che sa, purtroppo, di europa league…. quante occasioni perse ‘sti miseri smidollati, che fanno i fenomeni alla terz’ultima giornata quando gli zebrati stavano con le infradito… anzi, grazie a mirante (perchè difra gli preferiva olsen rimarrà uno dei più grandi misteri insoluti…) che ha fatto tre grandi parate e ha svoltato a nostro favore l’iter della partita…
    lo dico in anticipo, gasperini mercoledì vincerà la sua prima coppa italia e poi spero possa venire ad allenare qui, con gli onori che gli spettano e i meriti inconfutabili… altro che lotirchio, non sopporto più pallotta ma c’è chi lo frega ampiamente…..

  7. Rispondendo a johann hai ragione nel fatto che con troppa fretta ho dato un giudizio preso più dall emotività che dal raziocinio e adesso razionalmente ammetto che non avevo considerato mourinho e Eriksson come allenatori stranieri che avevano vinto in Italia.
    Effettivamente sono stato troppo prescioloso nel voler rispondere alla tua positività ed approvazione di Benitez Alla Roma. Effettivamente ho paura che un ex Napoli che con una compagine simile a quella della Roma ha fallito in Italia possa ripetere lo stesso fallimento con la Roma stessa. Comunque 2 allenatori su migliaia sono l eccezione che conferma la regola e non il contrario. Per la Lazio mi sono andato a rivedere gli articoli e confermo che giocava con un 4 5 1 che a volte diventava 4 4 2 ….mancini più le volt e che giocava esterno e la punta di turno era più le volte che faceva da sponda alle incursione dei centrocampisti che altro. Eriksson è vero no bus giocato ma ha allenato Roma samp fiorentina ecc ecc ecc prima di arrivare alla Lazio. Era più italiano di mario Rossi ormai.
    Mourinho ripeto era l Inter di mourinho con il calcio falcidiato giustamente fa calciopoli e con una compagine che oggi sarebbe il Napoli con l Juve e ieri era la Roma con l Inter….
    Però c hai ragione. Se viene Benitez mi ricorderò che lo appoggiavi e te ne darò atto. È anche a fine campionato ricorderò che lo appoggiavi e te ne darò ugualmente atto.

    • Patrizio.
      No problem.
      Forse sono io che ho esagerato.
      La mia ad inizio era solo in puntualizzazione.
      Ma vedo che insisti con Eriksson e Mourinho ……che te devo di hai ragione.
      Speriamo che te levi pure la soddisfazione di ricordarmi di Benitez.
      Che amarezza !

    • infatti il salto di qualità lo abbiamo già fatto. Ma ognuno è troppo preso dai rancori per accorgersene …
      Ormai diamo per scontato che la Roma arrivi in Champions ed un piazzamento Europa League ci fa (forse giustamente schifo). Questo perchè, negli ultimi 4/5 anni, diamo per scontato un secondo/terzo posto.
      Riguardiamo la nostra storia e vediamo che non è mai stato così prima dell’arrivo di … eh già, proprio di quel incapace di americano … quando si dice il caso …

      • La Roma tra il 2000 e il 2010 e’ arrivata 6 volte seconda lottando alcune volte seriamente per lo scudetto e una volta prima per cui Pallotta non ha fatto fare allla Roma alcun salto di qualità e Pallotta oltre a non avere soldi non sa gestire la societa’ prima toglie il disturbo e meglio e’ avendo anche accumulato 196 milioni di debiti (Ultima semestrale) un disastro sportivo ed economi conclamato sotto tutti i punti di vista

