Udinese-Roma 1-0: disfatta giallorossa, decide il gol di De Paul (FOTO)

33

UDINESE ROMA, LA CRONACA – Dopo la sosta delle Nazionali si torna finalmente a pensare al campionato. La Roma è scesa in campo alle 15.00 alla Dacia Arena contro l’Udinese, match valido per la tredicesima giornata di Serie A. I giallorossi perdono contro i bianconeri reduci da un cambio in panchina; infatti Nicola ha preso il posto di Velazquez. Parte bene la squadra di Di Francesco che si avvicina al vantaggio più volte. Nel secondo tempo i giallorossi rientrano in campo più spenti mentre l’Udinese comincia pian piano a dar segni di vita. Al 55′, infatti, arriva il gol di De Paul che taglia le gambe alla Roma. Al 62′ viene annullato al Var il gol del raddoppio di Pussetto ma i giallorossi non riescono a trovare il pareggio.

LA CRONACA

SECONDO TEMPO 

90+5′ – Ultima azione della partita, Zaniolo prova un tiro dalla distanza. Il pallone corre pericoloso verso la porta, Musso para.

90’+4′ – Sostituzione per l’Udinese. Entra D’Alessandro al posto di Pussetto.

90’+3′ – Occasione di Machis per chiudere la partita, Mirante di prontezza va a far sua la palla.

90’+1′ – Sono 6 i minuti di recupero.

90′ – La Roma vicina al gol con un colpo di testa di Dzeko su assist di El Shaarawy dalla sinistra. Palla deviata di poco fuori, è calcio d’angolo.

78′ – Doppio cambio, uno per parte. Machis prende il posto di De Paul e Zaniolo entra per Pellegrini che esce dal campo dolorante.

77′ – Pellegrini batte il calcio d’angolo e fa partire un ottimo pallone. Nzonzi prova la sponda di testa ma non trova nessuno.

73′ – Under la mette in mezzo dove c’è Dzeko che trova il tempo giusto per calciare.  Musso però è reattivo e va a prendere il pallone fuori dai pali.

71′ – Seconda sostituzione per i giallorossi. Schick lascia il posto a Dzeko.

69′ – Infortunio per Samir che esce con la barella. Al suo posto entra Pezzella.

65′ – Sostituzione per la Roma: esce Kluivert, al suo posto entra Under.

62′ – Pussetto segna per l’Udinese ma l’arbitro va a controllare l’azione sugli schermi. E’ fallo di mano, gol annullato. Si riparte dall’1-0.

58′ – Nzonzi riesce ad impattare di testa su calcio d’angolo ma il pallone esce di poco fuori.

55′ – Gol per l’Udinese. De Paul conclude in porta dopo un’ottima azione in solitaria. Palla centrale ma Mirante non riesce ad arrivarci. Bianconeri in vantaggio, 1-0.

52′ – Kolarov ci prova con un tiro di potenza dalla distanza, palla che esce di poco fuori sulla destra.

49′  – Pellegrini è stato abbattuto in area ma l’arbitro dice che non c’è nulla. Si continua a giocare.

46′ – Comincia il secondo tempo. I bianconeri sul punto di battuta.

PRIMO TEMPO 

45’+1′ – Finisce qui il primo tempo.

45′ – L’arbitro assegna un minuto di recupero.

41′ – Kolarov prova il tiro in porta da punizione. Musso attento la butta in calcio d’angolo.

38′ – Ci prova Nzonzi dalla distanza sugli sviluppi di un’azione, palla che termina di poco fuori.

36′ – Schema su calcio d’angolo, Pellegrini batte corto per Kolarov che crossa in area. Schick va di testa ma il pallone centrale finisce tra i guantoni di Musso.

28′ – Altra occasione per l’Udinese.  Pussetto è bravo ad arrivare sul cross  ma il suo colpo di testa termina di poco fuori sulla sinistra.

27′ – Occasione per l’Udinese. Mandragora filtra per Pussetto che si trova a tu per tu con Mirante, Fazio però spazza via il pallone.

