#Zoomsulmatch Viktoria Plzen-Roma: possesso palla sterile e solamente sei intercetti, la ‘piccola’ Roma non sa più vincere

0

#ZOOMSULMATCH – Da Plzen torna una Roma vuota, senza carattere e con pochissimi sprazzi di luce. Doveva essere la gara per cercare di scacciare via i cattivi pensieri, ma la squadra ceca prima temporeggia per poi, nel secondo tempo, trafiggere i giallorossi evidenziando gli enormi limiti difensivi delle seconde linee, per non parlare dell’apatico reparto d’attacco. Proviamo ad analizzare, attraverso i numeri, quanto avvenuto nel corso del match.

ATTACCO SOTTO SCACCO – Oggi partiamo dal reparto offensivo che in 95 minuti è riuscito a collezionare 12 tiri di cui solamente 4 nello specchio, per un totale del 33% di precisione. 5 le conclusioni da dentro l’area e 7 da fuori, con uno Schick che in 94 minuti arriva alla conclusione solamente in due occasione non riuscendo mai a centrare lo specchio della porta. Kluivert (2 tiri; 1 nello specchio) e Under (2 tiri e 1 gol) evanescenti e incostanti, con il turco che in maniera casuale riesce a trovare il gol del momentaneo pareggio colpendo il pallone rasoterra servitogli da Santon.

(IN)DIFESA“Non si difende in 4 ma in 11, prendiamo gol da piccola squadra: ora non siamo all’altezza”. Basterebbero queste poche parole di Manolas per concludere l’analisi sul reparto difensivo, che anche in questa occasione è riuscito ad andare in sofferenza contro un avversario tutt’altro che irresistibile. I 13 contrasti difensivi (62% vinti) e le 16 respinte, non sono bastati per limitare e neutralizzare l’attacco del Viktoria Plzen che è riuscito a raccogliere il massimo con il minimo sforzo (4 tiri nello specchio e 2 gol).

POSSESSO STERILE E POCHI CONTRASTI – Padrona del campo solo per far felici le statistiche. Il 62% di possesso palla sterile della Roma, non ha fatto altro che addormentare una gara costruita male fin dall’inizio. L’assenza di idee portava molto spesso le giocate singole di alcuni interpreti (come Kluivert) fini a se stesse, visto che nessun compagno credeva o seguiva tali giocate costringendo l’autore della giocata a rivolgersi indietro facendo ricominciare l’azione. La rete di passaggi è stata molto fitta, 534 di cui solamente 68 non riusciti e di conseguenza con un 87% di precisione. La lotta in mediana è stata vinta dal Viktori Plzen, grazie ai tanti intercetti (16) contro i 6 giallorossi.

UN PO’ DI NUMERI – La Roma ha subito almeno una rete nelle ultime 30 trasferte in Champions League.

Da inizio stagione si contano 20 infortuni muscolari e 32 traumatici.

72 gare per Di Francesco da allenatore della Roma con 120 gol fatti e 77 subiti, 37 le partite vinte, 18 quelle pareggiate e 17 ko.

In questa stagione, dopo 21 partite, si possono contare 37 gol fatti e 28 subiti. 28 come il totale delle reti subite nell’intero campionato di Serie A dello scorso anno.

Federico Prosperi


Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here