        • Perdonami ma mi sembra l’atteggiamento tipico dei romanisti negli anni. Esaltiamo le gestioni precedenti evidenziando delle cose e omettendone delle altre, solo per criticare le proprietà successive. Nel 2006 Calciopoli ci ha dato nuova vita che altrimenti non avremmo avuto. Si parlava delle cessioni di De Rossi e Totti e non era sicuro che potessimo dire no. C’era un clima di assoluta incertezza poi Calciopoli addormentò il calcio italiano per due o tre anni facendo regradire tutti a una situazione come quella della Roma. Ci hanno tolto di mezzo tutte le avversarie tranne l’Inter per qualche tempo ed hanno dovuto ripartire. In quel periodo facevamo il mercato consentitoci dall’Inter. Gli serviva Chivu ? Non glielo cedevamo e loro ci davano i soldi sufficienti per tenere la squadra competitiva per il secondo posto e vincevamo la coppa Italia, sempre contro l’Inter. L’anno che gli serviva per il triplete la Coppa Italia è andata a Milano. Ricordiamoci il prestito di Burdisso. Per tenerlo l’anno successivo fummo costretti a prendere il fratello per convincerlo a rimanere a Roma, e l’Inter ce lo diede il 31 agosto. Eravamo una squadra che si iscrisse con una fidejussione palesemente falsa (cosa che fece anche la Lazio), se l’avesse fatta qualcun’altro avremmo gridato allo scandalo, e invece rispondemmo con il più classico ” e vabbe’, lo fanno tutti”. Bisogna criticare Pallotta per come ha dilapidato la crescita delle stagioni precedenti e di come non abbia fatto fare un passo ulteriore in avanti, ma non continuiamo a ricordare un presunto passato glorioso che era frutto di una situazione imparagonabile a quella attuale, a meno che non scoppi un’altra Calciopoli che tolga di mezzo Juventus, Milan, Lazio, Atalanta e il Napoli ( anche se nel 2006 il Napoli faceva la B per cavoli suoi) per i prossimi tre anni.

      • Il ragionamento qual’e? Siamo stati mediocri per 80-90% della nostra storia allora siamo condannati ad essere mediocri per sempre? Non possiamo ambire o pretendere di piu? E vero. Da quando ci sono Pallotta & soci ci siamo abituati a meglio. Allora perche accettare il passo in dietro?
        Un saluto e forza Roma sempre.

        • io forse non riesco a spiegarmi. Io pretendo sempre di più come GIUSTAMENTE scrivi tu. Ma cerco sempre di ragionare sullo stato delle cose … e ripeto, va bene pretendere di più e dire che Pallotta ha sbagliato molte cose .. ma è il disconoscere completamente che abbia fatto qualcosa di buono che mi fa .. sorridere.
          Ma il commento di @jonhathan72 è più esaustivo.

  8. Se un giocatore della Roma viene sbeffeggiato da un avversario e in tutta risposta gli segna in faccia un gol decisivo per la vittoria, gli si dice grazie e gli si fanno i complimenti.
    Se Florenzi viene sbeffeggiato in maniera arrogante e razzista dal re degli arroganti pompati, giocatore della juve, e in tutta risposta gli segna in faccia con lo scavino, peraltro al suo ex portiere, gli si dice grazie, gli si fanno i complimenti e si porta questa cosa nel cuore e nella memoria.
    Chi non sa godere di un attimo come questo, anche se non servirà a niente, dovrebbe smettere di seguire la Roma secondo me, poi ognuno è libero di pensarla come vuole.
    FORZA ROMA, juve perda.

  9. Ancora non riesco a capire perchè gente come Nandino Orsi, Franco Melli e Focolari (tutti tifosi degli sbiaditi) debbano commentare la Roma, per non parlare poi di Marchegiani nel commento tecnico tv a Sky. Ma perchè non trattano la loro Lanzie e ci lasciano in pace evitandoci le loro rosicate?????? Sempre Forza Roma!

  10. Nessuno dei giocatori della Roma giocherebbe titolare in qualsiasi big italiana, Juve o europea… Non so cosa sarà la prossima stagione ma siamo messi male… Zaniolo è stato sopravvalutato a manetta… un fantasma negli ultimi 2 mesi…è molti incolpa i conte di essere voluto venire Mah!!!! speriamo bene

  11. Intanto caro Orsi questa vittoria serve a tenervi, come da anni, sotto in classifica dove vi piace tanto stare. Ti dico di più, sei sotto in classifica con la Roma più “scadente” degli ultimi decenni e questo dovrebbe farti capire quanto valete poco voi laziali.

