VIDEO Marcano: “Ranieri punta su di me, mi aspettavo di più da questo primo anno”

3

ROMA UDINESE, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del difensore giallorosso Ivan Marcano in occasione di Roma-Udinese, match della 32esima giornata di Serie A.

POST PARTITA

MARCANO IN ZONA MISTA

7 punti nelle ultime 3 partite. La Roma è più vicina al quarto posto?
“Evidentemente le ultime due vittorie ci hanno dato più possibilità di entrare in Champions. Ci sono stati un insieme di risultati positivi, come se le squadre davanti ci avessero aspettato. Adesso arriviamo alle prossime partite con molta voglia”.

Come ti sei trovato sulla sinistra?
“Abbastanza bene, era da tempo che non giocavo in quella posizione ed era da tempo che non giocavo 90 minuti. Non ero al 100% fisicamente ma l’importante era dare una mano alla squadra, ci sono riuscito e sono contento”.

Sei contento del tuo percorso alla Roma fino a questo momento?
“Mi sarei aspettato qualcosa di più a livello individuale ma è importante essere autocritici con se stessi e ancora c’è tempo per ripagare la fiducia che la squadra mi ha dato”.

Cosa è cambiato da Di Francesco a Ranieri?
“Penso che siano due grandi allenatori. Di Francesco non aveva puntato molto su di me ma quello che un giocatore deve fare è prima di tutto guardare a se stessi. Con Ranieri sto avendo delle occasioni in più, il mister punta su di me e le cose stanno andando bene”.

Stagione fallimentare o stagione transitoria?
“E’ un giudizio che spetta a voi. Si deve parlare alla fine, se arriviamo all’obiettivo avremmo comunque dovuto fare di più ma la Champions League è un obiettivo importante e dobbiamo aspettare la fine della stagione per parlare”.

MARCANO A ROMA TV

Prestazione importante in gara difficile…
“Si, è evidente che venivamo da una partita importante a Genova a livello difensivo, poi abbiamo dovuto cambiare qualcosa. Io e Jesus non giochiamo abitualmente in questa posizione ma le cose sono andate bene”.

Ranieri ti aveva chiesto di spingere?
“Sono semplicemente situazioni di gioco, per Jesus era più complicato spingere perché era a piedere invertito. Il mister non aveva dato particolari indicazioni in questo senso”.

È un ruolo che ogni tanto hai fatto?
“Da giovane ricoprivo quel ruolo qualche volta, era da tanto che non lo facevo. Sono soddisfatto e le cose sono andate bene”.

State lavorando di più sulla fase difensiva con Ranieri?
“Quello che è certo è che incassiamo meno gol. Vorrei spezzare anche una lancia a favore di Di Francesco, curavamo anche con lui la fase difensiva anche se le cose non sempre andavano benissimo. Non era perché la squadra non lavorasse in quella fase”.

Come si va ad affrontare l’Inter?
“Con più fiducia, fino a due settimane fa la Champions sembrava lontano e adesso non è così. Sarà una partita importante che giocheremo con fiducia”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

3 Commenti

  1. Marcano a differenza di Kolarov sa difendere meglio oltre ad attaccare con altrettanta incisività. Sicuramente un difensore da tenere come preziosa riserva per il futuro.

    • Si Giovà, Marceno teniamocelo per il futuro, ha solo 32 anni, è un giovane di belle speranze…
      Penso ce so 3 categorie de differenza con l’apporto offensivo che da Kolarov, ma per te non ci sono differenze… è roba che è la prima partita decente che fa in tutta la stagione contro un avversario modesto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here