VOCALELLI: “Il problema con De Rossi era semplicemente economico”, TORRI: “Questa vicenda è il funerale della Roma americana”

100

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Ora la Roma può uscirne solo in silenzio e a testa bassa. Non si è praticamente mai parlato di Sassuolo-Roma… Mi preoccupa come la Roma arriverà a questa sfida”.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: “La Roma è completamente decapitalizzata di un giocatore con un valore emotivo così forte. Non c’è niente di peggio, siamo stati violentati da questa decisione, lui in primis. Si inventerà un’altra vita e tornerà da vincitore. Si arriverà alla sera contro il Parma con un’atmosfera esplosiva, sarà il capolinea per la società. Una società che ha commesso un suicidio del genere non può recuperare, adesso sarà una triste e cupa sopravvivenza- Questa gestione non è più comprensibile, ha commesso un atto sacrilego”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “Questa vicenda è un atto senza ritorno, il funerale della Roma americana”.

Avv. Luigi Esposito a Centro Suono Sport: “Ribadisco quanto detto ieri: Pallotta è riuscito nell’impresa impossibile di mettersi contro tutta la tifoseria giallorossa. Alla luce dei messaggi audio di oggi, mi sembra che il pensiero della società sia che De Rossi non sia più integro fisicamente, quindi non può più giocare. La Roma lo considera un giocatore finito. Inoltre non volevano ripetere la stessa situazione di Totti, passando però da un eccesso all’altro senza trovare una via di mezzo. Come al solito stanno gestendo malissimo tutto. Le dichiarazioni di Totti? Allora, ieri De Rossi ha detto che Totti incide poco, Ranieri oggi ha detto che bisogna fare la gavetta. Nel momento in cui Totti dice che porterà la Roma al top, e parla al singolare, vuol dire che non si vede come dirigente ma che magari ha intenzione di comprare la Roma. Oppure, che è l’opzione più verosimile, è a conoscenza di qualcuno che può acquisire la società. Non sarebbe un’ideaccia”.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “E’ un momento di una tristezza infinita: è in atto il sequel della ‘Guerra dei Mondi’, da una parte il fronte romano e romanista, dall’altro quello ‘anglosassone’ e mi sembra che la tifoseria sia schierata quasi all’unanimità da una parte. Il problema è che tutto questo accade sulle macerie della Roma. Una stagione disastrosa, iniziata tra 1000 polemiche, con cessioni eccellenti, proseguita con risultati scadenti, la perdita di ogni obiettivo, la cacciata tardiva dell’allenatore, la fuga di Monchi, la Coppa Italia alla Lazio, la cacciata di De Rossi dopo la sparata di Conte. E’ l’apocalisse della Roma, una società che si sta autodistruggendo, dilaniata dall’interno, dalle lotte di potere. Onore a Sabatini, che esliato anche lui, 3 anni fa aveva avvertito tutti. Questa proprietà non recupererà mai credibilità, neanche se costruisse in 20 giorni una squadra stellare, perchè non c’è più nulla in cui credere. Siamo alla resa dei conti e ciò che è più triste, i tifosi, uniche reali vittime di tutto questo, non sanno più a chi o cosa aggrapparsi. Parlate della Roma, non di stadio, di digital, fate sapere alla gente che cosa ne sarà della Roma…”.

Ivan Zazzaroni a Radio Radio: “De Rossi non si immaginava questa situazione, ma gli audio che sono usciti rispecchiano la verità. Se fosse stato un problema economico sarebbe stato trattato diversamente. Se tratti a maggio un contratto in scadenza a giugno significa ‘non ti voglio’. Non è una questione economica”.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio: “Dagli audio si evince che il problema con De Rossi era semplicemente economico. Si aspettava che lo trattenessero magari per un milione, un milione mezzo l’anno perché lui lo dice chiaramente”.

Vincenzo Morabito a Radio Sportiva: “Il prossimo allenatore della Roma? Si parla tanto di Gasperini, ma presentarlo ora, dopo che ha perso la finale di Coppa Italia contro la Lazio, comporterebbe pure un problema di immagine, per una tifoseria molto provata. Continuo a non capire una società che ha un presidente a Boston e un dirigente nascosto a Londra. A Roma ci sono dei bravi professionisti, come Massara e Balzaretti, ma andrebbero legittimati nella scelta dell’allenatore. Alla Juventus quando è stato messo alla porta Marchisio la cosa è stata abbastanza leggera, mentre alla Roma due bandiere come Totti e De Rossi vengono messi all’angolo. Ma lì c’è sempre lo zampino di Franco Baldini…”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “La vicenda De Rossi sta disintegrando quello che rimane della Roma, da quando è andato via Monchi non c’è più nulla dal punto di vista sportivo. Il Club è inesistente e nel vuoto di potere è mancata la figura che poteva gestire il rapporto con De Rossi. Ranieri con tranquillità ha fatto fare una figura ridicola alla società. Petrachi è una scelta diversa rispetto al passato, un ds bloccato a Torino. Gli audio di De Rossi fanno passare la società ancora più ridicola. Se Baldini avesse a cuore questa società, dovrebbe prendere in mano la situazione visto che l’allenatore e il capitano hanno dichiarato che decide lui”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Vi dico che questo non è il peggior momento della Roma, ma ve lo dico solo per motivi di età. Ieri i giocatori dell’Atalanta non si sono lamentati per niente sul fallo scandaloso dentro l’area di rigore che l’arbitro non gli ha fischiato a favore. Questa società acefala è pure sfigata, perché ora si devono sorbire anche la vittoria della Lazio in coppa. Se fossero solo incompetenti un giorno potrebbero pure imparare, se sono sfigati no. A me darebbe fastidio vedere De Rossi con un’altra maglia italiana, anche con Giannini mi diede fastidio. Io non riesco a dire ‘Almeno Fienga c’ha messo la faccia’, è dovuto andare in tv a dire che non verrà rinnovato il contratto a De Rossi. Le dichiarazioni uscite durante il confronto con i tifosi hanno sconquassato Roma, se Ranieri non smentisce vuol dire che sono state dette. Ranieri in conferenza non ha fatto sconti a nessuno”.