  12. Anche i bambini hanno capito che se Di Francesco fosse stato mandato via prima, per esempio dopo lo scempio di Firenze in Coppa Italia, oggi la Roma avrebbe un paio di punti in più e probabilmente la possibilità di entrare tra le prime quattro. Vorrei sapere cosa pensano ora quei geni ( tifosi compresi) che hanno difeso Di Francesco fino all’ultimo minuto della sua permanenza sulla panchina della Roma. Questo mediocrissimo tecnico, come era intuibile già dalle prime partite di campionato, farà perdere alla As Roma decine e decine di milioni. Per una volta non posso che dare ragione a Moggi quando afferma che Pallotta è mal consigliato. Ora.mi chiedo, chi si assume in società la responsabilità di tale perdita economica? Baldissoni? Baldini? E Totti non ha forse difeso Di Francesco fino all’indecenza?

    • concordo pienamente… ho scritto diverse volte che avrei mandato via di francesco dopo la partita di andata a liverpool, perché giocare con quella tattica li a liverpool non è ammissibile… ma poi quest’anno sopravvivere a partite come chievo, bologna, fiorentina è davvero cosa da matti… si da la colpa a pallotta, a monchi, ma davvero la risposta è sotto gli occhi di tutti, le medie punti sono facili da calcolare, se un allenatore “normale”, come ranieri, avesse avuto la roma per qualche settimana in più, saremmo finiti più in alto.

  13. Fabrizio bastava anche vincere la partita di bergamo quando stavi sul 3-0 ed arrivavi 4 nella peggiore stagione degli ultimi 10 anni…ma di cosa stai parlando..io sono incazzato nero..hanno regalato un intero campionato altro che contento per il piazzamento in Europa League questo e´un discorso che vale quando chiudi a 80 punti e arrivi 5….allora tanto di cappello a chi ti precede…NON CONCORDO..il troppo amore per questa dirigenza e presidenza vi fa perdere luciditá .pallotta boys

    • se per questo, bastava non prendere goal da Cutrone a Milano…bastava non prendere goal dal Cagliari … bastava non farsi riprendere dal Chievo. A quest’ora saremmo stati in Champions con le ciavatte … ma non mi sarebbe piaciuta lo stesso questa gestione. Perchè anche io sono critico. Perchè voi “odiate” questa dirigenza e quindi non riuscite a restare lucidi .. a me di questi non frega nulla…e quindi ragiono.
      E poi mi fate tenerezza … avete imparato “pallotta boys” e lo mettete ovunque … mi fa un etto di salame ? prendo pure due pallotta boys … ahahahaha
      Evolviti

  14. la Juve si sarebbe scansata ..? la lingua batte dove il dente duole e gatta nella credenza quello che fa penza ! proverbi davvero attinenti alla mentalita’ provincial-laziale che impera nell’ alter ego di questi forum .. ossia nella parte sbagliata del tevere .. la Juve era semplicemente priva di diversi titolari e, soprattutto, appagata da una stagione brillante .. Bonucci, Mandukic, Kean, Rugani, Bernardeschi .. sono assenze importanti .. la Juve ha giocato bene ma non alla morte e con diverse riserve .. ma tutte buone .. la roma ha giocato bene, ma non alla morte e con i suoi titolari .. e la Roma ha vinto con merito .. Mirante ha fatto parate che Olsen farebbe bene a capire , Manolas e Fazio hanno intrepretato alla perfezione l’ arte del difendersi contro una tale squadra, NZonzi e Zaniolo hanno fatto un’ ottima prestazione a centrocampo, Pellegrini, secondo me, ha giocato benissimo, rischiando il gol in almeno un paio di occasioni, Dzeko ha segnato, Florenzi, all’ ala destra e’ ancora e sempre lo sara’ bello de nonne, El Shaarawy ha fatto un campionato sempre da 7 e Cengiz e’ tornato tra di noi .. De Rossi spero rimanga e conto pure sull’ attaccamento alla maglia di Santon, di Marcano, di Jesus, di Perotti, di Cristante .. servono pochi rinforzi ma di qualita’ .. Ranieri rimanga se Gasperini fa il Leghista Padano .. Ranieri e’ romano e romanista e un bravo allenatore .. un po’ lento solo a capire che Olsen era da accantonare e anche Shick .. abbiamo perso punti preziosi con quei due in campo .. del futuro non c’ e’ nessuna certezza .. viviamo con quello che ci passa l’ oggi .. ma un minimo di programmazione, logica e intelligente ci vorrebbe .. alla faccia di Monchi e delle sue incompetenze.

