#ZoomsulMatch Roma-Torino, la linea verde giallorossa imbriglia i granata con il 60% di duelli vinti

0

ZOOM SUL MATCH ROMA TORINO – Una Roma a trazione anteriore (tre trequartisti, tre attaccanti e due terzini di spinta) riesce con fatica a far sua una partita che contro il Torino di Mazzarri stava prendendo una brutta piega. All’Olimpico arriva la quarta vittoria nelle ultime cinque partite di campionato, terza consecutiva. Uniche note dolenti della giornata, il solito blackout inspiegabile di squadra e il 24esimo infortunio muscolare toccato questa volta ad Under dopo appena 4 minuti di gioco. Andiamo a leggere insieme il match attraverso i numeri.

POSSESSO, DUELLI & INTERCETTI – Dopo un primo tempo molto equilibrato dal punto di vista del possesso palla (51% a 49%), la ripresa nonostante una flessione vertiginosa (dal 2-0 al 2-2), ha fatto evidenziare un incremento del fraseggio soprattutto dopo il pareggio granata e l’ingresso in campo di Schick, portando l’ago della bilancia verso i giallorossi: 57% a 43%. In zona mediana si è duellato molto e grazie alla fisicità di Cristante e Zaniolo si ha avuto la meglio: 56% di duelli vinti di cui quasi il 60% aerei. Anche gli  intercetti non sono mancati, 30, sintomo di gran ritmo e velocità sia dalla parte granata con 19 che da quella romanista 11.

PASSAGGI, CROSS E PRECISIONE – Pellegrini & Co sono riusciti dopo non poche difficoltà a congelare il match, grazie ad una fitta rete di passaggi (359) di cui 268 andati a buon fine: il 75%. Il 64% dei passaggi è avvenuta nella metà campo avversaria e soprattutto grazie alla grande spinta di Kolarov (primo con 74 tocchi) e Karsdorp (66 tocchi) sono arrivati 28 cross verso l’area avversaria con un 25% di precisione.

ATTACCO & DIFESA – L’ingresso in campo di Schick è risultato vincente, nasce da una sua giocata il gol di El Shaarawy (3 tiri, 1 nello specchio) su assist di un sublime Lorenzo Pellegrini. Delle 16 conclusioni tentate verso la porta di Sirigu, 9 sono state indirizzate verso la porta e 4 fuori con un 56 % di precisione. In difesa, nella ripresa, si è subito forse troppo concedendo due gol all’avversario per cali di concentrazione. 18 contrasti, di cui il 67% vinti, sono la dimostrazione che comunque il lavoro svolto non è stato tutto da buttare. Menzione particolare merita la prova di Zaniolo, oltre ai 3 tiri di cui 2 nello specchio e un gol, offre una prestazione di carattere e fisicità che si normalizza nella ripresa.

LINEA VERDE – 25 anni e 355 giorni è stata l’eta media dell’undici schierato da mister Di Fra contro il Torino.

SUBENTRANTE – El Shaarawy torna al gol. I giallorossi non andavano a segno con un giocatore subentrante in Serie A da settembre, quando Pellegrini segnò di tacco alla Lazio.

DIFESA GOLEADOR – La rete di Kolarov è il 12° gol realizzato da un difensore giallorosso, nessuno ha fatto meglio in Serie A. Tra l’altro il difensore serbo è il vicecapocannoniere della squadra con 5 gol, dietro al Faraone con 6. Con il gol messo a segno oggi contro il Torino, il terzino ha preso parte attiva a 17 gol in Serie A (7 reti, 10 assist). 

Federico Prosperi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here