Ugolotti: “Zaniolo ha la testa sulle spalle. La famiglia sarà importante”

0


UGOLOTTI ZANIOLO ROMA – L’ex attaccante del settore giovanile giallorosso Ugolotti ha rilasciato un’intervista a Il Messaggero. Ai suoi tempi fece anche meglio di Zaniolo, segnò il suo primo gol in Serie A l’11 settembre del 1977, quando aveva 19 anni e 14 giorni, 163 giorni in meno di Nicolò.

PIEDI PER TERRA – “Non c’era la cassa di risonanza attuale, ma se tu giochi con la Roma e a diciannove anni segni tre gol di fila la vita ti cambia in maniera automatica. Fino alla settimana prima ero un illustre sconosciuto che giocava con la Primavera. Restare con i piedi per terra, con la gente che ti riconosceva per strada, con i tifosi che ogni minuto ti chiedevano l’autografo non è stato facile”.

L’IMPORTANZA DELLA FAMIGLIA – “In certi casi, conta la famiglia. Conta l’educazione che ti hanno dato i tuoi genitori, conta poggiare su valori concreti. Sono nato in Toscana, ma Roma la conosco bene: ti basta un attimo per svalvolare, per perdere il contatto con la vita reale. Mi hanno raccontato che Zaniolo è un ragazzo con la testa molto, molto sulle spalle e, quindi, non temo ripercussioni negative dopo tutte le cose belle che sta dimostrando. Ma mi affido ai suoi genitori: gli stiano vicino, lo facciano sempre sentire protetto. Il resto verrà da sè”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here