  15. Mamma mia come hai preso d’acido..Ahahah. Non sai nemmeno leggere. Nessuno vieta le critiche, sei tu che hai dato del “coatti” a chi, semplicemente, gioiva per una vittoria.
    Quindi, leggi bene prima di fare TU la figura del…s’è capito, no ?
    P.s. per tranquillizzarti, oltre a me c’è un altro Fabrizio che commenta. Buon proseguimento…

    • 1) La Roma ha fatto il record di punti della sua storia sotto la proprietà americana
      2) la Roma ha fatto il record di piazzamenti consecutivi (2°, 3°) della sua storia, sotto la proprietà americana
      3) la Roma è tornata ad una semifinale di una grande competizione europea dopo 34 anni, sotto la proprietà americana
      Per i suddetti motivi, io dico semplicemente che non tutto è da buttare.
      Abbiamo sempre sofferto della sindrome di Nerone .. se una cosa non mi piace, la brucio e ricomincio da capo.
      E poi ci svegliamo, anni dopo, e ci accorgiamo che gli altri sono avanti anni luce .. certo, non hanno perso tempo a bruciare e ricostruire ogni volta.
      Poi vedi, caro @Luca, la differenza tra me e te è che io ragiono e non appiccico etichette a nessuno. Tu, dopo che mi hai dato del Pallottolo boy (o del bermudino boy), ti senti meglio ? Ti senti figo ?
      Pura illusione, credimi.
      Io ho fatto notare al tuo “amichetto di bon ton” che si può essere critici (e ci mancherebbe) e passare un lunedì mattina a godere come ricci per quello che ben spiega @Marks sopra.
      Se non ci arrivi, il problema è tuo, mica mio.
      P.s. In bermuda tra l’altro stò proprio bene …

      • La Roma non ha mai ceduto campioni come con gli americani la Roma arrivava 2a e 3a perche’ non c’era nessun altro le milanesi per prime.
        La Roma e’ una societa’ che pensa al quartiere e non ai risultati sportivi.

  16. OLa Champions ormai e` da dimenticare troppe due squadre davanti che a parita` di punti si qualificherebbero loro > La roma non ha perso a Genova i due punti cruciali ,ma anche in quel di Bergamo dopo il 3 a 0iniziale ed altre partitucce con le cosidette piccole dove non e` andata oltre il pareggio.
    Importante sarebbe riuscire in Europa ligue e` pur sempre un impegno di un certo valore.
    Fra due domeniche a classifica definita iniziera` il tormentone dell’allenatore .
    Comunque prima il DS e chiunque sara` cerchera subito le plus valenze senza cui il Pallotta soffrirebbe troppo
    poi cerchera un allenatore senza troppe pretese o grilli per la testa che prenda la minestra che il convento gli mettera` davanti.
    Ormai sembra un ritornello che si ripete ogni anno nonostante promesse o proclami ,il fine unico pallottiano e` lo stadiounico investimento che gli garantirebbe quei profitti che non puo` avere solo con l’As Roma.
    Poi le radio ,gli opinionisti possono dire quel che vogliono ma la storia di questi ultimi 8/9anni e` cosi.