Roberto Renga a Radio Radio: “L’azienda Roma ha mandato via Ranieri e De Rossi e lo steso allenatore ha dichiarato che le decisioni vengono prese altrove. Totti nel frattempo cerca di sopportare aspettando lo sceicco”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “La Roma, ovvero Baldini e Pallotta, si sta facendo male da sola. Ma se fosse vero che tutte le decisioni vengono prese da Baldini, mi dite il sig. Massara, il sig. Totti, il sig. Fienga e il sig. Ranieri cosa fanno? Stanno qui per senso del dovere? Se la situazione fosse così, anche Totti dovrebbe lasciare passando tutto in mano a Pallotta e Baldini: io tutte queste certezze non ce l’ho, ma c’è da dire che la situazione è drammatica. La Roma deve andare a conquistare sei punti contro due squadre che giocheranno la partita, e lo farà con una squadra che fino a ieri stava al capezzale del suo capitano. Petrachi lo giudicheremo sul campo, l’accoppiata con Gasperini non mi fa dormire sonni tranquilli. Non sono abituati ai rigori metropolitani. Sono rimasti in due per la scelta del tecnico: Gasperini e Sarri. La sensazione è che alla fine deciderà il tempo più che la volontà”.

Nando Orsi a Radio Radio: “La politica della Roma è fatta di poco amore e poco attaccamento, ma solo business. Le bandiere per loro non contano, ma contano solo gli affari. Sarri dal Chelsea non può venire a Roma e ricostruire, gli devi dare del materiale”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: Facciamo conto che la Roma è un’azienda, ma De Rossi tecnicamente all’azienda Roma non poteva servire un altro anno. Non credo che abbia chiesto 10 milioni all’anno, la trattativa non è neanche iniziata: perché farlo fuori così. Baldini e Sarri si conoscono e in caso verrà portato da lui a Roma, già si sono incontrati più volte a Londra. Quello che non capisco è il suo lavorare in ombra”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “O hanno il jolly nel taschino oppure sarà dura per questa società. Fuori Totti fuori De Rossi, ora non ci sono più riferimenti. In tutto questo c’è il rischio concreto di vedere una squadra fuori dall’Europa. Sarri si trova in una società dove non ha i favori di nessuno, ma il suo obiettivo l’ha raggiunto anche se un suo allontanamento da Londra è possibile”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “Da Totti ci si aspettava una maggiore presenza intorno alla vicenda De Rossi. La squadra è rimasta scioccata anche dall’atteggiamento passivo di Totti. Le parole di Ranieri sono state dure, durissime. Alla Roma potrebbe riavvicinarsi prepotentemente Sarri”.

Valentina Catoni a Tele Radio Stereo: “Visto che sono anni che si parla di percorso di crescita, mi piacerebbe ogni tanto potermi giocare qualche finale. Snobbare tutto questo è da perdenti. Baldini è un confidente di Pallotta, non è un reato ed è pacifico e reale. Però si può dire che arrivati a questo punto sono stati consigli fallimentari”.

Alessio Nardo a Tele Radio Stereo: “A Trigoria non si sa chi prende le decisioni, è chiaro a tutti che quella su De Rossi è stata presa fuori: a Boston. La Lazio di Lotito ha disputato 8 finali, quella americana una persa contro di loro”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

100 Commenti

        • Peggio, non va bene nemmeno che sia stato confermato come dirigente (pur non avendo alcuna esperienza nel nuovo ruolo). Avrebber dovuto nominarlo subito presidente plenipotenziario…

          • Quà si sta prendendo una deriva che non mi piace…Ma secondo voi Totti o non Totti,De Rossi o non De Rossi..MA VI STA BENE IL PUNTO IN CUI SIAMO ARRIVATI DOPO 9 ANNI?

          • Pallotta diviene presidente a fine agosto 2012. Considerando i sette ultimi campionati la Roma di Pallotta ha ottenuto 6, 2, 2, 3, 2, 3 + una semifinale di Champions e ultima pessima stagione. Come ho scritto altre volte si possono giudicare questi risultati decenti, modesti o peggio. A me paiono abbastanza in linea con la storia del club, né credo si potesse stare al passo della Juve che ha risorse multiple rispetto alla Roma. Negli ultime 2 stagioni a mio avviso sono stati sbagliati diversi acquisti (e allenatore).

    • Bravo! Non se ne può più di questo incessante piagnisteo demagogico, l’ambiente romano, come confermano le dichiarazioni riportate sopra in questa rubrica, è francamente insostenibile.

    • Caro Gerardo….ancorché io condivida la tua sensazione, avendo 50 anni e frequentando lo stadio da 36, però i calcoli non sono corretti. E vero che la Lazio fino al 1998 aveva solo 1 scudetto ed 1 coppa Italia (peraltro vinta in edizione speciale in pochissime partite) poi, dopo 98 anni di storia (come amano vantarsi), ha in po’ incrementato, ma la Roma di trofei ne ha 15 (3 scudetti, 9 coppe Italia, 2 supercoppe nazionali e 1 coppa delle fiere, vinta anche dal Barcellona) e se consideriamo anche la coppa anglo-italiana del 1971 (ufficialmente riconosciuta dalla FIGC) si sale a 16. E’ una misera guerra tra poveri, ma siamo ancora avanti noi, al massimo pari. Tutti gli altri numeri (Serie A, derby vinti, partite disputate, reti fatte, partecipazioni alla Champions League, etc…) non li guardare neanche perché c’è ancora un abisso. E loro, come mano tanto affermare, sono nati prima (altra grossa cazzata).
      Speriamo di migliorare, ma Roma siamo noi…non si sono presi proprio niente…
      ASR 1927!

      • OOOOOOOOhhhh… Finalmente un commento da Romanista! Senza togliere nulla a Gerardo che è più che comprensibile! Ti ho risposto in un altro commento su De Rossi con la mia opinione, ma rispetto comunque la tua, ci mancherebbe altro. Anche io un tempo sostenevo De Rossi… Ma dopo quel Genoa Roma 4-3 e i suoi sorrisetti sotto i baffi (e che hanno fatto esonerare il Primo Ranieri) + l’ultima che ha fatto traboccare la goccia dal vaso (l’offesa alla Curava Sud) è cambiato completamente tutto… Comunque, De Rossi a parte, Non hai scritto una cosa che non è vera e mi auguro che veramente prima o poi riusciamo ad uscire dalla “dittatura” Americana e che arrivi qualcuno che pensi prima alla Roma e poi al resto… Un pò come è successo con il M.City che prima dell’arrivo dello sceicco era più o meno al massimo una “Fiorentina”… Il resto poi viene da solo. Forza sempre Maggica Roma! In ogni tipo di situazione!

        • Ciao @Linus, a prescindere dal merito delle altre questioni, il City è da pochissimo stato rinviato a giudizio per le presunte violazioni del Fair play finanziario (che notoriamente “non esiste”).
          Non dico che gli succederà qualcosa, però aspetterei a prenderli come esempio 😉

          • Hai ragione ehehehe… Il fatto è che noi abbiamo rischiato quasi la stessa cosa, ma senza vincere una mazza! 🙁 . Tantovale rimanere 1/2 anni fuori dalle Coppe ma vincere tutto il resto! Comunque, non penso che noi avremo mai queste preoccupazioni riguardo ai Titoli… Almeno per ora… Nel frattempo… Sempre forza Roma Marks!