21′ – El Shaarawy supera due difensori e calcia dal limite. Il pallone però è alto sopra la traversa. Si riprenderà dalla rimessa dal fondo.

16′ – Mandragora lancia in porta De Paul ma Mirante molto attento evita il peggio.

12′ –  Kolarov da calcio d’angolo mette il pallone in area ma il portiere bianconero allontana il pericolo.

8′ – El Shaarawy supera i difensori avversari e calcia di potenza verso la porta. Musso para.

5′ – Intervento falloso di Santon. Calcio di punizione per l’Udinese.

1′ – Comincia la partita. E’ la Roma a battere il calcio d’inizio

LE FORMAZIONI UFFICIALI 

UDINESE (3-5-1-1): 1 Musso; 5 Troost-Ekong, 17 Nuytinck, 3 Samir(69′ Pezzella); 18 ter Avest, 6 Fofana, 11 Behrami, 38 Mandragora, 19 Stryger-Larsen; 10 De Paul (78′ Machis); 23 Pussetto (94′ D’Alessandro)
A disp.: 22 Scuffet, 88 Nicolas, 4 Opoku, 99 Balic, 21 Pontisso, 11 Behrami, 9 Vizeu, 15 Lasagna.
All.: Davide Nicola.

INDISPONIBILI: Badu (distorsione ginocchio sinistro), Ingelsson (rottura legamento crociato), Teodorczyk (ernia inguinale), Barak (fastidio alla schiena), Wague.
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Pussetto, Fofana

ROMA (4-2-3-1): 83 Mirante; 18 Santon, 5 Jesus, 20 Fazio, 11 Kolarov; 42 Nzonzi, 4 Cristante; 34 Kluivert (65′ Under), 7 Pellegrini (78′ Zaniolo), 92 El Shaarawy; 14 Schick (71′ Dzeko).
A disp.:  63 Fuzato, 2 Karsdorp, 15 Marcano, 24 Florenzi, 3 Lu. Pellegrini, 19 Coric.
All.: Eusebio Di Francesco

INDISPONIBILI: 27 Pastore (problema al polpaccio), 16 De Rossi (infiammazione di una cisti del menisco esterno del ginocchio destro), 44 Manolas (distorsione alla caviglia), 8 Perotti (lesione al soleo della gamba sinistra), 1 Olsen (problema al flessore).
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Fazio, Lo. Pellegrini

Arbitro: Michael Fabbri (sez. Ravenna)
Assistenti: Valeriani – Del Giovane.
IV Uomo: Pezzuto.
VAR: Guida.
AVAR: Carbone.

Marcatori: 55′ De Paul

IL PRE PARTITA

14.30 – La Roma scende in campo per il riscaldamento.

14.06 – L’Udinese rende nota la formazione ufficiale dei bianconeri.

14.00 – La Roma rende nota la formazione ufficiale.

Ore 13.32 – Federico Fazio sarà il capitano della Roma per la sfida con l’Udinese. Per l’argentino si tratta della prima partita da capitano in gare ufficiali, la seconda compresa la partita con il Benevento. Questi i complimenti della società attraverso il profilo Twitter inglese.

13.30 – Attraverso un tweet Mangiante rende nota la formazione ufficiale della Roma.

 

I PRECEDENTI – La Roma è in leggero vantaggio nei 44 precedenti in Serie A in casa dell’Udinese: i giallorossi hanno ottenuto 19 successi, 11 pareggi e 14 sconfitte, con 61 gol realizzati e 50 subiti. Tenendo conto anche dei 44 incontri dell’Olimpico, i capitolini consolidano la loro superiorità con più del doppio delle vittorie rispetto ai friulani (44-20, a fronte di 23 pareggi), con 161 reti realizzate e 99 incassate. Le sfide dello scorso anno tra le due squadre hanno visto sempre sorridere la compagine di Eusebio Di Francesco: 3-1 all’Olimpico con gol di Dzeko e doppietta di un super El Shaarawy e 0-2 alla Dacia Arena con un missile di Cengiz Under e la rete nel finale di Diego Perotti.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

33 Commenti

  1. Ma quale Schick tutta la vita! Schick, solo perchè è costato 40 mln. e deve giocà pe forza per valorizzarlo, altrimenti sarà un bluff e una minususvalenza clamorosa!!