  17. Nel rispetto del professionista che come afferma ogni compagno …e non possono essere tutti bugiardi…. Cristiano Ronaldo è il primo ad entrare e l ultimo ad uscire dagli allenamenti. Ma per me di Ronaldo ce ne è uno solo e quel nome andrebbe ritirato come una maglia rendendolo non riassegnabile. Ti ci chiami all’ anagrafe? Mi spiace … se vuoi giocare a calcio cambia nome.
    Tolto il momento ironico per favore non usciamo dall’ obiettività sportiva. A maglie invertite diremmo che il nostro …cristiano … È un lottatore. È uno che non si adagia e l unico che combatte fino al terzo tempo. È se volevamo ibrahimovic che te menava pure se ce giocavi a scacchi allora dobbiamo accettare che sono reazioni di agonismo estremo che in una partita vi possono stare.

    Cambiamo discorso… ancora a parlare di di francesco a cambiarlo prima… …premetto che sono tra quelli che crede nella sinergiantra allenatore e tipologia di giocatori…. nel senso… un allenatore deve poter contribuire alla scelta dei giocatori ma allo stesso tempo la penso come Ranieri che è capacità dell’ allenatore modificarsi ed esaltare le caratteristiche di ciò che si ha. Le squadre nel mondo vincono con il 442 con il 352 con il 451 con il 433 con il 343 ecc ecc pensare che il proprio modulo conti piu di tutto il resto è da vanesi ed incompetenti. Sei un professionista pagato e devi restituire risultati a chi ti paga e se questo vuol dire giocare in modo diverso…. beh devi tirare fuori il meglio possibile da ciò che hai è non farmi vedere quanto è meglio il tuo vestito. Io ho visto la Juventus di qualche anno fa mettersi tutta in difesa e fare CATENACCIO e quel modulo ha portato a casa il risultato. Ranieri questo lo sa e ieri ha portato a casa i 3 punti. Allegri dice sempre labstessa cosa alle interviste…. lui guarda l avversario e modifica in base ad esso…. lo fa la squadra che vincerebbe in automatico perché non devi farlo tu che sei ovviamente inferiore.? Di Francesco li ha sbagliato e ha mostrato i propri limiti… come l l’aveva zeman e come li hanno migliaia di allenatori. Bisogna saper adattarsi ad ogni battaglia e avere l umiltà di non voler far sempre vedere quanto è fico sto vestito .

    Per quanto riguarda i punti persi non guardiamo il 3 a 0 con l Atalanta. Si conta pure quello ma bisogna avere una visione totale…. Se guardiamo le ultime squadre in classifica …. quelle che in teoria prendi a pallonate…. noi abbiamo perso 12 punti in 4 o 5 partite. E li, allenatore o non allenatore, solo per manifesta superiorità tecnica dei singoli giocatori… devi vincerle quelle 5 partite con le squadre da serie b. Anche se l allenatore dicesse andate in campo come.volete voi… tu le devi vincere. Li abbiamo perso la Champions li è stata colpa dei giocatori che in quanto pagati lautamente non si possono permettere di sentirsi depressi o emotivamente bassi… altrimenti in onestà dovresti restituire i soldi presi nei periodi in cui la tua emotività non ha reso…
    Qui non è colpa di pallotta di monchi di di Francesco di dzeco di Pellegrini… qui è stata colpa un Po di tutti e un Po di nessuno. Compreso Fiorenzi che parlava di 130 percento alla prossima partita ma che si comportava come tutti gli altri… ecco perché l ambiente tifo ce l ha avuta anche con lui. E non scordiamoci che i giornalai pompano pompano pompano….