  1. Questo è un messaggio CONTRO.
    E’ contro me stesso in primo luogo. In questo sito sono stato spesso etichettato come “pallota boy” o peggio … ribadisco che di Pallotta mi frega il giusto, cioè nulla. Quello che ho cercato di fare SEMPRE (anche precedentemente l’arrivo degli americani) è stato cercare di ragionare .. di provare a capire le ragioni della società. Ho scritto capire, non condividere … e c’è una bella differenza. Ma ho evidentemente sbagliato.
    Nel senso che seppure mi posso sforzare di “capire” le motivazioni che ci possono essere dietro questa decisione .. non posso capire le tempistiche … e me ne sbatto, sinceramente, del fatto che non ci fosse più Monchi. Se è una cosa importante, lo fai subito, immediatamente … a meno che … a meno che la scelta non sia stata fatta su richiesta del futuro allenatore .. e quindi per farlo, dovevano aspettare di capire chi sarebbe stato (e credo che la risposta positiva sia arrivata solo la scorsa settimana).
    Ho sbagliato, inoltre, su Monchi. Ma capitemi … in quel momento, era veramente il miglior DS in Europa: quello che è riuscito a fare a Siviglia, è un “miracolo” sportivo. Ma lo facevo più intelligente. E non mi aspettavo che rientrasse a Siviglia .. come se si fosse reso conto che Monchi possa esistere SOLO li.
    Ce l’ho anche con chi, fino a ieri, dava a Daniele del fallito … ed oggi attacca perchè “lo hanno fatto smettere” .. un pò di coerenza .. e che cavolo !!!
    Ce l’ho anche con De Rossi … perchè ieri avete (giustamente) riportato le sue frasi da interpretare contro la società. Ma ve n’è sfuggita una … quando dice che fino a Genova credeva nella Champions .. ma poi .. E NO. Mancano 2 partite (6 punti). L’Atalanta potrebbe avere un contraccolpo dopo ieri sera (CHE FURTO !) … e la squadra ha il dovere di provarci .. quindi il mio capitano, quella frase, non la deve MAI pronunciare….
    Ce l’ho con questa maledetta città, intesa come istituzioni. Mi sono scontrato spesso con @Plusvalenza o altri sulla questione stadio. Capisco il vostro punto di vista e ribadisco il mio: Tor di Valle non va bene .. allora dovevano avere le palle di bloccare l’iter prima. Me ne frego se ora le torri si sviluppano in orizzontale o in verticale. Dalle istituzioni io PRETENDO chiarezza. Ma siamo in Italia …
    Ce l’ho con Pallotta. Io capisco che lui sia venuto qui per business. E capisco pure che non glielo fanno fare. La situazione di oggi, per ME, è figlia di quell’intervista nel parcheggio dell’Olimpico (c’era ancora Spalletti) quando disse … “o me lo fanno fare, o me ne vado”. Andarsene non può (ci rimetterebbe troppi soldi), ma si è messo in attesa … e la gestione sportiva è rimasta “sospesa” … e non ne usciamo.
    Ma ce l’ho con lui perché (purtroppo o per fortuna, fate voi) Roma non è una piazza come le altre. In realtà, nella nostra storia, in proporzione, non abbiamo vinto un tubo .. ed è per questo che il tifoso romanista è cresciuto “diverso”. Si è legato (e si lega) ai suoi idoli e ne fa un proprio vanto .. come dire .. voi avete 5 Coppa Italia .. noi abbiamo Totti (o De Rossi, o Giannini, o Conti, o DI Bartolomei .. ecc…). Ora, caro James, devi capire che il tifoso romanista non ha più questi personaggi (Florenzi e Pellegrini, ad oggi, non hanno quel ruolo carismatico di capo-popolo) .. e continua a non avere vittorie. Quindi ?? Se ci togli anche la speranza, che ci resta ? Ribadisco .. capisco il FPF, capisco che costiamo più di quello che entra … allora cambia: fai una cosa romanista. Ce lo dici chiaramente, vendi anche l’argenteria e me riporti Wome e Pivotto. Che erano pippe, che nun c’avevamo una lira … ma volevamo bene pure a loro, perché indossavano la nostra MAGLIA.
    Ribadisco, capisco tutto .. avrete le vostre ragioni ma per quanto ho scritto sopra, no, De Rossi non me lo dovevate far smettere così. So che non volevate ripetere quello che è successo con Totti (lo stillicidio di un anno ..) .. ma manco farlo così …. E che ca … spita.
    Scusate la lunghezza, ma sono dilaniato. FORZA ROMA (o quello che ne resta ..)

  2. Cosa dire oggi dei “cuginastri!” lazziesi che ha vinto la Coppa Italia con una squadra non superiore alla nostra ed un allenatore che molti di noi romanisti schiferebbero.
    L’Atalanta al momento di metterci un pó di esperienza si é sfaldata.
    Secondo me rischia anche la partecipazione alla Champions.
    Alla fine secondo me ci va il Milan.

  3. Le colpe di Pallotta sono di non aver cacciato Monchi e Di Francesco dopo le figuracce sportive a cominciare da Bologna…di non aver preteso che certi calciatori sfaticati e distratti fossero messi fuori rosa per almeno cinque turni, di non aver messo alle strette e sputtanato tutti i ” contrari onesti” allo stadio…e principalmente di non essersene ritornato in America lasciando tutti col sedere a mollo in un Paese e in una città dove regna malaffare e burocrazia ad orologeria…

  4. La cosa divertente, è che questi hanno fallito pure come azienda. Se i tifosi sono i tuoi clienti, perché metterteli contro?? La vicenda De Rossi non ha senso neanche da un punto di vista tecnico, lasci ancora più scoperto un ruolo chiave e levi una figura fondamentale per tutto lo spogliatoio… Per risparmiare quanto? 2 milioni?! Da dare a Pastore o Nzonzi? Oltre appunto a inimicarsi definitivamente il 99% della tifoseria (me compreso ovviamente). E in tutto ciò è ancora quello sciacallo di Baldini a prendere le decisioni… Venisse a Roma, lo aspettiamo a braccia aperte sto coniglio…
    Non so voi, ma mi sento sconfitto, con la sensazione che ci hanno levato il giocattolo… Per citare i cugini lazziesi “26 Maggio e quanno te passa”… stavolta mi sa che hanno ragione…
    P.S.: ciao Fabrizio gran bel post, sottoscrivo e colgo l’occasione per salutare tutti i fratelli giallorossi e in particolare Marks e fabiano, FORZA ROMA SEMPRE REGA, SEMPRE SEMPRE SEMPRE!!