      • Pensa quanto si può essere intelligenti, mo perché uno dice la verità è lazziese. Preoccuparsi per la Roma è da romanisti. Schick deve giocare per alternare Dzeko che non le può giocare tutte. Mo segnerà pure contro l’Udienese (!?) ma fino ad ora non ha toccato palla o fatto tiri in porta…34 milioni sono stati buttati così come i 30 spesi per Cristante. Forse i laziali sono chi vuole difendere, anche negando l’evidenza, una società che vende i migliori giocatori e che non vince mai nulla. Se la Roma sta perdendo contro l’Udinese certo non è colpa dell’arbitro o dei commenti dei tifosi.

  2. Fine primo tempo la solita Roma moscia, senza idee e senza gioco di Di Francesco.
    Mi raccomando continuate a dire quanto è bravo Di Francesco.
    Speriamo solo in un colpo di Kluivert di Schick o di Under se entrerà.

  3. Questa squadra non crea occasioni da gol. Ha passato un tempo nella metà campo avversaria senza costrutto, rischiando semmai in un paio di contropiede. È una squadra che ha i punti e la posizione che merita per il gioco che esprime, né più né meno.

  4. Maledetto il monco che ha portato questo bidone di Shick pagandolo 42 ml… E pensare che avevamo Salah… Era dall’anno scorso dopo la Juve che dicevo che era un bidonaccio.

    • Eccolo colui che ci salverà, colui che a primo tocco di pallone redige un resoconto inoppugnabile, veritiero e infallibile sulla qualità dei giocatori.

      Caro Monchi, hai l’occasione della tua vita: questo ti farà fare il salto di qualità e ti porterà solo fenomeni, quei fenomeni che fremono nel venire a Roma, ma che tu, con i tuoi occhialoni neri, continui a non vedere.

      Ah Gianni, ma ancora stai a parla’ de Salah? Ancora non ti è chiaro il motivo (i motivi) per cui se n’è andato? E poi dite che Di Francesco è di coccio…sempre la solita storia del bue che dà del cornuto all’asino.

      FORZA ROMA, ed oggi ancora di più!

  5. Il problema anche oggi sono i tifosi che criticano la società e le scelte di mercato. Pallotta boys grazie di farci finire in b, e vi permettete pure di dare del laziale a chi ama la Roma. Siete i peggiori

  6. Dopo la sosta …. sic ! Questa squadra, a parte le assenze che sono gravi, non HA SOLUZIONI DI GIOCO contro le cosidette piccole che si chiudono in difesa. E’ sempre così e la responsabilità non può che essere del tecnico, incapace di imporre i comportamenti giusti in queste occasioni.

  7. la squadra è svogliata e priva di carattere ..non è possibile che non siamo riusciti mai a tirare in porta e mai a vincere un contrasto.. spero che succeda qualcosa che dia la sveglia..anche l Udinese oggi ha corso più di noi e non mi sembra che siano fenomeni. dopo la sosta puntualmente perdiamo e subito dopo ci sono gare importanti..sembra sempre lo stesso film già visto.

    • Grazie Giuseppe, finalmente una critica senza offendere nessuno, senza erigersi ad allenatore, DS o presidente! Solo una critica al gioco espresso e una speranza, la tua, che condivido.

      FORZA ROMA

  8. L’allenatore è realmente incapace di dare un gioco decente alla squadra. I calciatori passivi e disposti solo a svolgere il loro piccolo compito, evidentemente non pressati a dovere. La società colpevole osserva silenziosa la disfatta ed anche oggi rigore non dato. Peggio di questi signori solo chi aspetta le sconfitte per uscire dalla fogna e dirci che lui “l’aveva detto”, come se interessasse cosa aveva detto. Cmq questo schifo a ROMA si è visto anche con pijanic, rudiger, nann., strot., de rossi, salah, paredes, emerson, totti, gervi, ecc. tutti insieme in rosa. Eravamo ottavi, avevamo perso ai rigori in casa con lo spezia e ci ha salvato la stagione spalletti. Qualcosa è evidente che non va. FORZA ROMA. FORZA ROMA. FORZA ROMA.