  18. Sebbene la vergogna alla base di questa stagione fallimentare sia tutta del trio monnezza (pallotta, baldini, monchi) che, in una logica di efficienza esclusivamente economico-finanziaria, ha deliberato di indebolire la squadra per raggiungere il 4° posto al minor costo possibile, allestendo una rosa scarsa (ma, si è visto, non poi così più scarsa della concorrenza) ed assumendosi un rischio enorme, ormai è tuttavia innegabile che, da un punto di vista tecnico, di campo, il responsabile assoluto di questo schifo ha un nome ed un cognome ed è “mio calcio”.
    Uno che per 8 mesi 8 ha fatto pressing sistematico oltranzista in area avversaria con nzonzi e la difesa a centrocampo con Fazio. Per non parlare dell’inamovibile plantigrado impagliato svedese piantato sulla linea di porta, con l’interprete dietro. Uno che millanta di essere allievo di Zeman ma che del Boemo ha carpito solo la fase difensiva.
    Ranieri ieri sera nel post-partita è stato chiarissimo al riguardo: è bastato mettere nzonzi a fare l’unica cosa che può fare (lo stopper anni 80 piantato davanti alla difesa, a proteggere gente, come fazio, impresentabile a campo aperto), un normalissimo portiere da provincia con un minimo di esperienza del campionato italiano e di comunicazione con la difesa, e stare chiusi. E, così, magicamente, con un intervento di cui anche l’allenatore dei pulcini del don orione sarebbe stato capace, la squadra è sbocciata, la media dei gol subiti è passata da 3 a 0,3 e quella dei segnati è rimasta pressochè invariata.
    E questo sarebbe bastato anche a tratti, anche sporadicamente, per esempio negli ultimi minuti di cagliari, per evitare quella VERGOGNA ed avere quella manciata di punti in più che sarebbe bastata e avanzata per andare in champions “con la pippa in bocca”.
    Ciò detto, augurando a “mio calcio” di pagare sulla propria pelle le conseguenze della propria incompetenza, devo, con rammarico, prendere atto di altre due cose:
    1) Massara (quello che, ricordiamo, “non consideriamo di non andare in champions”) continua a concedersi il lusso di prendere in giro i tifosi della Roma, parlando di squadra “forte e ambiziosa” per l’anno prossimo.
    Ecco un altro che deve SPARIRE da trigoria, insieme al suo burattinaio londinese.
    2) Nzonzi è un altro che, dopo un anno a Roma, non parla una parola di Italiano. Una VERGOGNA che solo quà succede E che la dice lunga su come i nostri giocatori interpretino la loro “appartenenza” al motel di pallotta.
    Vergognatevi tutti. Tranne Totti e Ranieri.

