Stadio Roma, De Priamo (FdI): “Progetto sbagliato, i lavori non inizieranno nel 2019”. Grancio: “Non c’è trasparenza”

16

STADIO ROMA DE PRIAMO – Andrea De Priamo capogruppo di Fratelli d’Italia al Comune di Roma è intervenuto a Tele Radio Stereo sulla vicenda Stadio della Roma.

Sul parere del Politecnico.
“Ho ritenuto di dover fare un accesso agli atti e ho trovato curioso il fatto che non fosse stato comunicato il posticipo dall’amministrazione. Ci è stato risposto che sarebbe stata necessaria un’integrazione perché il Comune ha voluto interloquire con il Politecnico. Contenti di aver fatto chiarezza”.

Il documento definitivo arriva a fine mese?
“Sì. Il dipartimento non è in possesso di nessuna relazione a oggi, neanche di quella pubblicata su Il Tempo. A oggi non c’è nulla”.

Sulla contraffazione del documento.
“La denuncia è stata ridimensionata, sarebbe stata la pietra tombale sulla vicenda. Il presidente del Politecnico ha parlato di una differenza formale che non tocca il contenuto. Per ora noi questo documento non l’abbiamo visto”.

L’inizio dei lavori entro quest’anno?
“Da tifoso lo auspico, ma non mi sento di poter condividere quello che ha detto la Raggi. Al suo posto sarei più cauto”.

Come vi schiererete sulla variante urbanistica?
“Noi siamo una forza di opposizione che ha votato sempre contro e non voteremo favorevolmente in questo caso. Noi siamo favorevoli allo stadio, ma non condividiamo quello che c’è intorno. La cubatura concessa è enorme e sul tema mobilità non dà garanzie. Dopo la relazione guarderemo gli atti”.

Perché si vota un progetto che secondo voi non funziona?
“Sono emersi elementi che, nonostante l’estraneità della Roma, non permettono di votare a cuor leggero. Gli stadi vanno fatti, ma non per questo ogni volta che si fa uno stadio si deve fare una città”.

LE PAROLE DI GRANCIO – La consigliera del Campidoglio Cristina Grancio, ex grillina passata adesso a Dema (movimento fondato dal sindaco di Napoli De Magistris), ha parlato della vicenda stadio della Roma in un’intervista rilasciata a Centro Suono Sport: “A me ormai non stupisce più nulla di quello che succede in questa maggioranza. Io quando ho ascoltato l’intervista del professore sono rimasta stupita. Ora se non verranno resi pubblici questi atti sto prendendo in considerazione l’idea di fare un esposto alla Procura della Repubblica. Io come consigliera mi sento presa in giro, ma anche i romani dovrebbero sentirsi così. A me stupisce che una situazione del genere non possa esser fatta in trasparenza. Forse è il caso che la Procura si interessi al progetto, le dichiarazioni fatte dal professore non sono leggere e non possono esser liquidate con un ‘è tutto a posto’. Adesso non è più importante di chi sia l’idea di portare avanti qualcosa che si sta muovendo nell’opacità, bisogna fare luce e capire, l’amministrazione pubblica è di tutti i cittadini. Io non ho mai visto una giunta così opaca. Faccio politica dal 2004 e non mi è mai capitato di vedere o sentire una cosa del genere. È giusto che si faccia uno stadio, ma deve essere uno stadio che vada a favore dei cittadini e che sia nella totale onestà e trasparenza. Sappiamo benissimo quale fosse la posizione dell’attuale giunta sullo stadio, ora, al di là del fatto che la giunta ha modificato la sua posizione sullo stadio, va bene, ne abbiamo preso atto, il problema sono le modalità con cui si stanno muovendo, la faciloneria con cui rispondo alle affermazioni del professor Dalla Chiara. Il famoso parere dell’avvocatura dava la possibilità di tornare indietro e di impostare un altro tipo di trattativa con la Roma perché eravamo in una fase endoprocedimentale, quindi fare dietrofront era possibile, avremmo fatto anche bella figura come Movimento 5 stelle. Lanzalone? Ci fu presentato, in una riunione di maggioranza dove erano presenti anche Fraccaro e Bonafede, come supporto tecnico al posto dell’avvocatura, peraltro doveva essere assunto e non è mai stato assunto; ha avuto una funzione pubblica senza aver avuto mai un incarico. Il parere del politecnico è un atto pubblico, pagato con i soldi pubblici, non capisco perché debba essere secretato”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

16 Commenti

  1. ma quale città……ma li avete visti gli spazi sulla cartina?? dopo aver costruito lo stadio e parcheggi di spazio ne rimane ben poco, per questo si progettava di costruire in altezza.
    Perchè devono decidere sempre gli altri? i capoccioni i medagliati, l opposizione e chi odia Roma ,La Roma e i romanisti? Fateci decidere a noi romani !! Famo sto stadio che ce lo hanno tutti…….in tutto il mondo si fanno stadi solo a Roma nun se po fa!?? Da lavoro divertimento, sicurezza etc.