    • Il tuo post e quello di Fabrizio, del quale condivido anche le virgole, mi hanno dato lo spunto per una riflessione che sto ancora cercando di elaborare completamente. Il fallimento come azienda di cui parli è dal punto di vista nostro, del tifoso, ed è legato strettamente agli obiettivi che ti prefiggi, evidentemente diversi quelli del CDA e quelli della tifoseria. Possiamo sbraitare quanto vogliamo contro questo o quello ma alla storiella dell’incompetenza di queste persone io non ci credo. Sono dove sono, e non parlo solo della società ASROMA, perchè sono degli squali e non degli sprovveduti incompetenti, quello al massimo posso esserlo io che non sono mai stato consigliere d’amministrazione di una SPA quotata in borsa ne tanto meno presidente/proprietario di un’azienda di queste dimensioni, ne ho mai fatto il l’AD, il DG o il DS di una squadra professionistica di qualsivoglia disciplina sportiva. Gli squali invece hanno la spiacevole abitudine di avere quasi sempre fame e quando addentano qualcosa non la lasciano andare finchè non hanno finito. Il punto quindi è capire il reale obiettivo: lo stadio? … quando e se ci sarà ma fino ad allora? compravendita di giocatori, sponsorizzazioni? Ci vuole una squadra competitiva ogni anno buoni giocatori e DS ancora migliori.
      Io credo, ma spero vivamente di sbagliarmi, che ci possa essere dell’altro che noi tifosi non sappiamo e che potrebbe non averci fatto ancora vedere tutto il peggio. Bisogna anche tenere conto che le strategie aziendali normalmente nell’arco di un decennio cambiano e che quindi le strategie attuali possano essere abbastanza diverse da quelle di dieci anni fa.
      Un ultimo appunto a tutti quelli che hanno qualcosa da dire a Pallotta o a chicchessia: su queste pagine non vi legge nessuno di quelli che riteniamo responsabili di quello che sta accadendo alla Roma, per cui cercate un indirizzo email, un profilo social di questi soggetti e sfogatevi li o in alternativa considerate l’unico strumento di dissenso in mano al tifoso qualunque sia la proprietà e cioè l’abbonamento. Il resto è solo folklore per gli squali. Un abbraccio a tutti e sempre FORZA ROMA!!!

    • @Fidel, un saluto e 1 abbraccio a te.

      Personalmente non mi sento come uno a cui hanno sottratto il giocattolo, perché il giocattolo e l’amore che ho per esso fa parte di me, quindi non me lo possono fisicamente togliere.
      Semmai hanno perso buona parte della mia fiducia; sicuramente Baldini (non ne avevo un’opinione particolare fino a tempi più o meno recenti, ma se un Ranieri e un DDR dicono apertamente che le motivazioni vanno cercate a Londra, gli credo); e “in modalità di sospensione” metto anche Pallotta, che ora per riconquistarla quella fiducia dovrà sudare parecchio.

      Dite: “potrebbe venire qualcun altro” ma non vedo così grosse differenze “a priopri” tra lui e un qualche altro fantomatico nuovo proprietario, visto che anche questi dovrebbe affrontare gli stessi identici problemi che ora sta affrontando lui (chiedere al City, giusto per rapportarsi all’immediata attualità), dunque anche il nuovo la fiducia dovrebbe conquistarsela.

      Né soffro per le Coppe Italia della lazie, tantomeno per quella di 6 (SEI!) anni fa, perché sapendo di dire una cosa in disaccordo con alcuni, mi tengo tutta la vita il semplice essere romanista che 100mila loro vittorie.

      FORZA ROMA SEMPRE!

  5. SOLO UNA COSA PALLOTTA GO TO HOME!!!!!!!!!!!!!!! Ps per i vari Pallotta Boys dopo ieri sarete contenti i veri laziali siete voi che ancora continuate a giustificare una società FALLIMENTARE!!!!!

  6. Fabrizio l’Atalanta può avere il contraccolpo che ti pare……ma è il Milan che con Frosinone e spal chiude con 2 vittorie capito quello che diceva Daniele oppure no? Vedo pero che ti stai rendendo conto della pochezza e spessore di questa pseudo Società allo sbando assoluto..Basta dargli alibi

  7. Si riporta spesso l’esempio del trattamento che la Juve avrebbe riservato a Del Piero, ma Del Piero nel suo ultimo anno alla Juventus giocava poco e niente, quindi perché mai avrebbero dovuto rinnovargli il contratto?
    La stessa Juventus si è tenuta Nedved fino a 37 anni e il suo ultimo anno di contratto giocò tantissimo, qualcosa tipo 32 partite e 7 gol in campionato. Finito il contratto ha smesso ed è rientrato subito nei quadri dirigenziali. Oggi, partito dalla Repubblica Ceca, è vicepresidente della squadra-azienda più blasonata d’Italia.
    Tornando a noi, De Rossi ha avuto un rinnovo di 2 anni che lo ha portato ai 36 di oggi. Quest’anno ha giocato il 40% delle partite, tra un infortunio grave al ginocchio (“… il più grave della mia carriera…”, parole sue) e due lesioni muscolari, eppure non se la sente di mollare. Non vuole fare il dirigente e non può ancora fare l’allenatore, perciò vuole continuare a giocare, nonostante non si sappia in quali condizioni potrà farlo (“… anche solo 5-10-15 partite…”. Mettiamo che gli avessero rinnovato il contratto per un altro anno, l’anno prossimo di questo periodo che si fa? Non vorrà ancora ancora fare il dirigente e non potrà ancora fare l’allenatore, quindi? Altro anno di contratto oppure si ritira, in attesa di rivederlo sulla panchina della Roma quando sarà pronto eventualmente per farlo. A questo punto quale sarebbe l’interesse della società di rinnovargli il contratto? Accontentarlo per rimandare al prossimo anno quello che abbiamo visto oggi?
    Forse se non ci fosse stato il potere contrattuale dell’attaccamento alla maglia, certi giocatori si renderebbero conto qualche anno prima di non essere più competitivi sul campo.
    Pirlo ha chiuso la carriera a New York giocando in 3 anni 13/32/15 partite e nel frattempo si è preso l’abilitazione per allenare. De Rossi avrebbe voluto fare lo stesso in Serie A con la Roma?

    • Rudifeller9 concordo su tutta la linea – con le ”bandiere” (STRAPAGATE) sono 20 anni che non vinciamo un trofeo importante. Onore a Lotito che co 2 spicci e Tare ha vinto piu’ di noi. Sta proprio qui il punto. No perche’ poi sembra che Totti e De Rossi hanno giocato gratis…..Fino a quando tutta la tifoseria non raggiunge un grado di maturita’ decente siamo costretti a vedere queste scene penose…….