  19. Premetto che una vittoria contro la Juve si festeggia sempre.. anche valesse solo l’Europa League.
    Certo loro ci hanno messo zero impegno (e per quelle azioni dobbiamo ringraziare Santo Mirante), ma è sempre bello vincere contro i gobbi.
    Resta il fatto che questa vittoria non cambia il giudizio sulla stagione quasi finita e sul nostro futuro.
    Come ben spiegato dai giornalisti di Sky nelle interviste a Ranieri e Mirante, la Roma dopo Difra ha adottato uno schema più prudente (due linee vicino alla difesa), senza partire da dietro, che per carenze tecniche dei nostri difensori (Fazio) e dei nostri centrocampisti (Cristante, Pellegrini, Nzonzi) era l’unico modulo che la Roma poteva giocare (rinunciando a costruire da dietro, ma ritornando ai lanci lunghi, difficili senza DDR).
    Difra ha sbagliato nel non capire che dopo le cessioni di Strotman e Naingolan non poteva più utilizzare lo schema dell’anno precedente che ci aveva portato al 3 posto ed alla semifinale di Champions.
    Errore suo, ma resta il fatto che quelle cessioni (ed i sostituti) – che hanno oggettivamente indebolito il nostro centrocampo e messo in evidenza i difetti di una difesa costruita male o con giocatori non adatti (Florenzi e Fazio) – le ha fatte Monchi (e come hanno capito anche i bambini nessuno poteva contestare perché agiva su mandato di Pallotta di ridurre i costi). Ranieri ha iil merito di aver capito che chiudersi era l’unica soluzioni per non prendere gol ed era l’unico modo per salvare la stagione. Poi però gli manca la capacità di vincere le gare quando l’avversario si chiude (vedi i punti persi con squadre più battagliere della Juve di ieri).
    Resta il fatto che una stagione intera con il gioco “spumeggiante” di Ranieri sarebbe un’agonia. Se devo comunque arrivare quinto o sesto almeno vogliamo un allenatore divertente.
    Il nostro allenatore comunque non dipenderà dalla nostra volontà: se l’Atalanta non arriva in Champions o se Abramovich si inca…a, noi forse avremo un allenatore decente altrimenti apriti cielo (premesso che Gasperini possa con il suo carattere difficile essere una soluzione per la Roma).
    Sul lato mercato forse la partenza di Dzeko (e uno tra Kluivert, Under, Perotti) ed il mancato rinnovo a DDR potrebbe essere sufficiente ad evitare le partenze più dolorose (Zaniolo e Manolas).Personalmente cederei anche Nzonzi, Cristante, Pastore, Shick e Fazio, mettendo dentro qualche primavera, ma purtroppo le scelte sbagliate ce le porteremo avanti per anni.
    Tali cessioni potrebbero essere sufficienti a trovare risorse per fare una squadra decente per provare a tornare in Champions il prossimo anno.
    SE PERO’ LA SOCIETA’ CONTINUERA’ NEL SUO PROGETTO TECNICO PREVEDO TRE CESSIONI PESANTI (MANOLAS, ZANIOLO E DZEKO) CON BUONA PACE DELLA LOGICA…
    In questo caso l’Europa League sarà un torneo che impareremo a conoscere per lungo tempo, grazie al Sor Pallotta.. Dopottutto nel palmares di trofei vinti dalla Roma non ce n’è uno per cui dobbiamo ringraziare il Tycoon americano…

  20. Concordo PIENAMENTE (ma proprio al 100% ) con quanto scritto da Guido Bezzi e dal Professore.
    Lo scienziato Di Francesco andava licenziato all’inizio di ottobre dello scorso anno e a quest’ora saremmo almeno con 5 o 6 punti in più in classifica e avremmo evitato figuracce tipo il 7 a 1 con la Fiorentina, che rischia la B, e il 3 a 0 nel derby! Questa è matematica! Quello che abbiamo fatto in Champions contro Chelsea e Barcellona è avvenuto unicamente per giocate straordinarie di singoli giocatori, ma non certo per il “suo gioco”. E poi vogliamo parlare dei suoi preparatori atletici? Quarantotto infortuni da ottobre ad oggi sono un record mondiale! Siamo d’accordo?E l’altro scienziato di Siviglia che ci vende prima il Ninjia e poi Strootman (quest’ultimo a mercato chiuso), con l’avallo dell’allenatore, come lo vedete? Facciamola finita di attaccare Pallotta, lui è venuto certamente per fare il businness dello stadio della Roma, ma i giocatori con lui vengono pagati profumatamente e ha riorganizzato integralmente Trigoria, ma se Pallotta con gli americani non avessero rilevato la AS Roma non potevamo nemmeno iscriverci al campionato! Spero di essere stato abbastanza chiaro, poi ovviamente ognuno è libero di pensarla come vuole. FORZA ROMA SEMPRE.

