Viktoria Plzen-Roma 2-1: giallorossi opachi e svogliati, espulso Luca Pellegrini (FOTO e VIDEO)

36

VIKTORIA PLZEN ROMA, LE CRONACHE – La Roma esce sconfitta dalla Doosan Arena contro il modesto Viktoria Plzen. I giallorossi vanno sotto al 61′ dopo il tap-in vincente di Kovarik, ma reagiscono subito con il gol del pareggio di Under, che supera il portiere avversario con un colpo da biliardo. Poco più tardi, però, arriva il sigillo sul match di Chory, che chiude definitivamente la partita. I cechi raggiungono l’Europa League, mentre i capitolini passano l’ennesima serata negativa.

Da Plzen
A.B.

Cronaca testuale
Riccardo Casoli

LE FORMAZIONI UFFICIALI

VIKTORIA PLZEN (4-2-3-1): 16 Hruska; 24 Havel, 2 Hejda, 4 Hubnik (C), 8 Limbersky; 17 Hrosovsky, 6 Prochazka; 10 Kopic, 25 Cermak, 19 Kovarik; 18 Chory. 
A disp.: 1 Kozacik, 44 Pernica, 7 Horava, 11 Petrzela, 20 Bucha, 90 Ekpai, 37 Reznicek.
All.: Pavel Vrba 

INDISPONIBILI: 28 Cisovsky (infezione virale), 15 Krmencik (rottura parziale del legamento collaterale laterale)
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: 4 Hubnik

ROMA (4-2-3-1): 83 Mirante; 18 Santon (74′ Florenzi), 44 Manolas (C), 15 Marcano, 11 Kolarov; 42 Nzonzi (79′ Luca Pellegrini), 4 Cristante; 17 Ünder, 27 Pastore (59′ Zaniolo), 34 Kluivert; 14 Schick.
A disp.: 1 Olsen, 20 Fazio, 5 Juan Jesus, 2 Karsdorp.
All.: Eusebio Di Francesco

INDISPONIBILI:  9 Dzeko (problema al flessore sinistro), 16 De Rossi (infiammazione di una cisti del menisco esterno del ginocchio destro), 92 El Shaarawy (problema al flessore destro), 7 Lorenzo Pellegrini (lesione di primo grado al flessore destro)
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: –

Arbitro: Anthony Taylor (UK)
Assistenti arbitrali: Gary Beswick e Adam Nunn
Addizionali: Stuart Attwell e Martin Atkinson
Quarto uomo: Stephen Child

Ammoniti: Libersky (V), Kluivert (R), Luca Pellegrini (R)
Espulsi: Luca Pellegrini (R)
Marcatori: 61′ Kovarik (V), 67′ Under (R), 71′ Chory (V)

LA CRONACA DEL MATCH

SECONDO TEMPO

90′ + 4 – Termina il match: Viktoria Plzen-Roma 2-1.

90′ – Secondo giallo per Luca Pellegrini che viene espulso.

88′ – Ammonito Luca Pellegrini per un fallo ai danni di Cermak.

82′ – Cristante ad un passo dal gol del pareggio: il suo tiro dal limite dell’area sfiora il palo alla destra di Hruska e termina fuori.

79′ – Terzo cambio per la Roma: dentro Luca Pellegrini e fuori Nzonzi.

78′ – Ammonito Kluivert per proteste.

74′ – Secondo cambio per la Roma: dentro Florenzi e fuori Santon.

71′ – Gol Viktoria Plzen: colpo di testa vincente di Chory dopo che Mirante aveva respinto con i piedi la conclusione di Kovarik.

67′ – GOOOOOOOL ROMAAAAA!!!!! Colpo da biliardo di Cengiz Under con il sinistro! Il talento turco calcia dall’interno dell’area di rigore con un turo che bacia il palo e poi finisce in rete!

61′ – Gol Viktoria Plzen: tap-in vincente di Kovarik a due passi da Mirante, dopo l’assist di Kopic.

59′ – Primo cambio per la Roma: dentro Zaniolo e fuori Pastore.

56′ – Episodio dubbio nell’area di rigore del Viktoria Plzen: Schick viene sgambettato da due difensori cechi ma l’arbitro non concede il calcio di rigore.

49′ – Chory gira di testa dall’interno dell’area di rigore, ma trova pronto Mirante.

46′ – Occasione per Kluivert: l’olandese calcia di destro dall’interno dell’area di rigore dopo l’assist di Nzonzi, ma il suo tiro viene deviato in calcio d’angolo da un difensore ceco.

45′ – Inizia il secondo tempo, senza cambi per le due squadre.

PRIMO TEMPO

45′ + 1 – Termina il primo tempo: Viktoria Plzen-Roma 0-0.

39′ – Occasione per il Viktoria Plzen: cross dalla sinistra di Kovarik che non trova per un soffio la zampata vincente di Chory. L’attaccante manca di pochissimo il pallone dall’interno dell’area piccola.

24′ – Tiro alto di Kovarik dall’interno dell’area di rigore.