  8. @Rudifeller9 si ma a del piero,lo hanno comunicato mesi prima della scadenza del contratto che non glielo avrebbero rinnovato, a De Rossi il giorno prima. OK, poi non vuoi rinnovare il contratto a de rossi perche’ e’ un giocatore finito, ma non pensi che possa essere utile anche come uomo spogliatoio? Alla Giggs magari?Ve lo ricordate? Non penso Daniele sia uno che se non gioca poi fa storie. Comunque il fatto alla fine di voler rimediare con un contratto a gettone, da parte della societa’, e’ quando si dice che la toppa e’ peggio del buco.Hanno tenuto Lobont pensa te….
    Comunque per me la Roma ha gia’ preso Gasperini, poi ne riparleremo se ho cannato oppure no 😉

  9. Caro Nardo, continui ad effettuare paragoni assolutamente non calzanti ed incompressibili.
    Anzitutto Lotito è alla Lazio dal 2004 e le finali che ha disputato racchiudono le coppe italia (torneo che si gioca in 4/5 partite) e le supercoppe (competizione estiva per lo sponsor (TIM) in una partita, paragonabile al trofeo Birra Moretti).
    Lotito ha la Lazio dal 2004 ed il più alto piazzamento che ha ottenuto è stato un solo terzo posto nel 2015 peraltro perdendo il derby decisivo con noi.
    Se compariamo la Roma con la gestione di Lotito, allora ci dobbiamo mettere le vittorie dei Sensi, i secondi posti e le partecipazioni alla Champions League a cui i Lotitiani non partecipano mai (ha preso parte 2 volte dal 2004 con immediata eliminazione, una volta al girone ed una ai preliminari).
    Personalmente, gli unici trofei che ritengo valevoli sono la Champions, lo scudetto e (anche se in modo minore) l’Europa League. Gli altri sono premi di consolazione (la Lazio è 8^ in campionato).
    Pertanto, quando forniamo analisi ed informazioni ai tifosi, cerchiamo di dire tutto non solo ciò che fa comodo al momento. Non vi ho sentito parlare di Lotito, quando la Roma giocava 4 finali consecutive con l’Inter ed una col Milan in coppa italia nei primi anni duemila.
    Detto questo, l’attuale proprietà ha tante colpe e responsabilità, ma non gli si può dire di non essere stata competitiva dal 2011. Poi se voi volete fare i caroselli per vittorie di consolazione, contenti voi…..I….

  10. In tempi non sospetti ho pronosticato 3 punti all’Atalanta in campionato e coppa Italia agli innominati, fosse questa la ragione per cui non si sono lamentati del fallo di mano? Che ne dici caro Galopeira.

  11. Vi do alcuni dati per capire bene l’affare De Rossi.
    De Rossi guadagna netti 3 milioni a stagione. Per un confronto prendo tre giocatori simbolo il cui rendimento è stato oggetto di forte discussione quest’anno.
    Pastore guadagna netto 3.5 milioni
    Nzonzi guadagna netto 3.1 milioni
    Shick guadagna 2.5 milioni
    A fronte di un monte ingaggi totale annuo della Roma di 50 miloni di euro, questi tre giocatori percepiscono 9,1 mln (poco più del 18% quasi un quinto del monte ingaggi dell’intera squadra).
    Manolas cui la Roma non può rinnovare il contratto prende 2,7 mln annui, El Sharawy che ci ha quasi salvato la stagione ne prende 2 mln annui.
    Per questo, al di là del cuore, dei ragionamenti tecnici, è proprio sul piano finanziario che questa società non funziona. I peggiori sono pagati di più dei migliori (procuratori amici??).
    Capite che questa situazione non può reggere a lungo.
    Rimando le parole di un famoso film
    ‘o vedi che semo coijoni! Ma come, compramo tutto a tre volte il prezzo corente e solo ‘a legna ‘a vennemo alla metà?! Dice nun me fido… Ho fatto bene a vedé i conti… artro che. Se tu me freghi qui, me freghi su tutto! Perciò sei un ladro; sei ladro tu, tu padre e tu nonno e io ve licenzio a tutti e tre”.

    • Il confronto fra gli stipendi è certamente impietoso e fa riflettere (in particolare Schick).
      Solo che nella questione DDR i soldi non c’entrano nulla.
      P.S. L’hanno detto lui e Fienga in conferenza stampa, non io.

      • P.P.S. Ho sentito solo ora l’audio attribuito a DDR (o è un bravissimo imitatore o è lui) della sua telefonata in macchina, che cambia un po’ la prospettiva di ciò che è stato detto in conferenza stampa.

  12. AHAHA GERARDO L´INFAME LAZIALE …TANA…..MA CHE FAI RIESCI A SMENTIRTI NELLO STESSO GIORNO CON DUE COMMENTI OPPOSTI AHAHA A MERDACCIA

    COSA HA DETTO RANIERI IN CONFERENZA STAMPA: COMMENTI

    Gerardo er barbaro giovedì 16/05/2019 – 11:43 at 11:43
    Lasciamo lavorare pallotta è il presidente che ha investito più soldi nella storia della Roma diamogli tempo di costruire lo stadio poi vedrete

  13. Ribadisco che il mio lutto per l’addio (licenziamento, meglio dire…) di Daniele sarà pluriennale, per l’importanza non solo tecnica ma anche psico-sociologica dell’uomo, del calciatore, del Campione.
    Punto di riferimento per giocatori, tecnici, organigramma dirigenziale e, soprattutto, per l’ambiente.
    Quest’ultimo devastato dall’incredulità, dall’immediatezza dell’accaduto, dalla freddezza con cui si è compiuta l’ammainamento dell’altra Grande Bandiera. Dall’ultima conferenza stampa di Daniele, Totti dovrebbe riflettere sull’effettiva rilevanza del suo ruolo dirigenziale. “Non ha incidenza”, in sintesi, si rileva (dalla constatazione di Daniele) dovrebbe far desistere Francesco dal lasciare al loro destino solitario sia pallotta che baldini. Perciò non solo sabatini, difrancesco, massara e ddr, ma anche francesco totti dovrebbe abbandonare una nave già affondata, che imbarca ancora acqua ovunque e si sta disintegrando.
    Solo così si accelererebbe il tanto agognato cambio di proprietà, un cambio Epocale e non modesto e marginale (come avverrebbe con un proprietario italiano o, peggio, romano….).
    Perciò basta così e spero che il messaggio in Curva Sud sia chiaro ed inequivocabile a Roma – Parma…..