    • Con te fino alla morte…… con la Roma anche ma tirassero fuori le palle……!!! Io ce l’ho con i giocatori……. L allenatore anche può avere qualche sua colpa……. ma quanti non avrebbero preso Cristante Schick o altri…….????? I giocatori se devono svejaaaaa,…. forza Roma sempre comunque !!!! Anche se sono incazzato nero!!!!!!

  9. Di Francesco allenatore IMBARAZZANTE. Campa ancora perché dopo le figure di m***a che ci fa fare vince con qualche squadretta e tutto torna a posto. Peccato che ora ci sono Real e Inter e se non lo cacciamo subito facciamo due enormi figure di m***a colossali. Ennesima formazione stravolta, ennesima figuraccia. Ah si prendiamocela con Shick come al solito, invece Dzeko che entra e per 25’ non pressa un uomo neanche per sbaglio ne vogliamo parlare? Impiantato nei suoi 10cm quadrati. Vergognosi tutti

  10. Dopo ogni sosta, la squadra si presenta in campo a giochicchiare senza voglia. Ormai e’ una certezza.
    Sintomo di rilassamento mentale, di mancanza di concentrazione, di giocatori che hanno mollato e pensano gia’ alle vacanze. E’ una Roma che ho visto spesso, purtroppo, nel corso degli anni.
    Mi spiace, ma l’allenatore non e’ pagato (profumatamente…) per disegnare due schemini insulsi alla lavagna, ma per motivare e responsabilizzare. Per ricordare a quelli che vanno in campo che sono, prima di tutto, professionisti, pagati per impegnarsi e dare tutto in ogni partita.
    Non e’ una questione di valori tecnici, perche’ ormai perdiamo contro squadre di dopolavoristi e sfido chiunque a dire il contrario dopo aver letto la formazione dell’Udinese di oggi…
    Di Francesco proprio non riesce a entrare nelle teste, non trascina, non si fa seguire, e ha ormai fatto il suo tempo. Non credo a miracoli, spero sinceramente che si dimetta stasera.

  11. Grande Maurizietto!
    Finalmente un punto di vista diverso dalle solite lagne e i soliti “io già lo avevo detto prima del 2000 che sarebbe finita così”.

    Guardare avanti con fiducia, perché chi dice che la squadra è composta da “pippe ar sugo” sbaglia alla grande. Certo non siamo a livello di Juve, forse a pari dell’Inter e poco sotto al Napoli. Ma non siamo quelli di oggi. Per cui: FORZA ROMA! Oggi e sempre!

    Aggiungo che anche a me non piace il gioco che vedo spesso: passaggi orizzontali, retropassaggi al portiere, smarrimento davanti l’area avversaria e, come oggi, difesa in pausa caffè ogni 5 minuti del secondo tempo. Ma questa è la nostra incapacità mostrata negli ultimi anni (potrei dire da L. Enrique in poi) con le squadre che si chiudono. A noi mancano degli schemi veri per contrastare queste squadre e forse qualcuno che sia in grado di saltare l’uomo e/o andare in profondità.
    Non sono un tecnico, ma solo un tifoso appassionato della AS ROMA!

  12. La cosa più triste é vedere che ormai molta gente è caduta nel giochino Spalletti e non ne esce più. Prima se rispettavi il Capitano di fronte a qualsiasi cosa non volevi il bene della Roma ed eri tottiani e non della Roma….Oggi non si può dire nulla perché sei diventato della Lazio. . Mo basta…..siete contenti dei risultati? Vedete un futuro roseo? Pallotta è il migliore presidente della storia? Di Francesco é il nuovo Guardiola incompreso? Non sono neanche io Guardiola, ma alcune cose nel calcio sono evidenti. A voi “romanisti”, o forse lobotomizzati, vi va bene così? …allora scusate avete ragione io non sono romanista: VOI SI!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here