21′ – Ammonito Libersky per un fallo ai danni di Under.

18′ – Prova la conclusione dal limite dell’area Pastore, ma il suo tiro viene bloccato da Hruska.

13′ – Tiro alto di Under sopra la porta difesa da Hruska. L’esterno turco ha lasciato partire il suo sinitro dai 25 metri dopo essersi inserito bene tra le linee, ma la palla è terminata ampiamente sul fondo.

5′ – Colpo di testa alto sopra la traversa da parte del capitano del Viktoria Plzen Hubnik dall’interno dell’area di rigore sugli sviluppi di un calcio di punizione.

1′ – Inizia il match!

PRE PARTITA

Ore 18.54 – Il settore ospiti occupato dai tifosi giallorossi:

Ore 18.50 – Le due squadre entrano sul terreno di gioco della Doosan Arena.

Ore 18.35 – Bufera di neve sul campo della Doosan Arena:

Ore 18.15 – La distinta con le due formazioni ufficiali:

Ore 18.12 – I portieri giallorossi Olsen e Mirante entrano in campo per il riscaldamento

Ore 17.54 – La formazione ufficiale della Roma:

Ore 17.45 – La formazione ufficiale del Viktoria Plzen:

Ore 17.37 – Il tweet di Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, con la formazione ufficiale della Roma:

I PRECEDENTI – All’andata la Roma diede spettacolo all’Olimpico, travolgendo il Viktoria Plzen con un netto 5-0 con una strepitosa tripletta di Edin Dzeko, poi la rete di Under e la prima gioia in giallorosso di Kluivert. Gli altri due precedenti tra le squadre sono legati all’Europa League: in casa i giallorossi travolsero gli avversari per 4-1 con un’altra tripletta di Edin Dzeko e un autogol di Mateju risposero a Martin Zeman che aveva trovato il gol del momentaneo pareggio. Pareggio che, però, si verificò nella gara di andata: Bakos rispose ad un rigore di Perotti e il match terminò sull’1-1.

LE SCELTE – Il tecnico Vrba non avrà a disposizione il suo bomber più prolifico Krmencik, autore di 7 gol in questa prima parte di stagione. L’attacco sarà affidato a Chory, con PetrzelaCermak e Kopic alle sue spalle. Linea difensiva a quattro con ReznikPernicaHubnik e Kovarik. In mediana la coppia HrosovskyProchazka. Per la sfida di mercoledì, invece, Di Francesco dovrebbe optare per un largo turn-over, per quanto possibile visto la situazione infortunati. In porta spazio a Mirante, con Santon, Fazio,Marcano e Luca Pellegrini a formare la linea difensiva. A centrocampo confermato Nzonzi con il ballottaggio CristanteZaniolo sulla linea mediana. Sulla trequarti dovrebbero ritrovare posto Kluivert ed Under, ma si potrebbero rivedere anche Perotti e Pastore. Unica punta Patrik Schick.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

36 Commenti

  1. la formazione prevista e’ inguardabile .. per Celar dico che segnera’ molto piu’ di Shick in serie A ..
    la mia formazione, in una gara da Champions, dove circolano soldi ed osservatori, valutazioni e classifiche .. Olsen ; Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Under, Zaniolo, Florenzi; Celar .. se DiFra avra’ il coraggio di proporla poi ne riparleremo ..

    • Senza offesa, ma a me sembra molto piu’ sensata quella del mister…(praticamente sta facendo riposare solo Manolas, Kolarov e Olsen: l’ultimo gioca solo per fare minuti in una partita importante ma non decisiva, il primo e’ mezzo acciaccato e giusto che riposi, cosi’ come il secondo. Fazio non lo considero un titolare in questo momento, e’ da un po’ che gli preferirei JJ a ogni partita, almeno per la voglia).
      Poi magari hai ragione, ma non lo sapremo mai…

      • Ti do ragione.. schierare gli stessi giocatori della partita scorsa fa capire che i 2.700.000 di eventuale guadagno sono piu importante di eventuali infortuni.. sopratutto quando purtroppo gia sei stato massacrato.

        Se non provi determinati giocatori quando sei ormai qualificato come fai a capire se effettivamente hai campioni o potenziali in rosa?

  2. Provare per provare darei una chance a Riccardi al posto di Nzonzi o Cristante. Va bene gli incassi UEFA ma in questo momento ha conseguenze più pericolose (potenaizlmente) la partita col Genoa.

  3. Alex2 lunedì 10/12/2018 – 14:07 at 14:07
    Quando fa turn-over lui dando le dimissioni, questo non può più sedere in panchina, serve una scossa

    La scossa serve mandando certi pseudo pippe di giocatori direttamente in tribuna visto che la colpa e’ all 80% dei giocatori che scendono in campo, che prendono goal 11 contro 9..
    Ricordo a tutti quando fecero fuori ranieri… Genoa-Roma = 4-3 e al 71 esimo vincevi 1-3 …..

    E poi poveri pupi…. tristi perché sono in ritiro…..