  14. Domanda a Pallottiani ed Anti Pallottiani.
    Perché Pallotta come proprietario ha licenziato giocatori ha licenziato direttori marketing direttori comunicazione direttori generali Direttori sportivi ma non può licenziare Baldini?

    • Ma come fai a giudicare Pastore dopo gli infortuni in una stagione che ha visto 50 infortuni muscolari, il licenziamento dell’allenatore, del DS, del medico sociale e del capo dei fisioterapisti? Mah.

      • Ma l’hai visto giocare pastore?cosa c’entra il ds, il massaggiatore,l’allenatore le alluvioni o la fame nel mondo..e poi quello che dici ha influenzato solo pastore?ma vi siete rincoglioniti tutti quanti appresso a Parlotta?

        • si potrebbe ribaltare la tua domanda chiedendo se bisogna contestare qualunque cosa abbia scritto ASROMA sopra senza analizzare le cose in modo lucido. Premesso che non è che mi abbia fatto impazzire, però Pastore in campionato è partito solo 6 volte titolare ed ha fatto 3 gol, quindi per quanto ci costa sarebbe da rivederlo con un nuovo preparatore atletico ed un nuovo allenatore per capire quanto valga veramente. Poi per carità … i gusti so gusti. Un saluto e FORZA ROMA!!!

  15. Francesco, ti prego, vattene.
    Non puoi continuare a sporcarti le mani della stessa cacca in cui si rotola il maiale a stelle e strisce. Non puoi più renderti complice dell’azienda antiromanista. Non puoi per te stesso, che ami la Roma, prima che per noi, che l’amiamo come te. Dissociati, dissenti, obietta, resisti con noi. Assestiamogli insieme un altro colpo! Con Daniele, con Mister Ranieri, con la Curva Sud, con tutti i Romanisti veri. Marciamo compatti spalla a spalla, ricacciamo l’usurpatore oltreoceano e riprendiamoci la nostra Roma costi quello che costi. E’ una guerra ormai: se non sei con noi, sei contro. E tu non puoi essere contro.
    Vale anche per Bruno Conti, Tempestilli, De Rossi senior, fino all’ultimo magazziniere che sa cosa significa essere della Roma. Via tutti dell’azienda, isoliamo gli infami, accerchiamoli e annientiamoli!
    AVANTI ROMANISTI!

    • Scusa Garibaldi, ma prima di marciare su Roma, io l’audio di DDR me lo sentirei con attenzione, perchè tanto per cambiare ho come l’impressione che qua ce stanno a cojonà un po’ tutti, compresi quelli che la Roma dicono di amarla tanto, ma poi fanno gli “orgogliosi”. Me sa tanto che qua il più pulito c’ha la rogna….

  16. Arresto e processo e condanna esemplare per quel verme di Baldini, con l accusa crimini contro il popolo romanista, questo personaggio inquietante con il compasso sta uccidendo l anima romanista, bisogna fare qualcosa….!!!!!!!

  17. Gli «altri» continuano a mettere trofei in bacheca e quì o su altre pagine si “scannano” per un 36 enne, ormai preistoria. I «saboia» fecero “accomodare” fuori, indicando la porta d’uscita a un certo Del Piero, senza sollevamenti di piazza o web ridicoli e demenziali. E successivamete vinsero più di prima. Ecco quando l’ambiente tutto, non sarà più cosi delirante l’as Roma sará diventato un grande Club.

    • Pero’ a Del Piero lo avevano avvisato molto tempo prima della fine della stagione che non gli avrebbero rinnovato il contratto..D’altronde quando uno guadagna tanto non merita piu rispetto

  18. Totti Rimani dove stai per favore. Non ascoltare chi dice di combattere ma poi non se presenta. Non ascoltare chi parla de dimettersi quando il lavoro è quello di un altro.
    Se Totti non ha potere comunque ha la carta di identità del genuino romanista. Ed anche se la sua opinione influisce all’ 1 percento è comunque qualcuno che spinge dall’ interno almeno con intenzioni positive.
    Parlate si battaglie parlate di guerra parlate di squadroni contestatori spalla a spalla parlate de leggi inventate per inquisire persone, inventate termini di legge che avete sognato de notte.
    Se avete bisogno di battagliare di guerreggiare allora come diceva un mio professore all’ università Imbracciare un fucile svegliatevi una delle tante guerre giuste nel mondo e andate a rischiare in prima persona. Chi parla di battaglie che devono poi fare gli altri è solo un vile codardo.
    I soldati da scrivania e pc non ce servono.
    Lo scopo che avete in testa è far distruggere agli altri convinti che poi arrivi l eroe che ricostruisca.
    Ma in prima persona fate mai niente di quello che fate uscire da quel forno sempre spalancato?
    Prodighi di consigli e tirchi di azioni.
    Totti Resta almeno perché la tua romanità è indiscutibile.
    Comunque… nota per Chi non sa analizzare …. Marino si allo stadio e se lo son o bevuto per 2 scontrini
    Raggi si allo stadio e l hanno indagata
    Fossi un politico direi sempre no a qualunque positività per la Roma finché almeno i poteri forti dietro le quinte mi dicano che si può fare.
    Però per ecomostri come Corviale dal doppio delle cubature del parco business il sindaco di allora non se lo sono bevuto…. ragazzi e svejaaaaaa Pallotta è solo uno a cui hanno fatto vedere una potenzialità per un imprenditore e che invece stanno usando per far tenere la Roma sempre in pizzo ad un burrone.
    Programmi e progetti redditizi li devono fare sempre prima le solite tre. Poi quando non servono più ecco che te le lasciano fare….

    • A pallottolino amoroso, io domani alle 3 sto la. Secondo quello che mi dice la mia coscienza ed il mio cuore.
      Tu che chiaccheri e accusi gli altri di chiaccherare, per la Roma che fai?
      Vieni domani a difenderlo, se ti regge.
      Ridicolo buffone.

      • sei solo un violento che scarica frustrazione. provochi e ti nascondi nella massa. Non hai neanche il coraggio di mettere il nome figurati il cognome. Ecco sei unodepassaggio come le tue parole come i tuoi pensieri. Tu aneli alla battaglia perchè vuoi il casino… perchè la pura idea di forza compensa le insicurezze di trovarti faccia a faccia.
        Te sei convinto in un secondo di idee che anno buttato li subdolamente qualche giornalista per creare tutta questa sommossa perchè cosi’ ci sguazzano e possono lavorà. Non ti chiedi perchè, a chi fa comodo, chi da tutto questo ne esce vincitore? Tu (unodepassaggio / pallotta ) te compri un appartamento affare a 100.000 euro che te puoi rivende a 400.000 e prima de affidarlo all’immobiliare te diverti a prendere i muri a picconate vero? ed in piu’ visto che fai questo tipo di affari da 20 anni e sei un finanziere esperto butti pure l’acido sul parquet vero? Ma non ti sembra un controsenso?
        Ma non ti viene minimamente in testa che dietro a tutta questa storia lunga 10 anni ci sia un certo numero di personaggi interessati e ammanicati che la stanno dirottando nella direzione che sta prendendo?