    • ringrazierò per sempre i miei genitori per avermi generato ma se m’avessero fatto mangiare pane e acqua per il resto dei miei giorni mi sarei arrabbiato…. purtroppo l’ambizione non è nei secondi posti ma nella s/vendita continua dei giocatori, per applicare fedelmente il fair play e stare in regola con il bilancio…. poi però c’è la lettera alla Fifa inviata da pallotta riguardo a chi non lo applica fedelmente e i suoi (un pò tardivi, aggiungo io…dopo 8 anni….) dubbi circa lo stesso fairplay, se valga o meno applicarlo (inquietante la parte finale di quella lettera)….. poi riguardo allo stadio dice, 24 ore prima, che “siamo vicini ad un punto di svolta” e poi il giorno dopo (o forse meno…) chiama a raccolta noi tifosi per sollecitare un incontro con le istituzioni….. No! non ci siamo, non ci sto più a questi giochi… Ti ringrazio che mi hai salvato ma mi stai stremando, sto alla fame, sto allo stremo delle forze… ed io oggi dovrei essere felice di aver vinto con chi ha già vinto 8 scudetti consecutivi? ma stiamo scherzando…. “aggrappati”…. sì, ma a ‘sta……

    • A mia volta appoggio completamente ciò che dici sergius. Sono anni che leggo questo forum e veramente mi sembra lo scarica frustrazioni dei capricciosi. Si. Capricciosi. Perché sentire sempre la stessa frase da piccole persone che non sanno neanche mettere 2 parole in fila è veramente uno strazio . Pallotta Vattene pallotta vattene pallotta vattene. Uehhh uehhh mamma James è cattivo perché non ci fa vincere. Uehhh uehhh mamma James è cattivo perché pensa solo al suo stadio. Capricciosi. E voi che non avete le palle per dire che se la Roma non vince voi non vi potete vantare al baretto. Perché diciamocela come sta: a voi non ve ne frega una emerita mi…..ia di chi è la Roma. Volete il Boss che evade il Fair play volete il bandito come moggi volete quell’ allenatore poi se ne deve andare volete zeman e poi se ne deve andare volete Spalletti e poi er pelato se ne deve andare volete monchi che è il pii forte del mondo e poi se ne deve andare volete Baldini amministratore delegato e Sabatini ds e poi Baldini non si deve presentare a Roma altrimenti ho letto che qualcuno gli farebbe la festa. Non c è coerenza non c è tranquillità . Lo ha detto Ranieri come lo hanno detto in tanti negli anni. In Inghilterra come nelle squadre tipo Juventus and company non ci sono tutti i giorni tifosi fuori a contestare non ci sono tifosi che per 2 goal ti eleggono Pelé e per 6 partite a vuoto ti fanno sentire un mantenuto traditore. Qui per 2 pezzi de plexiglass messi in curva la gente non è entrata per un hanno e mezzo ma per dimostrare alla squadra il dissenso neanche un giorno di sciopero. Il centro del tifo romanista non è la squadra ma se stesso. È l esempio appena riportato ne è dimostrazione. Il quaderno è più importante del tema la grafica del biglietto è più importante del film la curva è più importante della squadra che la squadra per cui tifa il piatto è più importante del contenuto. Avere un tifo così è esaltante ma fa lavorare tutti male. Volete il progetto alla Ferguson ma non volete aspettare il tempo per costruirlo. Ferguson cominciò con 7 primavera e gli ci volle il tempo dovuto di vittorie e batoste per farli diventar ei campioni che sappiamo. Qui ad inizio anno ci si crede per 5 minuti e poi VATTENE. ma per chi pensate che hanno preso ZEMAN? Ma per chi pensate che hanno preso SPALLETTI? tutti allenatori fuori progetto per far calmare un’arma da de capricciosi in rivolta.e sono stati anni persi compresi i successivi per dover ricostruire. Damose na calmata che sono 70 anni che a sta squadra la ammazziamo con le aspettative. Con la pressione. Con la pretesa di essere ciò che ancora non è ma deve esserlo all’ istante. Pallotta vattene è la solita cantilena come rosella bla bla bla sensi purciaro ciarrapico carcerato viola nun se vola. Nun ve sta bene un c….o e co sto atteggiamento affossate ogni situazione ambientale. Questo perché non è la Roma la cosa più importante ma quer seggiolino azzurro dove neanche ce se mette a sede. Fateve un esame de coscienza se ce riuscite e cercate de lascia lavora almeno per un paio de stagioni le persone con calma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here