  2. Assurdo, solo in italia si possono vedere certe cose. Rischiamo di perdere 1 miliardo di investimenti privati, rischiamo di perdere miglialia e migliaia di potenziali nuovi posti di lavoro, rischiamo di perdere uno stadio moderno al posto di un’area abbandonata al degrado.

  3. Avete visto come fanno i cari politici?
    Fanno le campagne elettorali sullo stadio
    Poi quando vengono eletti ti rispondono lo stadio non si può fare ma io da tifoso lo farei però non si può fare io in fondo al cuore lo farei ma proprio non si può fare. Centro destra e centro sinistra hanno fatto tutti sto gioco.
    Va a finì che alla fine i 5stelle che in campagna hanno detto che non lo facevano fare ora alla fine lo fanno fare.
    Credetemi dopo 10 anni che ho lavorato alla Camera dei deputati me fanno schifo tutti da sinistra a destra passando per i pentastellati
    Ma se osserviamo gli ultimi 5 mandati dei sindaci è andata così
    Sinistra dimo ai tifosi che famo fa lo stadio così ce votano e poi non lo famo fa
    Destra dimo ai tifosi che famo fa lo stadio così ce votano e poi non lo famo fa
    Pentastellati dimo che non famo fa lo stadio tanto ormai gli elettori almeno per disperazione ce votano …. E poi hanno capito che per rimanere lo devono far fare.
    Tutti cazzari se so dimostrati fino ad ora.
    Semo tutti pecore e continuiamo ad essere pecore quando li votiamo ancora.
    Io so de destra mannaggia i comunisti io so de sinistra infami i fascisti.
    Loro intanto so tutti amici

  4. Tutti i politici e similari sono a favore dello stadio ma diciamo quasi tutti ( sono ottimista ) mettono i bastoni fra le ruote; cari brocrati meno ipocresia per favore , silenzio o pane al pane dite che lo stadio dell’ASRoma non lo volete , vi farebbe piu’ onore

  5. Se lo stadio e’ un pretesto per una speculazione edilizia e di un terreno che non vale nulla, spero vivamente che il progetto non incominci.
    Nei paesi civili, il comune dice dove, cosa e come costruire ed il privato si deve attenere alle norme.
    Che il rifiuto dello stadio ci tolga dai maroni Pallotta!.

    • Alle norme di che! Ma se la zona è stata scelta tra un ventaglio di proposte fatte dal Comune stesso!!! Ma quale speculazione! Se il Comune ha accettato il secondo progetto, modificato nelle cubature, ma anche nelle infrastrutture, penso vada bene o no! Se vuoi il campetto de pozzolana, puoi annà a Campo Testaccio che hanno appena ripulito!

  6. Ma quante volte (a parte gli scempi devastanti di Italia90) si vede costruire uno stadio con una città intorno?
    Per fare il nostro siamo arrivati nel 2019 e speriamo di vederlo entro il 2025.
    Allora vedremo ancora migliaia di carte, ricorsi faziosi e, soprattutto, la potenza della burocrazia sorniona, generosamente foraggiata dalla politica.
    Sempre forza Roma.

  7. Se il sign. De Priamo (…”chi era costui”….) è preoccupato della viabilità, dovrebbe sapere che questa è stata rivista in seguito alla richiesta di eliminare le Torri dal progetto originale! evidentemente è stato il prezzo da pagare! o credeva che Pallotta rinunciava alle torri senza nulla in cambio.

  8. È diventata una barzelletta…il posto è giusto ….ed è un quadrante perfetto per la città di Roma in un futuro anche di modernità…ben vengano in questa parte anche grattacieli e centri commerciali….o dobbiamo stare sempre fermi al palo?

  9. Ma anche se fosse che uno ci facesse anche una città???? Ma chi sono questi per fermare il progresso e l’ingresso nell era moderna della nostra città??? Fosse che non gli entra in tasca niente?!? Forse è quello il problema?!?! Fate pena

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here