  19. A Daniè in 18 anni che stai alla Roma hai preso a occhio e croce più de 70 milioni de euro in parte dai sensi e in parte da pallotta. E state zitto e di grazie e arrivederci. Voi rimanè a gettone poi te dicono de rimanè a gettone e allora è troppo tardi. A me me pare che stai a fa er permaloso privileggiato. Poi questa è la mia opinione e so valide quelle de tutti ma na Piotta a presenza fai quasi sperà che te rompi così l allenatore non rischia de mettete. Boh sarò io ma me sembra che ognuno se guarda affari sua e tu non sei fa meno

    • Un altro che finalmente ha aperto l’occhi… Gasperino… Vajelo a fa capì a chi scrive su questo forum! (che peraltro, almeno uno è sempre lo stesso che si mette “mille” nickname… Ma il modo di scrivere è comunque lo stesso e si riconosce…) Comunque non è solo la tua opinione, stai sereno… E’ di molti… C’è qualcuno che ancora paragona lui a Totti che ha fatto la storia fino all’ultimo secondo che ha indossato questa maglia! E se cresce come Dirigente, forse si inizierà a respirare un’aria migliore a Trigoria… Chi vivrà vedra… Sempre, ovunque e in ogni situazione Forza Roma!

      • per il calcio? per un gioco che ormai è un teatro televisivo? perchè dribli 2 ore di birilli al giorno e fai 1 ora di tattica poi torni a casa e fai quello che cazzo di pare? e la sera fai tardi e la domenica fai una partita di calcio per 2 ore? e finisce tutto li? orgoglio e rispetto perchè ti offrono da bere quando ti incontrano? perchè non fai le file ai locali mentre gente fuori sta li impilata? perchè sorridi e sei un fratello de tutti finchè non ti si appoggiano alla macchina? l’orgoglio ed il rispetto di farselo tatuare in giapponese su una coscia? e scoprire ad 80 anni che il tatuatore ti ha scritto scemo? non ti diro’ vai ad oncologia pediatrica dove negli occhi dei pazienti c’e’ piu’ orgoglio de sti finti eroi e quando entri li dentro devi dare piu’ rispetto che davanti al Papa. Non ti diro’ l’orgoglio ed il rispetto di quei genitori che mangiano pane e latte la sera sorridendo per dare una bistecca al figlio raccontandogli che avevano voglia di latte e non ti diro’ che il vero orgoglio e rispetto stanno ovunque ma di sicuro non nel mondo del calcio. Non te lo diro’ perchè non lo sai e se lo sapessi non diresti che li, in quel punto , in quel momento, per pura questione di denaro si debba parlare di orgoglio e rispetto.

  20. Se bisogna contestare bisogna anche sapere altrimenti una sola imprecisione ti fa passare per incompetente e ti smonta la tesi. Basta con questa appiglio del presidente lontano dal club causa dei problemi. Mi sono messo a fare una ricercuccia sull’origine dei presidenti e proprietari di altri club e per andare ancor di più sul velluto ho preso qualche nome di presidente di club un’anticchia blasonati:

    Roman Abramovich Russo Chelsea
    Stan Kroenke Americano Arsenal
    Nasser Al-Khelaifi Qatariano PSG
    Shahid Khan Pakistano Fulham
    Zhang Jindong Cinese Inter
    Mansur bin Zayd Al Nahyan Arabo Manchester

    Quindi se uno dei capi di imputazione di Pallotta è la sua provenienza e residenza Americana ( lontana ) direi che alcuni di quelli elencati vivono a qualche migliaia di chilometri in più dai loro club. Hanno le veri sedi della produzione dei soldi anch’esse lontane dai club e la loro vita scorre piu’ o meno come il nostro presidente lontana dal club.
    Direi che la tesi della distanza o della presenza sia stata appena smontata con dati inopinabili. Cerchiamo quindi altri appigli di contestazione. Io non voglio difendere pallotta ma desidero escludere tutte le ca…ate per arrivare poi a capire veramente quale sia il problema. Penso di aver capito dopo tanti mesi dove sia l’origine del losco detto direttamente diventa impubblicabile quindi voglio provare ad arrivarci escludendo passo passo cio’ che si pensa ma non è.

      • come ho detto una valutazione per volta. io sto tentando di capire se il vero problema è pallotta o baldini o altre situazione. magri alla fine delle considerazioni risulterà pallotta il vero problema ma permettimi di provare a escludere cio’ che non è per vedere cosa resta. tanto di supposizioni se ne sono fatte tante!

  21. Patrizio ma se Pallotta ( che io personalmente non stimo in nulla) delega Baldini per costruire la Roma il quale sceglie nel bene e nel male DS, allenatori e quant´altro e poi lascia 3 4 figure a Roma come Baldissoni Totti Massara e per ultimo sto fienga..e prendersi le pernacchie e dare spiegazioni del perche´e del per come di cotanto fallimento economico sportivo. Ma io dico almeno vieni qui a prenderti 2 pomodori sul viso qualche sputo uno schiaffo in faccia na tirata de capelli e quant´altro si merita..No lui la merdaccia rimane nascosta e continua senza ritegno a mangiarci sopra e decidere di quello che sará del futuro (triste) della AS.ROMA…Ma almeno abbi le palle di dimetterti no…Ha avuto piú attributi ranieri in 3 mesi che questo in 5 6 7 anni…Vergognoso . Vorrei sapere cosa gli hanno promesso..quale parte di torta.

