Stangata per l’Inter dopo i cori rivolti a Koulibaly

5

CORI KOULIBALY – Avevano fatto immediatamente scalpore i reiterati cori razzisti della curva nerazzurra verso il giocatore Koulibaly durante il match InterNapoli. Anche in campo si è risentito della situazione, con una partita che si è fatta sempre più nervosa. La reazione del giudice sportivo non ha però tardato ad arrivare.

STANGATA INTER – Non si sono fatti sconti nel punire l’Inter, è arrivata infatti la stangata, che costringerà la squadra nerazzurra a fare a meno della propria tifoseria per le prossime due partite interne, contro Benevento e Sassuolo. Lo riporta il Corriere dello Sport, che aggiunge inoltre che anche per un terzo match, quello contro il Bologna, sarà chiuso solamente il secondo anello verde, cuore della tifoseria interista.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

5 Commenti

  1. Da oggi in poi voglio vedere se appena si rivolge un insulto a qualsiasi giocatore verrà interrotta la partita… Le regole devono valere per chiunque se no si applica un razzismo al contrario

    • che stupidaggine….. se gli insulti vengono fatti per il colore della pelle, sono insulti razzisti e sono odiosi e idioti, e sono giustamente da punire…. altrimenti sono “normali” insulti, che li possono fare bianchi o neri contro altrettanti bianchi o neri….

  2. Scusa fammi capire 2 cose… Chi stabilisce che il buuu sia razzista???? Sei andato a chiedere uno ad uno chi faceva buuu se lo faceva per razzismo?? E se gli stessi che facevano buu poi applaudivano asamoah erano razzisti ad orologeria??? Ma siamo Seri DAI!! Poi voglio capire perché il buuu è razzista ed invece l insultare il napoletano perché napoletano o il terrone perché terrone o il polentone perché polentone o il bianco perché anemico, non sia razzista??????

  3. ma chi vuoi prendere in giro? è evidentissimo che i bianchi nei nostri stadi non sono mai oggetto di razzismo, mentre i neri lo sono spesso, vista anche la forte presenza di razzismo negli stadi…
    se non lo sai, o fai finta di non saperlo, il buuu è razzista in quanto simulazione del verso delle scimmie…
    se pronuncio una qualsiasi parolaccia contro koulibaly, come contro qualsiasi altro calciatore che non riguardi il colore della pelle, non è razzismo, ma se faccio buuu o pronuncio un insulto razzista, è razzismo ed è giusto punirmi per questo…

  4. Giusto sanzionare episodi di razzismo, ma non entro nel merito “etico” della questione.
    Vorrei solo capire a chi competa la decisione di ordinare la sospensione della partita.
    L’autorità di pubblica sicurezza ne ha facoltà, ovviamente però a fronte di situazioni di pericolo per atleti e pubblico.
    Dinanzi ad ululati di razzismo, da regolamento, dovrebbe essere il direttore di gara (pubblico ufficiale) ad ordinare la sospensione della partita, per poi ratificare la decisone di concerto con il commissario di campo e tutta la pletora di presidente e dirigenti via telefono).
    E’ quanto meno strano che il palazzo del calcio non abbia preso posizione, a mio giudizio l’arbitro doveva intervenire: la partita andava sospesa e, se fosse possibile, annullata e ripetuta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here