  4. Sì continua a parlare di 11 contro 9, questa configurazione è durata 1 minuto e quello che è successo durante riguarda l”imponderabile quindi lasciamo stare quell’ultimo minuto e parliamo piuttosto degli 89 minuti precedenti. Ho visto una bella Roma che merita il quarto posto quindi lottiamo con loro perché lo raggiungano senza portare argomenti assurdi.

  5. Vedere giocare nella Roma, per giunta in Champions, dei disadattati come Schick è Kluivert è una cosa che fa male al cuore.
    Dieci anni fa gente del genere avrebbe lottato per emergere nell’Udinese o nel Bologna.
    Leggo di gente che invoca Celar: ma siete seri? Ma l’avete mai visto giocare? È un pachiderma che vince di prepotenza la lotta di categoria, lo paragonano al nuovo Vieri, ma non è altro che il nuovo Corvia.
    Pensassero a riportare a casa Tumminello, uno forte davvero, che a Bergamo ha fatto 7 minuti in 15 partite. Vi prego non fate piu affari con quelle sòle dei bergamaschi.

  6. Sempre lo stesso modulo insulso non cambia mai neanche quando la partita è insignificante.

    Mi raccomando se oggi vinciamo 10 a zero pronti ad insultare tutti è tornata la nostra Roma che vincerà la Champions.

  7. Un Pastore così sarebbe stato sacrilegio pure prenderlo a paramtero zero,figuriamoci a 30 milini e 4 all’anno per lui per 4 anni. Abbiamo dato via Naingolann perchè molti lo davano per finito e ci siamo andati a comprare una mummia che sembra uscita dal sarcofago. Monchi vattene.

  8. Inutile che meniamo il can per l’aia Di Francesco non può dare più niente.
    Anche oggi contro questi dilettanti nessun segnale di vita.
    Diamogli questa buonuscita prima che ci porti in B.

  9. Il calcio è semplice.. se vendi i migliori e prendi dei giocatori inguardabili che neanche l’udinese… dimissioni di Difra che ha avvallato certe scelte per lo stipendio, ma anche i dirigenti che prendono stipendi a 5 zeri per tali risultati.. Marcano una p….a incredibile !!! Ditemi che metà dello stipendio lo gira a Monchi che almeno ha un senso..

  10. Ragazzi ma se noi giochiamo così domenica il Genoa ci fa a pezzi.
    Quelli in avanti hanno due tre giocatori, forti veri, mica i dopolavoristi con cui stiamo giocando ora.
    Per favore basta con questo supplizio, basta con DiFra, sono nauseato dal suo gioco lungo largo, che non spaventa neanche i passeri mandatelo via stasera stessa, anche a costo di mettere in panchina il fruttarolo di Pomezia.

  11. Penosi.
    Non ci sono altre parole. Monchi, Di Francesco , Pallotta ANDATEVENE VIA e ridateci la ROMA

    agli ottavi con queste pippe e questa societa’ di buffoni non vale nemmeno la pena presentarsi.

  12. Dirò una creatina forse ma Di Francesco da quando si è levato gli occhiali non ha vinto più una partita, quasi tutte sconfitte, siamo sicuri che le cose le vede bene?
    Io vedo una Roma penosa arrancare miseramente, qualche cosa che non mi piace proprio quando le cose arrivano a questo punto bisogna intervenire, fateci caso oramai Di Francesco non si arrabbia neanche più è completamente rassegnato in panchina.Uno così non può dare più niente.
    Bisogna cambiare subito, prima che questa situazione ora tragicomica, poi diventi una vera e propria tragedia.
    Di Francesco ce manda in B.
    A casa stasera stessa!!!!

    • Noi vediamo invece che stai qui tutti i santi giorni a tutte le sante ore a sparlare di tizio e caio dall’alto della tua vita da fallito (cavolo uno che non fa nulla a giornate intere deve essere per forza un fallito). Di Francesco dovrà pure andare a casa ma tu DEVI USCIRE DA CASA!!!! Lucarièèèèèè basta!!!! ESCI, FATTI UNA VITA VERA!!!!

  13. No perché deve andare a casa? Ieri qualcuno difendeva ancora la difesa alta. Chi allena non vede che prende sempre gol con questa ridicola fase difensiva. Speriamo che manolas gli spiega che si vince se non prendi gol.

  14. Ormai il calcio e’ una bufola, c’e’ ancora chi scommette!!!??? Mentre la Snai e company fanno incassi favolosi, guarda caso sponsorizzano anche alcune squadre….. NON vi sembra strano!!!!???? Ma veniamo al grande Pastore che doveva sostituire Naing., neanche contro una squadra mediocre, ha fatto vedere la classe decantata da Monchi e Di Francesco, che insieme dovrebbero andare a pascolare le pecore, in Abruzzo, dove serve mano d’opera di qualita’, o in un convento gia’ che i cognomi sono tutto un programma ecclesiastico, un Monaco, un Francescano e un Pastore, ma dove potevamo andare, con certi PREDICATORI!!!??? Sempre Forza Roma!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here