Stefano Vecchi a RN: “Zaniolo può giocare in qualunque ruolo, ecco dove deve migliorare”

0

VECCHI ZANIOLO ROMANEWS – Stefano Vecchi ha senza dubbio lasciato il segno nella Primavera dell’Inter: 2 campionati, 2 Coppa Italia, 2 Tornei di Viareggio e una Supercoppa Primavera. Tanti successi nerazzurri che hanno visto come uno dei protagonisti principali Nicolò Zaniolo, fantasista classe ’99 che sta stupendo tutti con la maglia della Roma. L’ex tecnico del Venezia è intervenuto ai microfoni di Romanews Web Radio per parlare del talento giallorosso, i giovani del campionato italiano e la corsa Champions.

Si aspettava questo exploit di Zaniolo?
“Che Zaniolo fosse forte e che avesse queste potenzialità si vedeva e si intuiva subito. Il fatto che è riuscito in così poco tempo a imporsi in questa maniera in Serie A, con prestazioni e giocate così importanti ha stupito tutti. Le grandi potenzialità fisiche e tecniche erano sotto gli occhi di tutti, non si vedevano tanti ragazzi come lui, è stato bravo a fare un salto così importante: il merito va anche a Di Francesco ed alla società giallorossa che lo hanno lanciato subito senza farsi troppi problemi”.

L’Italia ha mancato l’accesso ai Mondiali di Russia 2018. Ora, però, sembra essersi aperto un nuovo ciclo. Può essere Zaniolo l’immagine di questa rinascita del calcio italiano?
“C’è un nuovo corso di ragazzi giovani che passa da Chiesa fino a Pellegrini. Anche Luca Pellegrini ha grandissime qualità. C’è anche Bouah che per me è il terzino più forte in circolazione a quell’età. Ci sono tanti ragazzi come Zaniolo, Pinamonti, Dimarco. C’è un nuovo corso, dove si stanno facendo giocare diversi giovani, diverse realtà come Inter, Roma, Milan e Juve lavorano benissimo a livello giovanile, sembra ci siano le potenzialità per avere in futuro in nazionale una squadra forte”.

Il campionato sta andando secondo i pronostici?
“Le gerarchie sono rispettate nella classifica del campionato. La Juve che è già forte e inserisce il migliore al mondo diventa quasi imbattibile e lo sta dimostrando. Il Napoli sta facendo bene, l’Inter si sta confermando come una squadra importante. Il Milan è in costruzione, la Roma sta lanciando tanti giovani: i giallorossi possono solamente migliorare, l’ambiente non è semplice, ma se gli viene dato tempo può avere la forza di essere più competitiva in futuro. Poi ci sono altre realtà apprezzabili come Sampdoria, Atalanta”.

In queste settimane ha avuto l’opportunità di parlare con Zaniolo. Che consigli gli ha dato?
“Nicolò l’ho sentito diverse volte via messaggio e l’ho elogiato per quello che sta facendo. Contro il Torino gli ho fatto i complimenti perché aveva Rincon in marcatura a uomo, ma ha fatto la sua partita, senza problemi, mostrando personalità: questo è un altro salto che deve fare per completare la sua maturazione. Deve migliorare sempre, questo lo sa e non c’è bisogno che glielo dico io, lo avrà già fatto Di Francesco. La personalità è un lato su cui deve migliorare, ma con il Torino, ripeto, ha già dato risposte molto importanti”.

Da quando ha esordito nella Roma ha interpretato diversi ruoli: la stupisce questa cosa?
“Può giocare in qualsiasi ruolo, poi possiamo discutere su dove può rendere meglio in futuro, questo poi fa parte del bagaglio che si porta avanti un calciatore. Per le qualità fisiche e tecniche può fare qualsiasi cosa, ma anche dal punto di vista mentale, perché non si fa tanti problemi: va in campo e gioca spensierato. Dove lo metti cerca di stare meglio. La bravura di Di Francesco è stata quello di lanciarlo in un momento di necessità, ma poi dargli altre occasioni e opportunità”.

I suoi progetti per il futuro?
“Spero a maggio o giugno di tornare a lavorare. Ho un contratto lungo con il Venezia, la mia volontà è quella di tornare sul campo, poi dove e cosa mi interessa poco: l’importante è che riesca a fare quello che mi piace”.

Matera-Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here