Stadio Roma, Celli: “Clausole imbarazzanti imposte dal Campidoglio al Politecnico di Torino”

4

CELLI CLAUSOLE CAMPIDOGLIO POLITECNICO TORINO – Non accennano a cessare le polemiche intorno al tanto dibattuto parere del Politecnico di Torino. Infatti ha parlato Svetlana Celli, la capogruppo della lista Civica Roma Torna Roma in Campidoglio, denunciando quasi una vera e propria spy story riguardo il rapporto tra l’amministrazione capitolina e il Politecnico.

“Dalla difesa della trasparenza all’imposizione dell’oblio, il passo per il M5S e’ stato breve. Nel contratto con il Politecnico di Torino, per il parere chiesto dalla Sindaca sullo Stadio della Roma, emergerebbero clausole imbarazzanti imposte dal Campidoglio, come l’ordine di distruggere qualunque scambio di email, di documenti o file. Nemmeno ci trovassimo davanti a un caso di spionaggio internazionale, con in ballo la sicurezza dello Stato. Il parere e’ stato richiesto da un’amministrazione pubblica, pagato con fondi pubblici, eppure vengono imposti il segreto e l’oblio totale. Quel contratto e’ a tutti gli effetti la prova di una maschera che cade, quella di un Movimento paladino della trasparenza solo in campagna elettorale”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

  1. Beh… con arrestati e indagini varie e’ quasi normale cercare il riserbo, quello che non e’ normale sono le forzature per fare un quartiere mascherato con lo stadio senza strade e collegamenti.

  2. patetici questi politici invisibili che si fanno pubblicità aggratisse … Pallotta dovrebbe incassare milioni di euro per la pubblicità e visibilità offerta a mezze cartucce…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here