    • antò c’hai ragione nel risentimento perchè sicuramente è vera ogni emozione che senti. pero’ agnelli 2 pomodori non se li è mai venuti a prendere in faccia pure con le casse integrazioni di migliaia di operai o per i licenziamenti in esubero.
      Le aziende di grosso livello funzionano un po’ diversamente dall’ordinario comune… che se venga a prendere dei pomodori in faccia non serve a nulla, e se qualcuno glieli tirasse rischierebbe pure un procedimento penale.
      credimi che se pallotta era a roma e qualcuno di noi faceva qualche gesto improprio, quello sarebbe l’unico a rischiare di andare in tribunale. quindi per il momento è meglio per tutti che stia dove sta. Pensa che se proprio si volessero attaccare i magistrati ad ogni cosa dovrebbero denunciare chi sta davanti a trigoria per assembramento non autorizzato dalla questura, sempre penale. quindi ragiona un second oed è meglio che ognuno eviti manifestazioni autolesive.
      e ti ripeto quello che sto provando a fare da oggi: provo a escludere tutto cio’ che non è per vedere se rimane qualcosa che è e come ho detto non parteggio ne pro ne contro pallotta

  22. Possiamo dire, scrivere e pensare tutto quello che ci pare, più però ci sono le cose oggettive:
    La conferenza stampa di de rossi
    Le ultime due conferenza stampa di ranieri
    L’audio WhatsApp di de rossi sulla trattativa.
    E l’oggettivita dice che la Roma è allo sbando più completo, non funziona una cosa che sia una.
    Io ringrazio ancora Balbo2, Jacopo, adem original e I tanti che sono stati tutta l’estate ad insultare i fratelli romanisti pur di dare ragiona a Pallotta. Sono veramente felice di non leggere più le vostre cavolate da incompetenti sia di sport che di tifo romanista. Grazie di aver dato appoggio a questi barbari arrivati a distruggere roma

    • stai a fa una minestra de accadimenti diversi per darti ragione.
      nella conferenza de rossi esce da vincitore
      nei whatsapp de rossi chiede , fienga ottiene, de rossi rosica e rifiuta. quindi ne esce negativamente
      nelle conferenze stampa ranieri ti dice che non farà il dirigente, che da allenatore invece terrebbe de rossi pero’ sa che se ne sta andando, quindi puo’ anche essere una frecciata di orgoglio o risentimento, e comunque dice pure che la soluzione economica per la roma è lo stadio. Quindi? E’ utile citarlo per quando critica la società ma non citarlo per quando dice che lo stadio è necessario? spiega un po’… nel punto primo è romanista e nel punto secondo è laziese? Dico laziese perchè chi parla di stadio e pallotta ormai qui sopra cosi’ viene additato.
      Sul fatto che la roma è abbastanza allo sbando hai ragione ed è vero. ma perchè la stessa dirigenza che le ha dato una consecutività di risultati positivi nelle stagioni in confronto al passato poi sbaglia su altre situazioni? e oggi sei lungimirante e domani sei ottuso e oggi sei un genio e domani sei stupido o so tutti bipolari o tocca domandarsi perchè accadono questi fatti.
      sugli insulti mi dispiacce contraddirti ma entrambe gli schieramenti si sono insultati a vicenda e ripetutamente e mi ci metto in mezzo anche io che in momenti di enfasi ho esagerato con risposte e parole ma gli insulti reciproci mi sono sempre dispiaciuti ma ci sono sempre passato sopra perchè so che sono momenti animaleschi dettati dai sentimenti

      a sto punto mi bannano da sto sito perchè ammetto che sto scrivendo troppo, ma questa spero che sia pubblicata perchè sono parole di reciproco rispetto

  23. Per me Daniele e Francesco sono due bandiere, due simboli della mia “ex” giovinezza. Sono cresciuto insieme a loro, e mi sto pure invecchiando insieme a loro. ma sono stati anche due veri campioni, che abbiamo avuto la fortuna di applaudire. Il tempo passa però. rimarranno sempre due bandiere, due simboli, ma in campo non ce la possono fare più. L’ultimo anno di Francesco è stato solo una passerella. Sinceramente non auguro a Daniele un anno così. Tecnicamente è ancora il miglior centrocampista in rosa, l’unico che è in grado di fare un lancio, ma non basta più la tecnica. il calcio è sempre più veloce. Non trovo “scandaloso” che la società non ritenga di poter fondare la squadra del prossimo anno su Daniele, trovo pessimo che già quest’anno non gli sia stato affiancato un sostituto, o quantomeno si poteva impostare Strootman in quel ruolo. Invece non c’è stato il sostituto ed hanno venduto Kevin. Poi sulle modalità del mancato rinnovo non capisco perchè non gli abbiano offerto magari un importo molto basso, per eventualmente addossare a lui la responsabilità morale del rifiuto. Tutto veramente poco furbo. Ultima precisazione: una cosa sono campioni come Totti e De Rossi, un’altra sono i Pellegrini Lor e Luc. Non è che essere romano ti rende più campione degli altri. Aquilani mi stava simpatico ma a posteriori è stata una cessione indolore dei Sensi. E per me lo è stata anche la cessione di Romagnoli. Se cedessimo i Pellegrini per una buona offerta, per prendere magari un centrocampista che possa ereditare il ruolo in campo di Daniele, non griderei allo scandalo. e comunque ci mancano due partite, cerchiamo di vincerle, e magari proviamo a vincere l’Europa League l’anno prossimo, che è sicuramente molto più prestigiosa di una coppa Italia.

  24. buonasera, a me dspiace mandare la gente in mezzo alla strada, pero’ meglio loro che noi. Come dice il sig. Presidente Jim Pallotta, 3 gia’ sono fallite, speriamo che falliscano presto le 6 che rimangono cosi finira’ pure questo suicidio collettivo della nostra cara tifoseria!!!!! Per chi non avesse capito sto parlondo delle radio!!!!!!!
    Per favore postatemi perche’ ho voglia di prendermi una tonnellata di insulti, che poi nel mio gergo sono complimenti. Grazie

  25. Ribadisco: una società seria e forte dopo le esternazioni di Ranieri e De Rossi li avrebbe cacciati a calci subito, non è concepibile a due giornate dalla fine con la necessità di fare punti e dare l’anima, alimentare assurde polemiche tutte da verificare peraltro! E aggiungo: giocatori più scarsi dei nostri ci hanno ridicolizzato e fatto perdere punti perché questi campioni che ora si lamentano giochi chiavano con la testa tra le nuvole! Quando Pallotta se ne sarà andato e non avremo fatto lo stadio, vedremo dove starà questa folla di finanzieri e magnati, esperti di calcio e rispettosi della tifoseria…

  26. Io sti indegni mun li voglio manco nomina’ ma sul fatto de non rinnova’ er contratto a DDR so d’accordo. Ciai una eta’, c’è lo so che sei na bandiera e te voglio fa cresce qui come allenatore o diirigente ma se voi gioca a pallone nun e’ aria. Mo me potete di che in mezzo ar campo ce so dei zombie che so più incapaci de DDR e ce sta. Ma un conto è che ormai me li ritrovo e cerco de rivvennerli quanto prima e nartro è che devo rinnova un contratto a uno che nun po’ regge certi ritmi. Solo perche’ romano? Se vo gioca’ qualche squadretta de album dei ricordi pure la trova ma se VOLEMO volta’ pagina iniziamo a pja un po de gente che corre. Poi su Pallotta vattene nun se discute ma sulla vicenda DDR nun gli do torto. Se deve contesta pe tutte le altre cose no solo pe DDR. Sempre Daje Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here